E-R | BUR

n.32 del 17.02.2020 (Parte Seconda)

XHTML preview

Reg.(UE) n.1308/2013 - Delibera di Giunta regionale n.467/2018 - Misura di ristrutturazione e riconversione vigneti campagna 2019/2020 - Approvazione elenco domande ammissibili e non ammissibili e concessione del contributo spettante ai beneficiari per il totale delle n.70 domande ammesse con relativo codice unico di progetto

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Visti:

il Regolamento (UE) n. 1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, recante Organizzazione comune dei mercati dei prodotti agricoli e che abroga i regolamenti (CEE) n. 922/72, (CEE) n. 234/79, (CE) n. 1037/2001 e (CE) n. 1234/2007 del Consiglio ed in particolare l'art. 46 che regola la Misura della ristrutturazione e riconversione dei vigneti;

il Regolamento delegato (UE) n.2016/1149 della Commissione del 15/04/2016, che integra il Regolamento (UE) n.1308/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i programmi nazionali di sostegno del settore vitivinicolo e che modifica il Regolamento (CE) n.555/2008 della Commissione;

il Regolamento di esecuzione (UE) n.2016/1150 della Commissione del 15/04/2016 recante modalità di applicazione del Regolamento (UE)n.1308/2013;

il Regolamento di esecuzione (UE) 2017/256 della Commissione del 14 febbraio 2017 che modifica il regolamento di esecuzione n.2016/1150 che stabilisce tra l’altro le modalità di presentazione del Programma Nazionale di Sostegno quinquennale dal 2019 al 2023 per garantire la continuità tra programmi di sostegno;

Richiamato il Programma nazionale di sostegno nel settore del vino 2019-2023, predisposto dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (MIPAAF) e pubblicato sul sito Internet MIPAAF, notificato dalla Commissione europea con nota protocollo n.1834 in data 1° marzo 2017 per adeguamento alle disposizioni dell’Unione Europea;

VISTI:

- il Decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali n.1411 del 03 marzo 2017: ”Disposizioni nazionali di attuazione del regolamento (UE) n.1308/2013 del Consiglio e del Parlamento Europeo, dei regolamenti delegato (UE) n.2016/1149 e di esecuzione (UE) n.2016/1150 della Commissione per quanto riguarda l’applicazione della misura della riconversione e ristrutturazione dei vigneti”;

- la Legge n.238 del 12/12/2016 recante: “Disciplina organica della coltivazione della vite e della produzione e del commercio del vino”;

- la circolare AGEA coordinamento protocollo n.31081 del 7 aprile 2017, modificata ed integrata dalla circolare AGEA coordinamento protocollo del 30/3/2018 n.28280;

- la Delibera di Giunta regionale n.746 del 23/5/2016 che approva le disposizioni reg.li per la gestione del sistema delle autorizzazioni per gli impianti viticoli;

- la Determinazione del Responsabile del Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di filiera n.10971 del 8/7/2016 che modifica ed integra la D.G.R. n.746/2016 e che approva manuali delle procedure, modulistica e schema di fideiussione per la gestione del sistema delle autorizzazioni per gli impianti viticoli;

Atteso che:

- con la Deliberazione di Giunta regionale n.467 del 25/3/2019 sono state approvate le disposizioni applicative della Misura ristrutturazione e riconversione dei vigneti per le campagne 2019-2020;

- con la Determinazione del Responsabile del Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di filiera n. 9590 del 31/5/2019 si è stabilito di prorogare il termine per la presentazione delle domande di aiuto della campagna 2019/2020 alle ore 13.00 del 1° luglio 2019;

- con Determinazione del Direttore di AGREA n.680 del 3/6/2019 si è proceduto a modificare i termini fissati nelle disposizioni procedurali relative alla presentazione delle domande di aiuto, variante, anticipo, saldo e collaudo con svincolo della fideiussione approvate con Determinazione Agrea nn.621/2018 e 409/2019;

- con Delibera di Giunta regionale n.2331 del 22/11/2019 si è proceduto ad approvare le modifiche alle Disposizioni applicative per la campagna 2019/2020, adottate con deliberazione di Giunta regionale n.467/2019;

Dato atto che le sopra citate deliberazione di Giunta regionale n.467/2019, n.680/2019 e n.2331/2019 prevedono, che:

◦ le modalità di presentazione delle domande sono stabilite da AGREA, secondo modalità e termini definiti da AGEA coordinamento;

◦ la competenza all’istruttoria delle domande presentate spetta ai Servizi territoriali agricoltura caccia e pesca che nel termine del 4 febbraio 2020 concludono le istruttorie delle domande di aiuto e approvano l’elenco delle domande ammissibili e non ammissibili e l’elenco delle domande concesse, con apposito atto, inserendo i CUP forniti dal Servizio Organizzazioni di mercato e sinergia di filiera;

◦ i Servizi territoriali competenti provvedono pertanto ad approvare l’atto di concessione dei contributi, con relativo codice CUP per ciascun beneficiario, che sarà pubblicato a cura degli STACP stessi nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna e varrà come comunicazione ai beneficiari;

◦ per le domande non ammissibili dovranno essere esperiti gli adempimenti previsti dalla legge sul procedimento amministrativo in ordine al contraddittorio;

Viste le determinazioni:

- n.467 del 25/3/2019 recante: “Reg. (UE) n. 1308/2013, articolo 46. Misura Ristrutturazione e riconversione vigneti approvazione delle disposizioni applicative per la campagna 2019/2020.”;

- n.2331 del 22/11/2019 recante: “Reg. (UE) n. 1308/2013, articolo 46. Misura Ristrutturazione e riconversione vigneti. Approvazione modifiche alle disposizioni applicative per la campagna 2019/2020 adottate con deliberazione di Giunta regionale n.467 del 25 marzo 2019 e determinazioni in merito alle risorse non impegnate su altre Misure dell’OCM vino.”;

- la nota emessa dal Responsabile del Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di Filiera PG/2018/56523 del 29/1/2018 sulla procedura di richiesta della regolarità contributiva;

- la nota emessa dal Responsabile del Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di Filiera PG/2020/0031089 del 16/1/2020 che conferma la disponibilità finanziaria per la campagna in corso 2019/2020;

- la mail del 20/1/2019 del Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di Filiera, con la quale sono stati forniti i codici CUP relativi alle n.70 aziende ammissibili;

Viste le determinazioni del Direttore di AGREA:

- n.409 del 2/4/2019 recante: “Reg. (UE) n.1308/2013, Reg. Delegato (UE) n.1149/2016 e Reg. di esecuzione (UE) n.1150/2016 – Ristrutturazione e Riconversione vigneti – Disposizioni procedurali relative alla presentazione delle domande di aiuto, variante, anticipo, saldo e collaudo della campagna 2019/2020.”;

- n.680 del 2/4/2019 recante: “Reg. (UE) n.1308/2013, Reg. Delegato (UE) n.1149/2016 e Reg. di esecuzione (UE) n.1150/2016 – Ristrutturazione e Riconversione vigneti – Modifiche dei termini fissati nelle disposizioni procedurali relative alla presentazione delle domande di aiuto, variante, anticipo, saldo e collaudo con svincolo della fideiussione approvate con determinazioni AGREA n.621/2018 e n.409/2019, campagna 2019/2020.”;

- la determinazione del Direttore di AGREA n.52 del 15 gennaio 2020 recante: “Reg. (UE) n.1308/2013, Reg. Delegato (UE) n. 1149/2016 e Reg. Di esecuzione (UE) n.1150/2016 - Ristrutturazione e Riconversione vigneti - Modifiche dei termini fissati nelle Disposizioni procedurali relative alla presentazione delle domande di aiuto, variante, anticipo, saldo e collaudo con svincolo della fideiussione approvate con determinazioni AGREA nn.621/2018 e 409/2019.”;

Dato atto, che:

- entro il termine del 1 luglio 2019 sono state presentate n.76 domande di aiuto relative alla Misura della ristrutturazione e riconversione dei vigneti - campagna 2019/2020 - secondo le modalità stabilite da AGREA;

- le domande sono state presentate utilizzando esclusivamente la presentazione elettronica con protocollazione su SIAG presso un CAA convenzionato con AGREA (Sistema Informativo AGREA);

- la stampa cartacea della domanda, firmata in originale dal beneficiario e riportante numero e data del protocollo attribuito dal Sistema informativo di AGREA, con i soli eventuali allegati originali che siano già stati inseriti nel sistema in forma giuridicamente valida come dematerializzata, deve essere custodita dal CAA;

Atteso che è stata effettuata da parte dei funzionari incaricati di questo Servizio l'istruttoria tecnico- amministrativa delle n.76 domande e che sono stati redatti specifici verbali, come da modelli predisposti da AGREA (check-list, verbale di istruttoria), conservati agli atti di questo Servizio nei rispettivi fascicoli di competenza;

Considerato che a seguito delle attività istruttorie svolte si evince che:

– per la domanda di aiuto iniziale Agrea id.n.5124201/2019, protocollata con n.12396/2019 del 20/5/2019 l’Azienda Agricola “I Gelsi” di Bosi Daniele, è stata presentata comunicazione di rinuncia PG/2019/543088 del 10/6/2019 e pertanto l’istanza è ritirata dal beneficiario, come da verbale agli atti conservato nel fascicolo di domanda;

Richiamato integralmente lo svolgimento della procedura istruttoria come precedentemente specificato, si è proceduto alla adozione delle determinazioni specifiche per ogni singola domanda non ammissibile, qui integralmente richiamate, come di seguito specificato:

– Determinazione STACP di Forlì-Cesena n.1191 del 24/1/2020, per la domanda Agrea id.n.5128539/2019 protocollata con n.AGOPR/2019/13784 del 29/5/2019 riferita alla azienda Giorgini Giovanni, CUAA GRGGNN49A26C777J, a seguito di istruttoria tecnico-amministrativa, come da verbale agli atti conservato nel fascicolo di domanda;

– Determinazione STACP di Forlì-Cesena n.1189 del 24/1/2020, per la domanda Agrea id.n.5136193/2019 protocollata con n.AGOPR/2019/13273 del 28/5/2019 riferita alla azienda Spazzoli Mario e Cavina Rosa S.s., CUAA 02500650409, a seguito di istruttoria tecnico amministrativa, come da verbale agli atti conservato nel fascicolo di domanda;

– Determinazione STACP di Forlì-Cesena n.1190 del 24/1/2020, per la domanda Agrea id.n.5133447/2019 protocollata con n.AGOPR/2019/13929 del 30/5/2019 riferita alla azienda Società Agricola F.lli Guiducci S.s., CUAA 01163690405, a seguito di istruttoria tecnico amministrativa, come da verbale agli atti conservato nel fascicolo di domanda;

– Determinazione STACP di Forlì-Cesena n.1192 del 24/1/2020, per la domanda Agrea id.n.5130252/2019 protocollata con n.AGOPR/2019/8697 del 14/5/2019 riferita alla azienda Giannotti Domenico Az. Agr., CUAA GNNDNC39R15L361F, a seguito di istruttoria tecnico amministrativa, come da verbale agli atti conservato nel fascicolo di domanda;

– Determinazione STACP di Forlì-Cesena n.1314 del 27/1/2020, per la domanda Agrea id.n.5132608/2019 protocollata con n.AGOPR/2019/18664 del 11/6/2019 riferita alla azienda Campodelsole S.r.l., CUAA 00185900396, a seguito di istruttoria tecnico amministrativa, come da verbale agli atti conservato nel fascicolo di domanda;

Considerato, altresì, che per le domande pervenute, a seguito di tutte le attività istruttorie, ed effettuati i necessari controlli mirati a valutare la sussistenza dei requisiti di accesso e delle condizioni per definire l’ammissibilità degli interventi, nonché la concessione del contributo, si evince che:

- è stato eseguito il controllo sulla veridicità delle dichiarazioni rese ai sensi del D.P.R. 445/2000, per le n.5 domande estratte, id. n.5137141, n.5132251, n.5132831, n.5134860, n.5138173, comprese nel campione effettuato dal Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di Filiera, ricevuto in data 12/7/2019, in particolare in merito alla presa visione dell’originale cartaceo della domanda detenuto dal CAA e del riscontro del Casellario Giudiziale PG/2019/0659871 del 28/8/2019 con esito positivo;

- è stato eseguito il controllo sulla veridicità delle dichiarazioni rese ai sensi del D.P.R. 445/2000, per le n.5 domande estratte, id. n.5137141, n.5132251, n.5132831, n.5134860, n.5138173, comprese nel campione effettuato dal Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di Filiera, ricevuto in data 12/7/2019, in particolare in merito all’assenza della richiesta di doppi finanziamenti tramite Agrifidi Uno Emilia-Romagna, G.A.L. l’Altra Romagna e per le domande di aiuto che comprendono la realizzazione di impianti irrigui, tramite il confronto con le domande di sostegno presentate a valere sull’Operazione 4.1.01, con esito positivo;

- è stato eseguito il controllo sulla veridicità delle dichiarazioni rese ai sensi del D.P.R. 445/2000, per le n.5 domande estratte, id. n.5137141, n.5132251, n.5132831, n.5134860, n.5138173, comprese nel campione effettuato dal Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di Filiera, ricevuto in data 12/7/2019, in particolare in merito all’assenza delle cause ostative contemplate dalla vigente normativa antimafia tramite la richiesta in Banca Dati Nazionale Antimafia Si.Ce.Ant. on-line della comunicazione antimafia, con esito positivo per le domande n.5137141 (PG/2019/0659871 del 28/8/2019), n.5132251 (PG/2019/659880 del 28/8/2019), n.5132831 (PG/2019/0659884), n.5138173 (PG/2019/844386 del 14/11/2019).

- si è proceduto alla verifica dei controlli in loco ex-ante, ai sensi dell’art.81 del Reg. CE n.555/2008, entro il termine del 31 agosto 2019, per le n.5 (cinque) domande estratte AGREA id. n.5137141, n.5132251, n.5132831, n.5134860, n.5138173, comprese nel campione estratto dal Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di Filiera (ricevuto in data 12/7/2019); tutte hanno evidenziato esito positivo come da verbali in atti nei rispettivi fascicoli di competenza;

- si è ottemperato alla verifica della regolarità contributiva di ciascuna impresa ammissibile e concedibile, tramite interrogazione della banca dati INPS DURC Online e tramite verifiche amministrative richieste alle competenti sedi INPS, tale verifica ha avuto il seguente esito:

  • positivo per tutti i soggetti ammissibili e concedibili interessati, per n.70 aziende;
  • non regolare per l’azienda di cui alla domanda n.5132608/2019, per la quale si è proceduto ad esperire gli adempimenti previsti dalla legge sul procedimento amministrativo in ordine al contraddittorio e ad approvare atto di inammissibilità del Dirigente n.1314 del 27/1/2020, come precedentemente richiamato;

Rilevato che la comunicazione antimafia riferita al CUAA 02385250390 per la domanda n.5134860 di cui alla richiesta in Banca Dati Si.CE.Ant. prot. PR_RAUTG_Ingresso_0063220_20190826 del 26/8/2019, non risulta essere, alla data odierna, ancora pervenuta, e che, essendo decorsi i termini di legge si intende procedere alla approvazione dell’ammissibilità, nonché della concessione, sotto condizione risolutiva ai sensi dell’art.88, comma 4 bis del D.Lgs. n.159/2011 e s.m.i.;

Rilevato che:

- per n.13 domande di aiuto (AGREA id. n.5133439, n.5134883, n.5137540, n.5128513, n.5138353, n.5127609, n.5135190, n.5128526, n.5131319, n.5132841, n.5132831, n.5127592, n.5138173, l’istruttoria tecnico-amministrativa ha evidenziato una riduzione della spesa ammissibile e del relativo contributo concedibile rispetto a quanto richiesto in domanda; conseguentemente ove dovuto, è stato comunicato con preavviso di diniego parziale a seguito del quale non sono pervenute memorie scritte o scritti difensivi;

Dato atto che, si è conclusa, da parte dei collaboratori incaricati di questo Servizio, l'istruttoria tecnico-amministrativa delle domande pervenute, finalizzata a verificare la ricevibilità e completezza delle istanze e la sussistenza dei requisiti di ammissibilità previsti dalla Delibera di Giunta regionale n.467 del 25/3/2019, la determinazione dell’importo della spesa ammissibile e che sono stati redatti specifici verbali, predisposti da AGREA, conservati agli atti di questo Servizio;

Dato atto, altresì, che i controlli effettuati, sulle n.76 domande di competenza dello STACP di Forlì-Cesena, hanno dato il seguente esito:

- ammissibili ai benefici, totali n.70 domande (Allegato A – domande ammissibili - che forma parte integrante e sostanziale al presente atto);

- ritirate dal beneficiario n.1 domanda, id.n.5124201;

- non ammissibili n.5 domande, id.n.5128539, n.5136193, n.5133447, n. 5130252, n.5132608 (Allegato B – domande non ammissibili - che forma parte integrante e sostanziale al presente atto);

Ritenuto pertanto di approvare l'elenco di n.70 domande ammissibili per la Misura Ristrutturazione e Riconversione dei vigneti, campagna 2019-2020 – per una spesa complessiva pari ad Euro 1.807.809,78 (unmilioneottocentosettemila-ottocentonove/78) per un importo complessivo di contributo ammissibile di Euro 989.055,09 (novecentottantanove-milacinquantacinque/09), a seguito dell'istruttoria compiuta per l’ambito territoriale di competenza dello STACP di Forlì-Cesena, come riportato nell'allegato A), parte integrante e sostanziale del presente atto.

Verificato che si dispone dei CUP (Codici Unici di Progetto) assegnati ai sensi dell’art.11 della Legge n.3/2003 dal competente Servizio presso il Dipartimento della Programmazione ed il coordinamento della politica economica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, comunicati dal Servizio Organizzazione di Mercato e Sinergie di Filiera con mail del 20/1/2020;

Dato atto della comunicazione del Servizio Organizzazione di Mercato e Sinergia di Filiera PG/2020/31089 del 16/1/2020, che invita ad effettuare contestuale concessione disponendo dei Codici Unici di Progetto;

Ritenuto, altresì di concedere, nel medesimo atto, a n.70 beneficiari di cui all’Allegato C, (concessioni – che forma parte integrante e sostanziale al presente atto), ritenute ammissibili, per la Misura Ristrutturazione e Riconversione vigneti campagna 2019/2020, il contributo a fianco di ciascuno indicato;

Dato atto, altresì, che i Servizi territoriali provvedono ad approvare l’atto di concessione dei contributi ed a pubblicarlo nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna rendendo assolti gli obblighi di comunicazione ai beneficiari come da Delibera di Giunta regionale n.467 del 25/3/2019;

Considerato che tutta la documentazione a supporto del presente atto è conservata agli atti presso il Servizio Territoriale Agricoltura, Caccia e Pesca di Forlì-Cesena.

Vista la L.R. 30 luglio 2015, n.13 “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città metropolitana di Bologna, Province, Comuni e loro Unioni” e successive modifiche.

Richiamate le deliberazioni di giunta regionale:

- n.2185 del 21 dicembre 2015 concernente la riorganizzazione a seguito della riforma del sistema di governo regionale e locale che ha istituito presso la Direzione Generale Agricoltura, economia ittica, attività faunistico venatorie - dal 1/1/2016 - i Servizi Territoriali Agricoltura, caccia e pesca per ogni ambito provinciale;

- n.2230 del 28 dicembre 2015 recante “Misure organizzative e procedurali per l'attuazione della Legge regionale n. 13 del 2015 e acquisizione delle risultanze istruttorie delle unità tecniche di missione (UTM). Decorrenza delle funzioni oggetto di riordino. Conclusione del processo di riallocazione del personale delle province e della città metropolitana”;

- n.468 del 10 aprile 2017 recante “il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

Richiamate le determinazioni del Direttore Generale Agricoltura, caccia e pesca:

  • n.10576 del 28/6/2017 con la quale si è provveduto al “Conferimento incarichi di Posizione Organizzativa presso la Direzione Generale Agricoltura, Caccia”;
  • n.9908 del 26/6/2018 con la quale si è provveduto al “Rinnovo e conferimento di incarichi dirigenziali presso la Direzione Generale Agricoltura Caccia e Pesca”;

RICHIAMATE, altresì:

- la determinazione n.12465 del 31/7/2017, assunta dal responsabile del Servizio Territoriale Agricoltura Caccia e Pesca di Forlì-Cesena, avente ad oggetto “Procedimenti e attività procedimentali del Servizio Territoriale Agricoltura Caccia e Pesca di Forlì-Cesena ed assegnazione delle relative responsabilità procedimentali”.

- la determinazione n.14928 del 18/9/2018, assunta dal Responsabile del Servizio Territoriale Agricoltura Caccia e Pesca di Forlì-Cesena, avente per oggetto “provvedimento di nomina del responsabile del procedimento ai sensi degli artt. 5 e ss. della L.241/1990 e ss.mm. e degli articoli 11 e ss. della L.R. 32/1993 – integrazione precedente provvedimento n.12465 del 31/07/2017, DPG/2017/12865”;

Vista la proposta di determinazione, formulata ex art.6 della L.241/1990 s.m.i., datata 27/1/2019 presentata dal Responsabile del procedimento Dott.Luciano Pizzigatti nonché Posizione Organizzativa “Politiche del Primo Pilastro” del Servizio Territoriale Agricoltura Caccia e Pesca di Forlì-Cesena, alla luce degli esiti istruttori.

Dato atto che il Responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazioni di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestato che il sottoscritto dirigente non si trova in situazione di conflitto, anche potenziale di interessi;

Richiamate:

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e successive modifiche ed integrazioni;

- la deliberazione della Giunta regionale n.2416 del 29 dicembre 2008 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera n.999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n.450/2007” e successive modifiche;

- la Deliberazione di Giunta regionale n.1123 del 16/7/2018 ad oggetto “Attuazione Regolamento (UE) 2016/679: definizione di competenze e responsabilità in materia di protezione dei dati personali. Abrogazione appendice 5 della Deliberazione di Giunta regionale n.2416/2008 e succ. modifiche ed integrazioni;

Visti:

- il D. Lgs. 14 marzo 2013, n.33 recante “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e successive modifiche;

- la deliberazione della Giunta regionale n.122 del 28/1/2019 recante "Approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2019-2021";

Considerato che in materia di contributi pubblici, a norma dell’art.14 del Regolamento Regionale 31/10/2007 n.2 è prevista la diffusione dei dati personali comuni;

Dato atto che, secondo quanto previsto dal D.Lgs.33/2013 e successive modifiche il presente provvedimento è soggetto a pubblicazione ai sensi dell’art.26, comma 2, del suddetto decreto e sarà soggetto anche alle ulteriori pubblicazioni previste dal Piano triennale di prevenzione della corruzione ai sensi dell’art. 7 bis comma 3 del d.lgs. n.33 del 2013.

Dato atto che la presente determinazione sarà trasmessa al Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di Filiera per il seguito di rispettiva competenza;

Attestata, ai sensi della deliberazione della Giunta regionale n.2416/2008 s.m.i., la regolarità amministrativa del presente atto e la insussistenza di situazioni di conflitto, anche potenziale di interessi.

determina

per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate, in applicazione di quanto previsto dalla deliberazione di Giunta regionale n.467/19 per la Misura ristrutturazione e riconversione dei vigneti - campagna 2019/2020:

1) di dare atto che sono pervenute n.76 domande di aiuto per la Misura di ristrutturazione e riconversione dei vigneti per la campagna 2019/2020, di competenza del STACP di Forlì-Cesena;

2) di approvare l’elenco delle n.70 domande ammissibili, per una spesa complessiva pari ad Euro 1.807.809,78 (unmilioneottocentosettemilaottocentonove/78) per un importo complessivo di contributo ammissibile di Euro 989.055,09 (novecentottantanovemilacinquantacinque /09), secondo l’ordine attribuito dal Sistema informativo di Agrea, come riportato nell’allegato A), parte integrante e sostanziale al presente atto;

3) di dare atto che con determinazioni dirigenziale STACP di Forlì-Cesena n.1314/20, n.1192/20, n.1190/20, n.1189/20, n.1191/20, sono state dichiarate inammissibili n.5 (cinque) domande identificate con id.n.5132608, n.5130252, n.5133447, n.5136193, n.5128539, riportate nell’allegato B), parte integrante e sostanziale del presente atto e come da verbale agli atti conservato nel fascicolo di domanda;

4) di dare atto che n.1 (una) domanda, identificata con id.n.5124201, è stata ritirata dal beneficiario, come da verbale agli atti conservato nel fascicolo di domanda;

5) di approvare, pertanto, l’elenco delle domande non ammissibili o rinunciate dal beneficiario, riportate nell'allegato B), parte integrante e sostanziale del presente atto;

6) di procedere alla concessione del contributo per il totale delle n.70 domande ammesse al finanziamento (elenco SIAG 8641), come da elenco allegato C), che forma parte integrante e sostanziale del presente atto, come previsto dalla determinazione di Giunta Regione Emilia-Romagna n.467/2019, confermando l’importo complessivo di contributo concesso di Euro 989.055,09 (novecentottantanovemilacinquantacinque/09), secondo l’ordine attribuito dal Sistema informativo di Agrea;

7) di dare atto che ai sensi dell’art.11 della Legge n.3/2003 sono stati assegnati dalla competente Sezione presso il Dipartimento per la programmazione ed il coordinamento della politica economica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, i Codici Unici di Progetto (CUP), riportati anche in allegato C), che forma parte integrante e sostanziale al presente atto;

8) di dare atto che, per le motivazioni di cui in premessa narrativa, il contributo da liquidarsi per l’azienda di cui al CUAA 02385250390 e per la domanda AGREA SIAG n.5134860/2019, potrà essere oggetto di revoca, qualora si evidenziassero le cause interdittive di cui all’art.67 del D.Lgs. n.159/2011;

9) di stabilire che in base a quanto previsto dal D.Lgs.n.33 del 14/3/2013, il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione, in attuazione degli indirizzi interpretativi contenuti nella deliberazione n.122/2019 citata in premessa;

10) di pubblicare il presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna;

11) di dare atto che con la pubblicazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna si intendono assolti gli obblighi di comunicazione ai beneficiari per quanto riguarda la concessione del contributo, secondo quanto previsto dalla Determinazione di Giunta regionale n.467/2019;

12) di trasmettere il presente atto, al Responsabile del Servizio Organizzazioni di Mercato e Sinergie di Filiera e ad AGREA per il seguito di competenza;

13) di informare che avverso il presente provvedimento gli interessati possono proporre ricorso, entro 60 (sessanta) giorni, dalla data della comunicazione o comunque conoscibilità, al Tribunale Amministrativo (T.A.R.) di Bologna o, in alternativa, ricorso al Capo dello Stato nel termine di 120 giorni.

Il Responsabile del Servizio

Alberto Magnani

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it