E-R | BUR

n.327 del 16.10.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Estratto del decreto di esproprio ai sensi dell'art. 23 del DPR n. 327/2001 dell'immobile identificato catastalmente al Fg 49 mapp 301 sub. 5, 6, 7, 8 e mapp. 302 sub. 3 in via Veneria n.2 ai fini dell''intervento di miglioramento e razionalizzazione della viabilità e degli spazi pubblici sulla SP 2 Tagliata-Staffola nel centro storico di Villarotta, frazione di Luzzara

Il Responsabile del Servizio Uso ed Assetto del Territorio - competente in materia di espropriazioni - rende noto che con propria Determinazione n. 244 del 25/9/2019 è stata disposta a favore del Comune di Luzzara, per l’esecuzione dell’opera in oggetto, l'espropriazione in via definitiva dell’immobile di seguito descritto ed identificato catastalmente e per l’importo complessivo dell’indennità di esproprio di € 6.000,00:

FG 49 MAPP 301 SUB 5, 6, 7, 8

FG 49 MAPP 302 SUB 3

Il decreto di esproprio in oggetto determina inoltre:

  • Di Subordinare il trasferimento del diritto di proprietà dell’immobile di cui trattasi al Comune di Luzzara alla condizione sospensiva dell’avvenuta notifica al proprietario nelle forme degli atti processuali civili, con un avviso contenente l'indicazione del luogo, del giorno e dell'ora in cui è prevista l'esecuzione del decreto di espropriazione, almeno sette giorni prima di essa ai sensi;
  • Di eseguire il decreto di esproprio mediante immissione in possesso con la redazione del relativo verbale di cui all’art. 24 del DPR n. 327/2001;
  • Di disporre senza indugio la trascrizione del decreto di esproprio presso l’Agenzia delle Entrate di Reggio Emilia;
  • Di disporre senza indugio le operazioni di trascrizione e voltura del decreto di esproprio nel catasto e nei libri censuari;
  • Di disporre che estratto del estratto del decreto di esproprio venga trasmesso entro cinque giorni per la pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna;
  • Di dare atto che l’eventuale opposizione di terzi è proponibile entro i trenta giorni successivi alla pubblicazione dell'estratto di cui al precedente punto e che decorso tale termine in assenza di impugnazioni, anche per il terzo l'indennità' resta fissata nella somma depositata;
  • Di dare atto che ai sensi dell’art. 25 comma 3 del DPR 327/2001 dopo la trascrizione del decreto di esproprio, tutti i diritti relativi al bene espropriato possono essere fatti valere unicamente sull'indennità;
  • Di dare atto che ai sensi dell’art. 25 comma 1 del DPR n. 327/2001 l’espropriazione del diritto di proprietà comporta l'estinzione automatica di tutti gli altri diritti, reali o personali, gravanti sull’immobile di cui trattasi, salvo quelli compatibili con i fini cui l'espropriazione è preordinata;
  • Di dare atto che ai sensi dell’art. 25 comma 2 del DPR 327/2001 le azioni reali e personali esperibili sull’immobile di cui trattasi non incidono sul procedimento espropriativo e sugli effetti del decreto di esproprio;
  • Di dare atto che ai sensi dell’art. 53 del DPR n. 327/2001 ed ai sensi dell’art. 3 comma 4 della L 241/1990, contro il decreto di esproprio è ammesso:
  1. nel termine di 30 (trenta) giorni dalla notificazione del medesimo, ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale;
  2. oppure, in via alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica da proporre entro 120 (centoventi) giorni dalla notificazione del medesimo;
  • Di dare atto che il decreto di esproprio è esente da bollo ai sensi dell’art. 22, tabella allegato B del DPR n. 642/1972 “Disciplina dell'imposta di bollo”;

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it