E-R | BUR

n.255 del 04.09.2013 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Avviso pubblico per il conferimento di incarichi a tempo determinato di Dirigente Biologo - disciplina: Microbiologia e Virologia

In esecuzione della determinazione del Direttore dell’U.O. Risorse Umane n. 286 del 20/8/2013 è indetta una pubblica selezione per la copertura di posti, mediante stipulazione di contratti individuali di lavoro a tempo determinato, del

Ruolo: Sanitario - Profilo professionale: Dirigente Biologo - Disciplina: Microbiologia e Virologia

con rapporto di lavoro esclusivo ex art. 15 bis, D.Lgs. n. 502/1992, introdotto dal D.L.vo 19/6/1999, n. 229.

Il presente avviso è disciplinato dal Regolamento recante: "Criteri per l’espletamento delle procedure di pubblica selezione per la stipulazione di rapporti di lavoro a tempo determinato”, approvato con deliberazione del Direttore generale n. 218 del 24/5/2012.

A seguito della richiesta in tal senso del Direttore dell’U.O. Microbiologia, si procederà alla formulazione della graduatoria sulla base della valutazione dei titoli posseduti dai candidati e di un colloquio volto alla verifica delle conoscenze teoriche e della professionalità richieste, come previsto dal punto B1 della deliberazione n. 218 del 24/5/2012, sopracitata.

Per tutto quanto non previsto dal presente avviso si fa riferimento alla vigente normativa in materia ed in particolare al DPR 10/12/1997 n. 483.

Lo stato giuridico ed economico inerente i posti messi a concorso è regolato e stabilito dalle norme legislative contrattuali vigenti.

In applicazione della Legge 10/4/1991 n. 125, è garantita parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro.

Ai sensi dell’art. 3, comma 6, della Legge 15/5/1997 n. 127, la partecipazione alle selezioni indette da pubbliche Amministrazioni non è soggetta a limiti d’età.

Non possono accedere all’impiego coloro che siano esclusi dall’elettorato attivo nonché coloro che siano stati dispensati dall’impiego presso una pubblica Amministrazione per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.

Le domande datate e firmate, con la precisa indicazione della selezione cui l’aspirante intende partecipare, devono essere inoltrate a mezzo Servizio postale, tramite raccomandata A.R., al seguente indirizzo: Amministrazione dell’Azienda Unità Sanitaria Locale di Piacenza - Via A. Anguissola n.15 - Piacenza.

Le domande devono pervenire entro le ore 12 del quindicesimo giorno non festivo successivo alla data di pubblicazione del presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna,

ovvero

potranno essere inviate, nel rispetto dei termini di cui sopra, anche utilizzando una casella di posta elettronica certificata, all’indirizzo PEC dell’Azienda U.S.L. di Piacenza contatinfo@pec.ausl.pc.it. In tal caso la domanda e tutta la documentazione allegata dovranno essere contenute in un unico file formato PDF (la dimensione massima consentita del file è di 5 Mb). Il mancato rispetto di tale previsione comporterà l’esclusione dal concorso. L’oggetto della PEC dovrà indicare in maniera chiara ed inequivocabile il riferimento al concorso cui il candidato intende partecipare. L’inoltro della domanda potrà essere effettuato via PEC una sola volta, nel caso di più invii successivi si terrà conto solo del primo. L’eventuale invio successivo di integrazione della documentazione, entro i termini di scadenza, potrà essere effettuato solo tramite raccomandata A/R.

Si precisa che la validità di tale invio, così come stabilito dalla normativa vigente, è subordinata all’utilizzo dal parte del candidato di casella di posta elettronica certificata a sua volta. Non sarà pertanto ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata alla PEC aziendale.

Nel caso di inoltro tramite PEC la domanda di concorso dovrà essere firmata dal candidato in maniera autografa, scannerizzata e inviata. In alternativa il candidato dovrà utilizzare una delle modalità previste dall’art. 65 del D.Lgs. 7/3/2005 n. 82 come valide per presentare istanze e dichiarazioni alle pubbliche Amministrazioni e precisamente:

a) sottoscrizione con firma digitale o firma elettronica qualificata

b) identificazione dell’autore tramite carta d’identità elettronica o carta nazionale dei servizi

c) inoltro tramite la propria casella di posta elettronica certificata purché le relative credenziali di accesso siano rilasciate previa identificazione del titolare e ciò sia attestato dal gestore del sistema nel messaggio o in un suo allegato. Il mancato rispetto delle predette modalità di inoltro/sottoscrizione della domanda comporterà l’esclusione dal concorso.

E’ esclusa ogni altra forma di presentazione o di trasmissione.

Il termine fissato per la presentazione delle domande e dei documenti è perentorio: l’eventuale riserva di invio successivo di documenti è priva di effetto. L’Azienda Unità Sanitaria Locale, nel caso di recapito a mezzo del Servizio postale, declina ogni responsabilità per eventuali ritardi o smarrimenti delle domande e dei documenti spediti.

Non verranno tenute in considerazione le domande pervenute oltre la data di scadenza del presente bando anche se spedite entro il termine.

L’Amministrazione, qualora l’istanza di ammissione all’avviso sia pervenuta tramite PEC è autorizzata ad utilizzare, per ogni comunicazione anche successiva alla procedura in oggetto, il medesimo mezzo con piena efficacia e garanzia di conoscibilità degli atti trasmessi da parte dell’istante (candidato).

L’incarico sarà conferito secondo l’ordine della graduatoria formata sulla base del punteggio attribuito ai titoli presentati dagli aspiranti, ai sensi degli artt. 11 e 43 del D.P.R. 10/12/1997 n. 483, e del colloquio ai candidati in possesso dei requisiti generali e specifici di ammissione al pubblico concorso ai posti della posizione funzionale di cui sopra.

Requisiti specifici di ammissione:

a) diploma di laurea in scienze biologiche;

b) specializzazione nella disciplina “Microbiologia e virologia” o equipollente;

c) iscrizione all’Albo dell’Ordine dei biologi.

Sono altresì ammessi al presente procedimento aspiranti esperti di provata competenza, di cui all’art. 7 – sesto comma – del D.L.vo n. 165/2001; detti aspiranti verranno graduati successivamente agli aspiranti in possesso dei requisiti specifici.

Il candidato dovrà essere in possesso di incondizionata idoneità fisica specifica alle mansioni della posizione funzionale a concorso. Il relativo accertamento sarà effettuato prima della immissione in servizio, in sede di visita preventiva ex art. 41 D.Lgs. 81/08.

Convocazione per colloquio

La data e la sede di espletamento della prova colloquio saranno pubblicate sul sito aziendale www.ausl.pc.it nella sezione “Selezioni in corso” entro 15 giorni dalla data di scadenza del presente avviso, concedendo ai candidati un preavviso di almeno 10 giorni..

Non saranno effettuate convocazioni individuali; soltanto ai candidati esclusi perché non in possesso dei requisiti di ammissione o per altri vizi della domanda sarà comunicata l’esclusione. La mancata presentazione nella data ed orario indicati nel predetto avviso equivarrà a rinuncia. I candidati dovranno presentarsi muniti di documento valido d’identità personale, a norma di legge.

Composizione della Commissione esaminatrice

La Commissione esaminatrice sarà così composta:

- Direttore del Dipartimento Patologia clinica o persona da questi delegata con funzioni di Presidente;

- n. 2 componenti in qualità di Esperti inquadrati nella stessa disciplina o comunque in disciplina equipollente/affine/attinente al posto messo a selezione;

- un dipendente amministrativo con funzioni di Segretario.

Documentazione da allegare alla domanda

Alla domanda di partecipazione alla selezione i candidati devono allegare tutta la documentazione relativa ai titoli che ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria, ivi compreso un curriculum formativo e professionale, redatto in carta libera, datato e firmato e debitamente documentato.

Poiché, ai sensi dell’art. 15 della L. 183 del 12/11/2011, dal 11/1/2012 non è più possibile richiedere o accettare certificazioni rilasciate da Pubbliche amministrazioni in ordine a stati, qualità personali e fatti, in luogo dei certificati i candidati potranno presentare le relative dichiarazioni sostitutive di cui agli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000.

I candidati, per quanto attiene il servizio prestato presso l'Azienda USL di Piacenza od enti confluiti e per quanto attiene i titoli accademici e di studio, possono fare riferimento ai documenti contenuti nel proprio fascicolo personale, precisando gli estremi del servizio ed i singoli titoli accademici e di studio di cui si chiede la valutazione ai fini dell'ammissione e/o della valutazione di merito.

Le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà per essere prese in considerazione devono contenere tutti gli elementi che sarebbero stati presenti nel documento rilasciato dall’autorità competente, in modo da consentire gli opportuni controlli.

Alle dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà dovrà essere allegata fotocopia di un valido documento di riconoscimento, a meno che il candidato non sottoscriva tali dichiarazioni in presenza di un dipendente dell’ufficio personale addetto a riceverle. In mancanza del documento di riconoscimento le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà non verranno prese in considerazione per la valutazione.

Le attività professionali e i corsi di studio indicati nel curriculum saranno presi in esame solo se formalmente documentati.

Coloro che intendono avvalersi di riserve previste da vigenti norme di legge, ovvero abbiano titoli di preferenza e/o di precedenza, dovranno farne espressa dichiarazione nella domanda di partecipazione all’avviso, presentando idonea documentazione, pena l’esclusione dal relativo beneficio.

Non è possibile autocertificare lo stato di salute o altre condizioni in materia sanitaria.

Le pubblicazioni devono essere edite a stampa. Non possono essere valutate quelle dalle quali non risulti l’apporto del candidato.

Alla domanda deve essere unito in triplice copia, in carta semplice, l'elenco dei documenti e dei titoli presentati.

La documentazione presentata potrà essere ritirata personalmente o da un incaricato munito di delega, previo riconoscimento tramite documento di identità valido, entro i termini di validità della graduatoria, decorsi i quali non sarà più possibile la restituzione della documentazione allegata alla domanda.

In carenza di graduatorie di pubblico concorso, quella formata a seguito del presente avviso potrà essere utilizzata, entro trentasei mesi dalla sua approvazione, per il conferimento di eventuali incarichi, sia interinali sia di supplenza.

L’incarico su posto vacante potrà cessare anche prima della scadenza qualora, nel frattempo, prenda servizio il vincitore del concorso.

Gli incarichi di supplenza possono essere conferiti per tutto il periodo di assenza del titolare supplito, fatte salve le diverse disposizioni di legge o regolamentari che dovessero nel frattempo intervenire. Il rapporto di lavoro si risolve automaticamente in caso di giudizio sfavorevole del periodo di prova mensile.

L’Amministrazione provvederà alla pubblicazione della graduatoria di merito sul Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna e sul sito aziendale www.ausl.pc.it ad intervenuta esecutività dell’atto di approvazione della graduatoria stessa.

Per quanto non è particolarmente contemplato nel presente pubblico avviso, si intendono qui richiamate, a tutti gli effetti, le norme regolamentari e di legge previste in materia e, in particolare, dal D.P.R. 10/12/1997 n. 483.

La partecipazione alla presente procedura presuppone la integrale conoscenza da parte dei candidati delle norme e delle disposizioni di legge inerenti ai pubblici concorsi, delle forme e prescrizioni relative ai documenti ed atti da presentare e comporta, implicitamente, la piena accettazione di tutte le condizioni alle quali la nomina deve intendersi soggetta, delle norme di legge vigenti in materia, delle norme regolamentari dell’Azienda U.S.L. di Piacenza e delle loro future eventuali modificazioni.

L’espletamento della procedura e lo stesso conferimento di incarico potrà essere sospeso o comunque ritardato in relazione alle disposizioni di legge in materia di blocco delle assunzioni.

Tutti i dati personali di cui l’Amministrazione sia venuta in possesso in occasione dell’espletamento delle procedure selettive verranno trattati nel rispetto del D.Lgs. n. 196/03; la presentazione della domanda da parte del candidato implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati sensibili, a cura del personale assegnato all’ufficio preposto alla conservazione delle domande ed all’utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle procedure selettive.

Per le informazioni necessarie gli aspiranti potranno rivolgersi all’U.O. Risorse Umane dell’Azienda Unità Sanitaria Locale con sede in Piacenza - Via Anguissola n. 15 - tel. 0523/301111, o consultare il sito: www.ausl.pc.it nella sezione: Assunzioni e collaborazioni.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it