E-R | BUR

n. 104 del 06.07.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Progetto denominato "Riassetto delle linee elettriche a 132 KV nel comune di Carpi in provincia di Modena e nel comune di Correggio in provincia di Reggio Emilia”. Delega poteri espropriativi a Terna SpA

Il CONSIGLIO PROVINCIALE

(omissis) 

ha deliberato:

- di delegare Terna SpA, nella persona del suo Amministratore Delegato pro tempore, con facoltà di sub-delega ad uno o più dirigenti della società e con obbligo di indicare gli estremi della delega in ogni atto e provvedimento che verrà emesso e parimenti dell’atto di sub-delega in ogni atto e provvedimento ove la sub-delega medesima verrà utilizzata, ad esercitare i poteri, emanare e sottoscrivere gli atti ed i provvedimenti, nonché espletare le attività inerenti il procedimento espropriativo necessario alla realizzazione del progetto denominato “Riassetto delle linee elettriche a 132 KV nel comune di Carpi in provincia di Modena e nel comune di Correggio in provincia di Reggio Emilia”.

- di dare atto che tale delega viene concessa per quanto necessario, nel limite delle competenze riconosciute alle Province e con piena assunzione da parte della delegata di ogni responsabilità connessa o conseguente l’esercizio della delega stessa e l’affermazione dei presupposti individuati nella citata richiesta, acquisita agli atti d’archivio della Provincia di Modena.

- di dare atto che la presente delega ricomprende anche la facoltà di resistere in giudizio in caso di impugnazione degli atti espropriativi ovvero di contestazione delle attività svolte nell’ambito del citato procedimento da parte dei soggetti aventi titolo, nonché quella di esercitare discrezionalmente tutte le azioni spettanti all’Ente delegante. La Provincia di Modena dovrà essere esplicitamente manlevata da qualsiasi pregiudizio connesso o correlato le suddette azioni o l’eventuale accoglimento delle citate impugnative.

- che tale delega possa essere esercitata esclusivamente alle seguenti condizioni vincolanti:

  • l’efficacia della presente delega non potrà in nessun caso trascendere i limiti dei poteri che le normative vigenti individuano in capo alla Provincia nella fattispecie in parola o consentire lo svolgimento di attività diverse da quelle che avrebbero potuto essere compiute dall’Ente delegante;
  • la presente delega è limitata al procedimento espropriativo necessario per la fedele realizzazione delle opere individuate dagli elaborati tecnici depositati ed approvati nell’ambito della Conferenza di Servizi conclusasi con l’approvazione della determinazione dirigenziale n. 225 del 27/3/2007 e della delibera di Giunta regionale n. 820 del 4/6/2007, nel rispetto del percorso da questi ultimi individuato;
  • l’efficacia della presente delega è altresì vincolata al più rigoroso rispetto della normativa sull’espropriazione per pubblica utilità ed in particolare del DPR 8/6/2001 n. 327 (T.U. Espropri) e ss.mm. e ii. nonché della Legge regionale n. 37 del 19/12/2002 e ss.mm. e ii.;

- di dare atto ed informare che contro la presente può essere presentato ricorso giurisdizionale avanti al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni nonché ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni; entrambi i termini decorrenti dalla pubblicazione della presente nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it