E-R | BUR

n.121 del 03.06.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Realizzazione del nuovo impianto di compressione di Minerbio nel comune di Minerbio, provincia di Bologna (BO), con determinazione urgente delle indennità provvisorie

Il Dirigente

Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241, recante disposizioni in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi e successive modifiche ed integrazioni;

Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, concernente le norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n. 327, recante il Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilità, e successive modifiche ed integrazioni (di seguito: Testo Unico);

Visto il decreto ministeriale 17 luglio 2014, recante l’individuazione degli uffici dirigenziali di livello non generale, dispone che la Direzione generale per le risorse minerarie ed energetiche svolga la funzione di Ufficio unico per gli espropri in materia di energia;

Visto il decreto del Ministero dello sviluppo economico 18 giugno 2014 con il quale è dichiarata la pubblica utilità nonché l’indifferibilità e l’urgenza della realizzazione del Nuovo impianto di compressione di Minerbio (BO), per l’installazione di compressori di potenza complessiva fino a 24 MW, asservito al metanodotto “Minerbio-Poggio Renatico“ DN 1200 (48”);

Visto il decreto ministeriale 2 settembre 2014 con cui é disposta, a favore di Snam Rete Gas S.p.A., società soggetta all’attività di direzione e coordinamento di Snam S.p.A., con sede legale in S. Donato Milanese - Piazza Santa Barbara n. 7, di seguito Società beneficiaria, l’espropriazione di alcune aree agricole per la realizzazione del Nuovo impianto di compressione di Minerbio nel Comune di Minerbio, provincia di Bologna (BO), con determinazione urgente delle indennità provvisorie, ed in particolare l’articolo 7 dello stesso decreto con cui si dispone che le Ditte proprietarie, nei trenta giorni successivi all’immissione in possesso possono comunicare a questa Amministrazione e per conoscenza alla Società beneficiaria, con dichiarazione irrevocabile, l’accettazione delle indennità di asservimento del terreno nella misura stabilita nell’elenco allegato al decreto stesso;

Visto il verbale di immissione in possesso e stato di consistenza, redatto a cura della Società beneficiaria in data 8 ottobre 2014, del terreno sito nel Comune di Minerbio (BO), identificato al Catasto Terreni, Foglio 20, Particelle 126, 131, 132, 133; Foglio 23, Particelle 82 e 84;

Considerato che con il citato decreto 7 agosto 2014 sono stati stabiliti gli importi dell’indennità provvisoria dell’asservimento per la messa in opera dell’infrastruttura;

Considerato che in caso di mancata accettazione o di rifiuto dell’indennità proposta occorre depositare il relativo importo presso la competente Ragioneria Territoriale del Ministero dell’economia e delle finanze - Servizio depositi amministrativi - e che le Ditta catastale:

- Ditta proprietaria n. 1 del piano particellare allegato al decreto 7 agosto 2015: Comune di Bologna, non ha comunicato di accettare l’indennità di esproprio per i terreni identificati al Catasto terreni del Comune di Minerbio (BO) al Foglio 20, Particelle 126, 131, 132, 133, per un totale di € 346.482,00 (trecentoquarantaseimilaquattrocentottantadue/00 euro)

- Ditta proprietaria n. 2 del piano particellare allegato al decreto 7 agosto 2015: Comune di Bologna, non ha comunicato di accettare l’indennità di esproprio per i terreni identificati al Catasto terreni del Comune di Minerbio (BO) al Foglio 23, Particelle 82 e 84, per un totale di € 142.704,00 (centoquarantaduemilasettecentoquattro/00 euro)

ordina

alla Società beneficiaria dell’azione ablativa conseguente al citato decreto 7 agosto 2014:

1. di depositare senza indugio gli importi stabiliti a favore delle Ditte richiamate in premessa, inerenti l’espropriazione di terreni in Comune di Minerbio (BO), presso la competente Ragioneria Territoriale del Ministero dell’economia e delle finanze - Servizio depositi amministrativi;

2. di curare immediatamente la pubblicazione della presente ordinanza, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica o nel Bollettino Ufficiale della Regione, ai sensi dell’articolo 26, comma 7, del Testo Unico;

3. di trasmettere la documentazione inerente gli adempimenti di cui ai punti 1 e 2:

a) ad ogni componente della Ditta, relativamente alla parte di interesse;

b) ai terzi che risultino titolari di un diritto sull’immobile;

c) allo scrivente Ufficio.

Roma, 15 aprile 2015

Il Dirigente

Paola Picone

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it