E-R | BUR

n.36 del 21.02.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Avviso al Pubblico - Consorzio Irriguo Rivalta - Presentazione dell’istanza per l’avvio del procedimento di valutazione di impatto ambientale ai sensi dell’art. 27 bis del D.Lgs 152/06 e dell’art. 13 della LR 9/99 per il progetto denominato “Ampliamento dell'invaso ad uso irriguo denominato Rivalta”

Si avvisa che, ai sensi dell’art. 27 bis del D. Lgs. 152/2006 e dell’art. 13 della LR 9/99, il proponente Remo Lanzoni – Legale Rappresentante del Consorzio Irriguo Rivalta (C.F. e PI 02422210399) ha presentato istanza di VIA per il progetto denominato “Ampliamento dell'invaso ad uso irriguo denominato Rivalta” alla Regione Emilia-Romagna in data 02/10/2017 con PG.2017.638654.

Il progetto è:

  • localizzato in Provincia di Ravenna
  • localizzato in Comune di: Faenza
  • può avere impatti nel Comune di Faenza in Provincia di Ravenna.

Il progetto appartiene alla seguente tipologia progettuale: punto ag) denominato “Ogni modifica o estensione dei progetti elencati nel presente allegato, ove la modifica o l'estensione di per sé sono conformi agli eventuali limiti stabiliti nel presente allegato” dell’allegato III al d.lgs. 152/2006 – “Progetti di competenza delle regioni e delle province autonome di Trento e di Bolzano”, essendo una modifica al punto t) del medesimo allegato denominato “Dighe e altri impianti destinati a trattenere, regolare o accumulare le acque in modo durevole, ai fini non energetici, di altezza superiore a 10 m e/o di capacitò superiore a 100.000 m3, con esclusione delle opere di confinamento fisico finalizzate alla messa in sicurezza dei siti inquinati”.

Il progetto prevede l'ampliamento dell'invaso interaziendale esistente denominato "Rivalta" per aumentare la sua attuale capacità di accumulo da 166.850 m3 fino a 248.025 m3 nel territorio del Comune di Faenza. L'ampliamento è progettato per ottenere un maggior accumulo idrico ad uso irriguo per le aziende agricole del Consorzio irriguo "Rivalta", al fine di sostenere il sussidio idrico limitato estivo. Il riempimento dell'invaso avverrà tramite derivazione dal limitrofo T. Marzeno mediante variante sostanziale della concessione esistente che prevede l'installazione di una elettropompa sommergibile della potenza di 11 KW, con portata massima di derivazione dal T. Marzeno sarà di 40,00 l/sec. Il progetto prevede, inoltre, l'installazione di pannelli fotovoltaici realizzati su isole galleggianti della potenza complessiva di 120 KW.

Ai sensi dell’art. 27 bis, comma 4, del D. Lgs. 152/2006, la documentazione è resa disponibile per la pubblica consultazione sul sito web della Regione Emilia-Romagna (http://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavas).

Entro il termine di 60 (sessanta) giorni dalla data di pubblicazione su web della Regione Emilia-Romagna del presente avviso, chiunque abbia interesse può prendere visione del progetto e del relativo studio ambientale, presentare in forma scritta proprie osservazioni, anche fornendo nuovi o ulteriori elementi conoscitivi e valutativi, indirizzandoli alla Regione Emilia-Romagna, Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale, Viale della Fiera n. 8 – 40127 Bologna; l’invio delle osservazioni può essere effettuato anche mediante posta elettronica certificata al seguente indirizzo:

vipsa@postacert.regione.emilia-romagna.it.

Ai sensi dell’art. 27 bis, comma 4, del D.Lgs 152/06, il presente avviso al pubblico tiene luogo delle comunicazioni di cui agli articoli 7 e 8, commi 3 e 4, della L. 241/90.

Ai sensi della L.R. 9/1999 e dell’art. 27 bis, comma 1 del DLgs 152/06, secondo quanto richiesto dal proponente, l’eventuale emanazione del Provvedimento Autorizzatorio Unico Regionale comprende e sostituisce le seguenti autorizzazioni, intese, concessioni, licenze, pareri, concerti, nulla osta e assensi comunque denominati, necessari alla realizzazione ed esercizio del progetto e indicati ai seguenti punti:

  • Valutazione di impatto ambientale;
  • Parere risorse idriche, terre e rocce da scavo e parere ambientale (Regione Emilia-Romagna);
  • Variante sostanziale della concessione alla derivazione dal T.Marzeno (Agenzia Regionale per la Prevenzione, l’Ambiente e l’Energia dell’Emilia-Romagna, SAC Struttura Autorizzazioni e Concessioni – Sezione di Ravenna);
  • Autorizzazione alla realizzazione dell’invaso e parere di conformità al PGRA (Agenzia Regionale Per la sicurezza Territoriale e la protezione Civile – Servizio Area Romagna);
  • Autorizzazione sismica;
  • Parere di conformità al P.S.A.I. – Rischio alluvioni (Comune di Faenza);
  • Permesso a Costruire (Comune di Faenza);
  • Autorizzazione Paesaggistica (Comune di Faenza - Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini);
  • Autorizzazione al transito con autocarri su strade provinciali (Provincia di Ravenna – Settore viabilità);
  • Autorizzazione Unica per la costruzione dell’impianto fotovoltaico galleggiante (Provincia di Ravenna);
  • procedura di variazione agli strumenti urbanistici (LR 47/1978; LR 20/2000);
  • procedura di autorizzazione alla costruzione ed esercizio di linee elettriche (L.R. 22 febbraio 1993, n. 10);
  • procedura di autorizzazione integrata ambientale (L.R. 11 ottobre 2004, n. 21). 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it