E-R | BUR

n.380 del 22.11.2019 (Parte Seconda)

XHTML preview

Bando Ecobonus per la sostituzione di autoveicoli privati con autoveicoli di pari categoria a minor impatto ambientale di cui alla delibera di G.R. n. 1051 del 24 giugno 2019. Fase 2 del Bando. Approvazione prima graduatoria degli ammessi a contributo. CUP n. E45D19000210002

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Premesso che:

- con deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 46 del 12 luglio 2011 è stato approvato il “Piano di Azione Ambientale per un futuro sostenibile della Regione Emilia-Romagna 2011/2013”;

- con deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 115 dell’11 aprile 2017 è stato approvato il Piano Aria Integrato Regionale (PAIR 2020) contenente le misure atte a ridurre l’inquinamento atmosferico e rientrare entro il 2020 nei valori limite fissati dall’Unione Europea;

- fra le misure contenute nel PAIR2020 vi è tra l’altro la limitazione della circolazione dei veicoli privati maggiormente inquinanti (Benzina euro zero ed Euro 1; diesel fino all’euro 3 e euro 4 in misura emergenziale) in determinate fasce orarie e periodi dell’anno, ed il rinnovo del parco veicolare attraverso la sostituzione con veicoli a basse emissioni;

- la limitazione interessa, tra l’altro, anche i veicoli privati di categoria M1 (veicoli progettati e costruiti per il trasporto di persone, aventi al massimo 8 posti oltre al sedile del conducente);

Richiamate le deliberazioni di Giunta regionale:

- la deliberazione di Giunta regionale n. 80 del 21 gennaio 2019 con la quale, conseguentemente alle misure di cui ai punti precedenti è stato:

- approvato la prima edizione del “Bando Ecobonus per la sostituzione di autoveicoli privati di categoria M1 soggetti alla limitazione della circolazione di cui al PAIR2020”;

- concesso incentivi per la sostituzione, con obbligo di rottamazione, di veicoli di categoria M1 ad alimentazione benzina fino ad euro 1 e diesel fino ad euro 4, con veicoli a minor impatto ambientale di categoria M1 ad alimentazione: elettrica, ibrida benzina/elettrica (Euro 6), Metano Mono e Bifuel (Euro 6), GPL Mono e Bifuel (Euro 6);

- rivolto alle persone fisiche residenti in un Comune della Regione Emilia-Romagna con ISEE del nucleo familiare inferiore o uguale a 35.000,00;

- la deliberazione di Giunta regionale n. 1051 del 24 giugno 2019 con la quale, conseguentemente alle misure di cui ai punti precedenti è stato:

- approvato la seconda edizione del “Bando Ecobonus per la sostituzione di autoveicoli privati di categoria M1 con autoveicoli di pari categoria a minor impatto ambientale”;

- concesso incentivi per la sostituzione, con obbligo di rottamazione, di veicoli di categoria M1 ad alimentazione benzina fino ad euro 2 e diesel fino ad euro 4, con veicoli a minor impatto ambientale di categoria M1 ad alimentazione: elettrica, ibrida benzina/elettrica (Euro 6), Metano Mono e Bifuel (Euro 6), GPL Mono e Bifuel (Euro 6);

- rivolto alle persone fisiche residenti in un Comune della Regione Emilia-Romagna;

Considerato che ai sensi del Bando approvato con la succitata deliberazione di Giunta regionale 1051/2019:

- i cittadini interessati avevano la possibilità di inoltrare la richiesta di contributo attraverso l’applicativo informatico messo a disposizione dalla Regione dalle ore 15.00 dell’8 luglio 2019 alle ore 14.00 del 30 settembre 2019 consistente in una dichiarazione sul possesso dei requisiti previsti dal Bando e una manifestazione di interesse a partecipare all’iniziativa;

- entro le ore 16.00 del 15 ottobre 2019 i cittadini avevano la possibilità di ricollegarsi all’applicativo informatico con le proprie credenziali digitali e completare la Fase 2 del Bando “Perfezionamento della domanda di contributo” caricando la documentazione richiesta ai fini istruttori: ordine di acquisto del nuovo veicolo, libretto di circolazione o certificato di rottamazione del veicolo da rottamare;

Dato atto:

- che con deliberazione di Giunta regionale n. 1646 del 7 ottobre 2019 sono stati fissati i nuovi termini, del bando approvato con deliberazione di G.R. 1051/2019, per le scadenze procedimentali:

- Fase 1 (Prenotazione on line del contributo): entro il 29 ottobre 2019;

- Fase 2 (Invio ordine di acquisto – Perfezionamento della prenotazione on line): entro il 31 ottobre 2019.

- che nel periodo dall’8 luglio 2019 alla data attuale sono state acquisite dal sistema informatico numerosissime domande;

- che a ciascuna domanda è stato attribuito dal sistema informatico un numero progressivo identificativo (ID)sulla base dell’ordine cronologico di arrivo valido ai fini della priorità per l’ammissione a finanziamento;

- che il sistema informatico ha provveduto alla verifica automatica della disponibilità di risorse invitando i cittadini alla fase 2 del Bando “Perfezionamento della richiesta di contributo” mediante comunicazione sull’indirizzo mail indicato e sulla base delle dichiarazioni sostitutive rese;

- che ai sensi dell’art. 8.2 il Servizio regionale competente ha provveduto all’istruttoria delle domande pervenute avvalendosi anche della banca dati regionale;

- che essendo numerose le domande e per poter aprire a breve la fase 3 del bando, con il presente atto si approva una prima graduatoria;

Considerato che a conclusione di questa prima istruttoria su 721 domande presentate:

- n. 691 domande sono risultate ammissibili a contributo;

- n. 27 domande non sono risultate ammissibili a contributo e si è pertanto provveduto ad inviare ai richiedenti una comunicazione di esclusione ai sensi dell’art. 10 bis della Legge 241/90;

- per le domande n. 723, presentata da BYLYSHI MYQEREM, n. 1064, presentata da ROSSI FRANCESCA e n. 1374 presentata da ROSELLI VINCENZO, sono pervenute da parte delle stesse richiedenti formale rinuncia al contributo per un complessivo di €. 7.000,00, documentazione conservata agli atti con nostro prot. n. PG.2019.769069 e PG.2019.768858 del 17 ottobre 2019 e PG.2019.782756 del 23 ottobre 2019;

Dato atto che:

- alla data di approvazione del presente provvedimento la procedura di esclusione di cui all’art. 10 bis della Legge 241/90 di cui all’ALLEGATO 3) parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, sono decorsi i termini di legge per la presentazione delle controdeduzioni;

- l’importo del contributo assegnato a ciascun cittadino di cui alla graduatoria allegato 2) parte integrante e sostanziale del presente provvedimento è stato attribuito sulla base della tipologia di veicolo (alimentazione) dichiarata nella domanda di contributo, fermo restando che il contributo potrà essere rideterminato o revocato qualora dalla documentazione finale (in particolare dal libretto di circolazione) dovesse risultare un tipo di alimentazione diversa;

Precisato che, qualora dagli esiti dei controlli a campione previsti all’art. 14 del Bando, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive di certificazione e d’atto di notorietà rese ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000, emergessero false dichiarazioni si procederà alla revoca del beneficio ed al recupero delle somme già versate, oltre che agli adempimenti di legge quali le segnalazioni alle competenti autorità;

Richiamate le seguenti leggi regionali:

- 27 dicembre 2018, n. 25 “DISPOSIZIONI PER LA FORMAZIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2019-2021 (LEGGE DI STABILITÀ REGIONALE 2019)” pubblicata sul B.U.R.E.R.T. del 27 dicembre 2018 n. 410;

- 27 dicembre 2018, n. 26 “BILANCIO DI PREVISIONE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 2019-2021” pubblicata sul B.U.R.E.R.T. del 27 dicembre 2018 n. 411;

- 30 luglio 2019, n. 14;

Vista la deliberazione della Giunta regionale n. 2301 del 27 dicembre 2018 avente ad oggetto “APPROVAZIONE DEL DOCUMENTO TECNICO DI ACCOMPAGNAMENTO E DEL BILANCIO FINANZIARIO GESTIONALE DI PREVISIONE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 2019-2021” e s.m.;

Dato atto pertanto che ai fini dell’attuazione del programma di ecoincentivi sono disponibili sul bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2019-2021, annualità 2019, risorse assegnabili pari a €. 4.000.000,00 iscritte come segue:

- €. 1.000.000,00 sul Capitolo 37173 “interventi per l’attuazione del Piano di azione ambientale per un futuro sostenibile: contributo ai cittadini residenti in Emilia-Romagna per la sostituzione di veicoli inquinanti con veicoli a minor impatto ambientale (artt. 70, 74, 81 e 84, D.lgs. 31 marzo 1998, n. 112 e art. 99 bis, comma 5, lett. b, L.R. 21 aprile 1999, n. 3)”;

- €. 3.000.000,00 sul Capitolo 37396 “interventi per l’attuazione del Piano di azione ambientale per un futuro sostenibile: contributo ai cittadini residenti in Emilia-Romagna per la sostituzione di veicoli inquinanti con veicoli a minor impatto ambientale (artt. 70, 74, 81 e 84, D.lgs. 31 marzo 1998, n. 112 e art. 99 bis, comma 5, lett. b, L.R. 21 aprile 1999, n. 3) – altre risorse vincolate”;

Richiamata la deliberazione di Giunta regionale n. 1051 del 24 giugno 2019 con la quale si è tra l’altro provveduto a prorogare il termine di conclusione della Fase 3 di cui al bando approvato con delibera di G.R. n. 80/2019 al 31 dicembre 2019;

Ritenuto alla luce di quanto sopra:

- di approvare l’elenco di cui all’ALLEGATO 1) parte integrante e sostanziale del presente provvedimento “Elenco complessivo delle Prenotazioni on-line acquisite dal sistema informatico – Fase 1 del Bando”, 1° Tranche;

- di approvare la prima graduatoria di cui all’ALLEGATO 2) parte integrante e sostanziale del presente provvedimento “Graduatoria delle domande ammesse a contributo – Fase 2 del Bando”, 1a Tranche, in cui sono indicati i nominativi dei beneficiari e i relativi importi del contributo, assegnato sulla base della dichiarazione della tipologia di veicolo acquistato o da acquistare, per complessivi €. 1.731.000,00;

- conseguentemente procedere alla concessione del contributo a favore dei cittadini di cui all’elenco ALLEGATO 2) parte integrante e sostanziale del presente provvedimento un importo complessivo di €. 1.731.000,00 che trova copertura finanziaria, quanto a:

- €. 1.000.000,00 sul Capitolo 37173 “Interventi per l’attuazione del Piano di azione ambientale per un futuro sostenibile: contributo ai cittadini residenti in Emilia-Romagna per la sostituzione di veicoli inquinanti con veicoli a minor impatto ambientale (artt. 70, 74, 81 e 84, D.lgs. 31 marzo 1998, n. 112 e art. 99 bis, comma 5, lett. b, L.R. 21 aprile 1999, n. 3)”;

- €. 731.000,00 sul Capitolo 37396 “interventi per l’attuazione del Piano di azione ambientale per un futuro sostenibile: contributo ai cittadini residenti in Emilia-Romagna per la sostituzione di veicoli inquinanti con veicoli a minor impatto ambientale (artt. 70, 74, 81 e 84, D.lgs. 31 marzo 1998, n. 112 e art. 99 bis, comma 5, lett. b, L.R. 21 aprile 1999, n. 3) – altre risorse vincolate”;

- di non ammettere a contributo un complessivo di n. 27 richieste, di cui all’elenco all’ALLEGATO 3) parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, per i quali sono decorsi i termini di legge per la presentazione delle controdeduzioni previsti dalla Legge 241/1990;

Dato atto:

- che il bando ecobonus approvato con la richiamata deliberazione di G.R. 1051/2019, prevede al punto 5 che al fine di poter imputare correttamente la spesa sul bilancio regionale, al momento della presentazione della fase 2 (presentazione ordine di acquisto) verrà chiesto ai cittadini di prevedere, in base alla consegna del veicolo concordata con il concessionario al momento dell’ordine, quando verrà completata la fase 3 scegliendo tra l’anno 2019 e l’anno 2020;

- che tra le 691 domande ritenute ammissibili, oggetto del presente provvedimento, risultano essere n. 21 con consegna del veicolo nel 2020, per un importo complessivo di €. 59.000,00;

Dato atto, altresì, che sulla base del percorso amministrativo contabile individuato per rendere operativa l’applicazione dei principi e postulati previsti dal D. Lgs. 118/2011 e ss.mm.ii. in tema di attivazione del Fondo Pluriennale Vincolato per la quota di €. 59.000,00 relativa alla esigibilità della spesa nell’anno 2020, di procedere alla registrazione complessiva di €. 731.000,00 con l’utilizzo delle risorse finanziarie allocate sul Capitolo 37396 del Bilancio finanziario gestionale 2019-2021, anno di previsione 2019, che presenta la necessaria disponibilità, rinviando ad un proprio successivo provvedimento le procedure di registrazione e regolarizzazione contabile;

Atteso che:

- con riferimento a quanto previsto relativamente all’imputazione della spesa dal comma 1 dell’art. 56 del D.Lgs. 118/2011 e ss.mm.ii. e dal punto 5.2 dell’allegato 4.2 al medesimo D.Lgs., secondo i termini di realizzazione e previsioni di pagamento, la spesa complessiva di € 59.000,00 di cui al presente provvedimento a carico del capitolo 37396 allocata nell’esercizio 2019 dovrà essere successivamente allocata, per il medesimo importo, nell’esercizio 2020;

- è stato accertato che i predetti termini e previsioni sono, relativamente all’anno 2019, compatibili con le prescrizioni previste all’art. 56, comma 6 del citato D. Lgs. n. 118/2011, rinviando la medesima attestazione relativa all’anno 2020 al verificarsi della condizione sopra detta;

Tenuto conto che alla liquidazione dei contributi si provvederà con successivo proprio atto secondo le modalità previste dal Bando approvato con deliberazione di Giunta regionale n. 1051 del 24 giugno 2019;

Dato atto altresì che per gli interventi di cui al presente bando la Regione ha provveduto ad acquisire un CUP unico cumulativo di progetto secondo le modalità, le forme e le procedure di cui alla delibera CIPE n. 143 del 27 dicembre 2002, successivamente integrata e modificata con la deliberazione del CIPE del 29 settembre 2004, n. 24 (CUP E45D19000210002);

Visti:

- l’art. 11 della legge 16 gennaio 2003, n. 3 recante “disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione;

- la Legge 13 agosto 2010, n. 136 “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al governo in materia di normativa antimafia” e s.m.;

- la determinazione dell’Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011, n. 4, recante: “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’art. 3 della L. 13 agosto 2010, n. 136” e s.m.;

- il D.Lgs. n. 159/2011 avente ad oggetto “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13/8/2010, n. 136” ed in particolare l’art. 83, comma 3;

- il D.Lgs. n. 218/2012 recante disposizioni integrative e correttive al D.Lgs. n. 159/2011;

- il D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118 “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e s.m.i.;

- il D.Lgs. 10 agosto 2014, n. 126 “Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42”;

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna” abrogazione della L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e della L.R. 27 marzo 1972, n. 4”, per quanto applicabile;

- la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.;

- la deliberazione della Giunta regionale n. 260 del 26 febbraio 2018 “Risultato di amministrazione presunto dell’esercizio 2017 – Aggiornamento degli allegati 7 e 14 del Bilancio di previsione 2018-2020 (Legge Regionale 27 dicembre 2017, n. 27)”;

Richiamati, in ordine agli obblighi di trasparenza:

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33, artt. 26 e 27 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e s.m.;

- n. 122 del 28 gennaio 2019 “APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE 2019-2021”;

Viste le seguenti deliberazioni della Giunta regionale:

- n. 2416 del 29 dicembre 2008, avente per oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm. per quanto applicabile;

- n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- n. 270 del 29 febbraio 2016, n. 622 del 28 aprile 2016, n. 702 del 16 maggio 2016, n. 1107 dell'11 luglio 2016 e n. 1059 del 3 luglio 2018;

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto;

Dato atto dell’allegato visto di regolarità contabile - spese;

determina:

a) di prendere atto dell’elenco di cui all’ALLEGATO 1), parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, “Elenco complessivo delle Prenotazioni on-line acquisite dal sistema informatico – Fase 1 del Bando, approvato con deliberazione di G.R. 1051/2019. 1a Tranche”;

b) di approvare la graduatoria di cui all’ALLEGATO 2), parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, “Graduatoria delle domande ammesse a contributo – Fase 2 del Bando. 1a Tranche” contenente i nominativi dei beneficiari e l’importo del contributo concesso a ciascun cittadino sulla base della tipologia di veicolo che hanno dichiarato di acquistare, per un ammontare complessivo di €. 1.731.000,00;

c) di imputare la spesa complessiva di €. 1.731.000,00:

- quanto a €. 1.000.000,00, al n. 8634 di impegno sul Capitolo 37173 “Interventi per l’attuazione del Piano di azione ambientale per un futuro sostenibile: contributo ai cittadini residenti in Emilia-Romagna per la sostituzione di veicoli inquinanti con veicoli a minor impatto ambientale (artt. 70, 74, 81 e 84, D.lgs. 31 marzo 1998, n. 112 e art. 99 bis, comma 5, lett. b, L.R. 21 aprile 1999, n. 3)” del Bilancio Finanziario Gestionale 2019-2021, anno di previsione 2019 che presenta la necessaria disponibilità, approvato con delibera di G.R. n. 2301/2018;

- quanto a €. 731.000,00, al n. 8642 di impegno sul Capitolo 37396 “Interventi per l’attuazione del Piano di azione ambientale per un futuro sostenibile: contributo ai cittadini residenti in Emilia-Romagna per la sostituzione di veicoli inquinanti con veicoli a minor impatto ambientale (artt. 70, 74, 81 e 84, D.lgs. 31 marzo 1998, n. 112 e art. 99 bis, comma 5, lett. b, L.R. 21 aprile 1999, n. 3) – ALTRE RISORSE VINCOLATE” del Bilancio Finanziario Gestionale 2019-2021, anno di previsione 2019 che presenta la necessaria disponibilità, approvato con delibera di G.R. n. 2301/2018;

d) di dare atto che sulla base del percorso amministrativo contabile individuato per rendere operativa l’applicazione dei principi e postulati previsti dal D.Lgs. 118/2011 e ss.mm.ii. in tema di attivazione del Fondo Pluriennale Vincolato per la quota di € 59.000,00 relativa alla esigibilità della spesa nell’anno 2020, di procedere alla registrazione complessiva di € 731.000,00 con l’utilizzo delle risorse finanziarie allocate sul Capitolo 37396 del Bilancio finanziario gestionale 2019-2021, anno di previsione 2019, che presenta la necessaria disponibilità, rinviando ad un proprio successivo provvedimento le procedure di registrazione e regolarizzazione contabile;

e) di dare atto che in attuazione del D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., la stringa concernente la codificazione della Transazione elementare, come definita dal citato decreto risulta essere la seguente:

- quanto al capitolo 37173

Missione 09 - Programma 08 - Codice economico U.2.03.02.01.001 - COFOG 05.3 - Transazioni UE 8 - SIOPE 2030201001 - CUP E45D19000210002 – C.I. spesa 3 – Gestione ordinaria 3

- quanto al capitolo 37396

Missione 09 - Programma 08 - Codice economico U.2.03.02.01.001 - COFOG 05.3 - Transazioni UE 8 - SIOPE 2030201001 - CUP E45D19000210002 – C.I. spesa 3 – Gestione ordinaria 3

f) di non ammettere a contributo n. 27 richieste di cui all’ALLEGATO n. 3) parte integrante e sostanziale del presente provvedimento, per le motivazioni in esso contenute, essendo ormai decorso il termine di legge per la presentazione delle controdeduzioni previste dalla L. 241/1990;

g) di dare atto che alla liquidazione del contributo provvederà con propri atti il Responsabile del Servizio Giuridico dell’Ambiente, Rifiuti, Bonifica Siti Contaminati e Servizi Pubblici Ambientali, a conclusione della fase 3 e sulla base di quanto previsto dalla normativa contabile vigente e della deliberazione della Giunta regionale n. 2416/2008 e s.m. secondo le modalità di cui al punto 11) del bando di cui alla delibera di Giunta regionale n. 1051/2019;

h) di precisare che, qualora dagli esiti dei controlli a campione previsti all’art. 14 del Bando, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive di certificazione e d’atto di notorietà rese ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000, emergessero false dichiarazioni si procederà alla revoca del beneficio ed al recupero delle somme già versate, oltre che agli adempimenti di legge quali le segnalazioni alle competenti autorità;

i) di dare atto che l’applicativo informatico per l’invio della Fase 3 “Rendicontazione dell’investimento e richiesta di liquidazione” sarà disponibile fino al 30 aprile 2020;

l) di prendere atto delle rinunce al contributo per le domande n. 723, presentata da BYLYSHI MYQEREM, n. 1064, presentata da ROSSI FRANCESCA e n. 1374 presentata da ROSELLI VINCENZO, per un complessivo di €. 7.000,00, la cui documentazione è conservata agli atti dello scrivente servizio con prot. n. PG.2019.769069 e PG.2019.768858 del 17 ottobre 2019 e PG.2019.782756 del 23 ottobre 2019;

m) di dare atto che il mancato rispetto del termine del 30 aprile 2020 di cui al precedente punto g) o l’eventuale verificarsi degli altri casi previsti dall’art. 13 del Bando comporteranno la revoca del contributo;

n) di dare atto che per gli interventi di cui al presente Bando è stato acquisito secondo quanto previsto dalla delibera CIPE n. 143 del 27 dicembre 2002 e successive modifiche e integrazioni, il seguente CUP E45D19000210002;

o) di provvedere agli obblighi di pubblicazione previsti dall’art. 26 comma 2, del D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 e alle ulteriori pubblicazioni previste dal Piano Triennale di prevenzione della corruzione ai sensi dell’art. 7 bis comma 3 del medesimo D.Lgs.;

p) di pubblicare la presente determinazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna;

q) di pubblicare il presente atto sulla pagina web regionale dedicata al Bando disponibile all’indirizzo: http://ambiente.regione.emilia-romagna.it.

La Responsabile del Servizio

Cristina Govoni

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it