E-R | BUR

n.63 del 09.03.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedura in materia di valutazione di impatto ambientale L.R. 18 maggio 1999, n. 9. Titolo III – Procedura di verifica (Screening) relativa al progetto denominato Modifica sostanziale di un impianto gestione rifiuti in Via Santerno Ammonite 425, Comune di Ravenna, con l'introduzione dell'attività di autodemolizione (R4) e l'inserimento di una nuova tipologia di rifiuto pericoloso (CER - 160104*)

L'Autorità competente Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale avvisa che, ai sensi del Titolo III della Legge Regionale 18 maggio 1999, n. 9, nonché ai sensi della L.R. 11 ottobre 2004 n. 21 sono stati depositati, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, gli elaborati progettuali per l’effettuazione della procedura di verifica (Screening), relativa al progetto di seguito indicato.

  • Denominazione del progetto: Modifica sostanziale di un impianto gestione rifiuti in Via Santerno Ammonite 425, Comune di Ravenna, con l'introduzione dell'attività di autodemolizione (R4) e l'inserimento di una nuova tipologia di rifiuto pericoloso (CER – 160104*)
  • proponente: Del Grippo Mario, sede legale Via della Resistenza, 31 Savarna (RA)
  • localizzato in Comune di Ravenna nella Provincia di Ravenna.

Il progetto appartiene alla seguente categoria di cui agli Allegati A e B alla L.R. 9/1999: B.2.68 in quanto modifica di impianto esistente rientrante nelle categorie B.2.57 e B.2.56

Il progetto prevede l'introduzione dell'attività di autodemolizione (R4) e l'inserimento di una nuova tipologie di CER pericoloso (160104*). Per la gestione delle autovetture fuori uso (CER 160104*) è prevista l'istallazione di un'isola di bonifica, al di sotto di una tettoia, per una superficie di circa 600 mq. L'attività di autodemolizione, così come proposta, prevede un'attività di disassemblaggio e bonifica dei veicoli, senza l'operazione di pressatura, dove la carcassa generata sarà destinata a ditte autorizzate al riutilizzo della stessa. La modifica richiesta riguarda pertanto solo rifiuti pericolosi. Per quanto concerne i codici CER e le attività R13/R3/R4 dello stato di fatto, non si richiede alcuna variazione rispetto a quanto attualmente autorizzato con procedura semplificata (iscrizione al registro provinciale delle imprese n. 189/2012).

Il SIA preliminare e il relativo progetto preliminare, prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica (screening), sono depositati per 45 giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel BURERT.

Tali elaborati sono inoltre disponibili nel Portale web Ambiente della Regione Emilia-Romagna ( https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavas )

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati depositati presso le seguenti sedi:

  • Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale - Viale della Fiera 8, Bologna;
  • Comune di Ravenna, Piazzale Farini, 21 - 48121 Ravenna.

Entro lo stesso termine di 45 giorni chiunque, ai sensi dell’art. 15, comma 1 della L.R. 9/1999, può presentare osservazioni all’Autorità competente Regione Emilia-Romagna al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: vipsa@postacert.regione.emilia-romagna.it .

Le osservazioni devono essere presentate anche alla struttura preposta alle autorizzazioni e concessioni dell’ARPAE al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: aoora@cert.arpa.emr.it.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it