E-R | BUR

n.82 del 04.04.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Autostrada A14 Bologna-Bari-Taranto. Ampliamento alla quarta corsia della tratta Nuovo Svincolo Ponte Rizzoli - Diramazione Ravenna - Comuni di Ozzano dell'Emilia - Castel San Pietro Terme - Dozza - Imola - Castel Bolognese - Solarolo. Avviso di deposito della documentazione di cui all’art. 16 della L. R. n. 37/2002 Regione Emilia-Romagna, modificata con L. R. n. 10/2003: Espropriazioni per pubblica utilità

Premesso

- che ai sensi della Convenzione Unica stipulata in data 12/10/2007 ed approvata con legge n. 101 del 6/6/2008, novativa e sostitutiva della Convenzione n. 230 del 4/8/1997 e successivi atti aggiuntivi, AUTOSTRADE per l’Italia S.p.A. è concessionaria per la costruzione e l’esercizio dell’autostrada A14 BOLOGNA-BARI- TARANTO;

- che, in conformità a quanto previsto dall’art. 6 comma 8 del D.P.R. 327/2001 e s. m. i., vista la circolare ANAS S.p.A. n. 7487 del 20/10/2003 ed il provvedimento del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti n. 112432 del 4/8/2011, AUTOSTRADE per l’Italia S.p.A., in qualità di concessionario, è stata delegata a svolgere le attività al riguardo previste dagli artt. 15 e 16 del D.P.R. 327/2001 e s. m. i.;

- che la Regione Emilia-Romagna, con legge n. 37 del 19/12/2002 modificata con legge n. 10 del 3/6/2003, ha dettato le disposizioni regionali in materia di espropri;

- che in data 7/3/2018 AUTOSTRADE per l’Italia S.p.A. ha comunicato, ai sensi dell’art. 16 della sopracitata legge, l’avvio del procedimento diretto all’approvazione del progetto dell’opera di cui trattasi;

- che è stata verificata, nella suddetta comunicazione, l’assenza di alcune ditte catastali, ricadenti nel Comune di Ozzano dell’Emilia, interessate dall’intervento;

- che si rende pertanto necessario integrare la comunicazione del 7/3/2018.

Tutto ciò premesso

AUTOSTRADE per l’Italia S.p.A. con sede legale in Via A. Bergamini n.50 – 00159 ROMA

comunica, ai sensi dell’art. 16 della sopra citata legge, l’avvio del procedimento diretto all’approvazione del progetto esecutivo dell’opera di cui trattasi anche nei confronti delle sotto indicate ditte.

A tal fine è depositato:

  • il progetto completo di tutti gli elaborati, presso la propria Unità Espropri in Via A. Bergamini n. 50 - 00159 ROMA;
  • il progetto con gli elaborati essenziali (Relazione tecnico - descrittiva, Planimetria stato di fatto, Planimetria di progetto, Sezioni tipo, Piani particellari ed Elenco ditte da espropriare e/o occupare e/o asservire ) revisionati, presso la segreteria del Comune di Ozzano dell’Emilia.

Si precisa che il vincolo espropriativo, ai sensi dell’art. 11 comma 1 della sopra citata legge, è derivato dagli esiti finali della Conferenza di Servizi del 14/7/2016 e della successiva Intesa Stato Regione n. 2337 del 6/3/2017.

L’approvazione del progetto esecutivo comporterà la dichiarazione di pubblica utilità dell’opera.

In aggiunta a quanto precedentemente comunicato, tutti gli atti della procedura espropriativa sono disposti nei confronti dei soggetti risultanti proprietari secondo i registri catastali di seguito riportati:

SVINCOLO OZZANO - CANTIERE

Comune di OZZANO DELL'EMILIA:

COMUNE OZZANO EMILIA con sede in OZZANO DELL'EMILIA Fg. 17 Mapp. 847 - FUTURA COSTRUZIONI S.r.l. con sede in BOLOGNA Fg. 17 Mappali 673, 818, 822, 826, 827 - REALE COLLEGIO DI SPAGNA con sede in BOLOGNA Fg. 17 Mappali 146, 476, 479, 813, 816, 821, 848.

La durata del deposito è di venti giorni decorrenti dal 4/4/2018, giorno di pubblicazione del presente avviso sul quotidiano sul quotidiano “Il Resto del Carlino” e sui siti informatici della Regione Emilia-Romagna ( http://bur.regione.emilia-romagna.it) e di AUTOSTRADE per l’Italia S.p.A. (www.autostrade.it).

Negli ulteriori venti giorni, successivi alla scadenza del termine del deposito, i proprietari delle aree sottoposte a vincolo espropriativo e coloro ai quali, pur non essendo proprietari, possa derivare un pregiudizio diretto dall’atto che comporta la dichiarazione di pubblica utilità, possono presentare osservazioni in forma scritta a mezzo raccomandata A. R. inviandole ad AUTOSTRADE per l’Italia S.p.A. – Via A. Bergamini n.50 – 00159 ROMA.

Responsabile del Procedimento Espropriativo è il Dott. Ing. Carlo Miconi – CGNO/DIRO/ECP/EPR.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it