E-R | BUR

n. 255 del 21.11.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Piano Urbanistico Attuativo di Iniziativa Privata in variante al PRG ai sensi dell'art. 15 della L.R. 47/78 per l’intervento di ristrutturazione urbanistica di parte dei lotti all'interno del Polo Funzionale in località Capanni. Controdeduzioni alle osservazioni ed approvazione

IL CONSIGLIO COMUNALE

(omissis) delibera

:

1. Di considerare la premessa narrativa quale parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

2. Di controdedurre alle osservazioni presentate come proposto dalla relazione allegata al presente provvedimento che ne forma parte integrante e sostanziale;

3. Di prendere atto:

  • dell'esito della valutazione preventiva così come da delibera di Giunta provinciale n. 388 del 9/10/2012 con la quale si esclude la variante in oggetto dalla procedura di cui agli articoli da 13 a 18 del D.Lgs. 152/2006 come modificato dal D.Lgs. 4/2008 alle condizioni tutte in essa riportate;
  • della Delibera di Giunta Comunale n. 133 del 16/10/2012 con la quale si è esclusa l’applicazione della categoria di screening per il progetto in parola sotteso alla ristrutturazione urbanistica alle condizioni tutte in essa riportate;
  • del fatto che il Piano Urbanistico Attuativo contiene anche l'indicazione delle tipologie edilizie previste per i successivi interventi edilizi allo stesso sottesi e che pertanto sarà possibile procedere, ai sensi dell'art. 8 della L.R. 31/2002 e ss.mm.i., mediante titolo autodichiarato (D.I.A.); qualora le tipologie dovessero essere modificate rispetto a quelle presentate in sede di approvazione del PUA occorrerà procedere con la richiesta di Permesso dì Costruire anziché con D.I.A.;

4. Di approvare, ai sensi dell’art. 15 della L.R. 47/78 ed in base a quanto previsto in via transitoria dall'art. 41, comma 2, lettera C, della L.R. 20/2000 e successive modifiche ed integrazioni, il Piano Urbanistico Attuativo di iniziativa privata in variante al PRG per l’intervento di ristrutturazione urbanistica di parte dei lotti all'interno del Polo Funzionale in località Capanni, costituito dai seguenti elaborati prodotti in triplice copia:

R1 RELAZIONE TECNICA GENERALE

R2 SCHEMA CONVENZIONE

R3 NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE

R4 RELAZIONE PRELIMINARE GEOTECNICA

R5 DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

R6 VISURE CATASTALI

R7 REGOLAMENTO INTERNO AREA COMMERCIALE

TAV 1 STRALCIO PRG E SOVRAPPOSIZIONE PRG –CATASTALE

TAV 1.1 STRALCIO PIANO DI BACINO E TIRANTE IDRICO

TAV 2 LIMITE AMBITO DEL PIANO CON ELENCO PARTICELLE

TAV 3 ZONIZZAZIONE STATO DI FATTO - PROGETTO

TAV 4 PLANIMETRIA GENERALE STATO DI FATTO

TAV 5 PLANIMETRIA GENERALE PROGETTO

TAV 6 VIABILITA' E PARCHEGGI PUBBLICI - STATO DI FATTO

TAV 7 VIABILITA' E PARCHEGGI PUBBLICI - PROGETTO

TAV 8 PIANO PARTICELLARE PERMUTE E RICOLLOCAMENTO SPAZI PUBBLICI

TAV 9 VERIFICA STANDARD E PARCHEGGI PERTINENZIALI

TAV 10 SUPERFICI UTILE E COPERTA - AUTORIZZATO/SDF PPIPb 1990

TAV 10.1 SUPERFICI UTILE E COPERTA - SDF/PROGETTO PPIPb 1990

TAV 11 SUPERFICI UTILE E COPERTA - AUTORIZZATO/SDF PUA IN VARIANTE AL PRG

TAV 11.1 SUPERFICI UTILE E COPERTA - SDF/PROGETTO PUA IN VARIANTE AL PRG

TAV 12 VERIFICA SUP. UTILE E COPERTA SDF/PROGETTO: EX AMBITO GE.CO

TAV 12.1 VERIFICA SUP. UTILE E COPERTA SDF/PROGETTO: AMBITO CENTRO COMM.LE 

TAV 13 PLANOVOLUMETRICO DI PROGETTO

TAV 14.1 SCHEMI TIPOLOGICI CENTRO COMMERCIALE

TAV 14.2 SCHEMI TIPOLOGICI EX PARCO COMMERCIALE

TAV 14.3 PROSPETTO PRINCIPALE CENTRO COMMERCIALE

TAV 14.4 FOTOSIMULAZIONE PROGETTO

TAV 15 SAGOMA MAX INGOMBRO ACCORPAMENTO

TAV 16 VERIFICA SUPERFICIE FONDIARIA PPIPb -PUA

TAV 17 RILIEVO PLANOALTIMETRICO AMBITO DI INTERVENTO

TAV 18 PERCORSI UTENZA DEBOLE

TAV 19 FASI DI CANTIERE E CRONOPROGRAMMA DELLE OPERE

TAV 20 PLANIMETRIA - ACQUE METEORICHE DI PROGETTO

TAV 21 INDIVIDUAZIONE AREE ART.19 DELLA CONVENZIONE

OPERE DI URBANIZZAZIONE - PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO

TAV U R1 RELAZIONE TECNICA GENERALE

TAV U R2 RELAZIONE DI CUI ALL'ART. 166 DEL CODICE APPALTI

TAV U R3 RELAZIONI SPECIALISTICHE, PROGETTO DI GESTIONE E MONITORAGGIO AMBIENTALE

TAV U R4 RELAZIONE TECNICA IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE ESTERNA

TAV U R5 RELAZIONE TECNICA RETE ACQUE BIANCHE

TAV U R6 PIANO DI MANUTENZIONE

TAV U R7 PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO

TAV U R8 STIMA DELL’INCIDENZA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

TAV U R9 FASCICOLO DELL'OPERA

TAV U R10 ELENCO PREZZI UNITARIO

TAV U R11 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

TAV U R12 QUADRO ECONOMICO

TAV U R13 PIANO PARTICELLARE

TAV U R14 CRONOPROGRAMMA

TAV U R15 CAPITOLATO SPECIALE E NORME TECNICHE DI ESECUZIONE

TAV U R16 STIMA DELL’INCIDENZA DEI COSTI DELLA MANODOPERA

TAV U 1 PLANIMETRIA GENERALE OO.UU.: INDIVIDUAZIONE DELLE AREE DI INTERVENTO

TAV U 1.1 ASSETTO GENERALE DELLA VIABILITA' E SENSI DI CIRCOLAZIONE

TAV U 2 PLANIMETRIA GENERALE OO.UU.: PARTICOLARE SEZIONI STRADALI

TAV U 3 PLANIMETRIA GENERALE OO.UU.: IDENTIFICAZIONE ROTATORIE - PIANTE E SEZIONI

TAV U 4 PLANIMETRIA GENERALE OO.UU.: INDIV. AREE DI BONIFICA E RIF. ASFALTO E MARCIAPIEDI

TAV U 5 VIABILITA' E PARCHEGGI PUBBLICI PLANIMETRIA - IMPIANTO DI ILLUMINAZIONE ESTERNA

TAV U 5.1 VIABILITA' E PARCHEGGI PUBBLICI: QUADRO ELETTRICO ILLUMINAZIONE ESTERNA

TAV U 6 VIABILITA' E PARCHEGGI PUBBLICI PLANIMETRIA - RETE ACQUE BIANCHE

TAV U 7 RILIEVO PLANOALTIMETRICO AMBITO DI INTERVENTO

OPERE DI COMPENSAZIONE – PROGETTO DEFINITIVO-ESECUTIVO

TAV C R1 RELAZIONE TECNICA GENERALE

TAV C R2 RELAZIONE DI CUI ALL'ART. 166 DEL CODICE APPALTI

TAV C R3 RELAZIONI SPECIALISTICHE, PROGETTO DI GESTIONE E MONITORAGGIO AMBIENTALE

TAV C R4 RELAZIONE TECNICA ILLUMINAZIONE PISTA CICLABILE LATO STRADA STATALE N.16

TAV C R5 PIANO DI MANUTENZIONE

TAV C R6 PIANO DI SICUREZZA E DI COORDINAMENTO

TAV C R7 STIMA DELL’INCIDENZA DEI COSTI DELLA SICUREZZA

TAV C R8 FASCICOLO DELL'OPERA

TAV C R9 ELENCO PREZZI UNITARIO

TAV C R10 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

TAV C R11 QUADRO ECONOMICO

TAV C R12 PIANO PARTICELLARE

TAV C R13 CRONOPROGRAMMA

TAV C R14 CAPITOLATO SPECIALE E NORME TECNICHE DI ESECUZIONE

TAV C R15 STIMA DELL’INCIDENZA DEI COSTI DELLA MANODOPERA

TAV C 1 PLANIMETRIA GENERALE CON INDIVIDUAZIONE DELLE AREE DI INTERVENTO

TAV C 2 PISTA CICLABILE LATO STRADA STATALE N. 16

TAV C 2.1 ILLUMINAZIONE PISTA CICLABILE LATO STRADA STATALE N. 16

TAV C 3 PONTE CICLABILE SUL CANALE DI SCOLO FOSSATONE: STATO DI FATTO E SEZIONE

TAV C 3.1 PONTE CICLABILE SUL CANALE DI SCOLO FOSSATONE: ESECUTIVO SPALLA IN C.A.

TAV C 3.2 PONTE CICLABILE SUL CANALE DI SCOLO FOSSATONE: ESECUTIVI OPERE

TAV C 4 PERCORSO CICLO-PEDONALE VIA RUBICONE DESTRA

TAV C 4.1 PERCORSO CICLO-PEDONALE VIA RUBICONE DESTRA: OPERE IN C.A.

TAV C 4.2 SISTEMAZIONE VIA CAPANNI INTERNA: STATO DI FATTO

TAV C 4.3 SISTEMAZIONE VIA CAPANNI INTERNA: PROGETTO

TAV C 5 SISTEMA DEGLI ATTRAVERSAMENTI CICLABILI SULLA VIABILITA' PUBBLICA

TAV C 6 RILIEVO PLANOALTIMETRICO AMBITO DI INTERVENTO

VALUTAZIONE AMBIENTALE:

RAPPORTO AMBIENTALE – VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA’ A VAS (SCREENING)

VARIANTE DI PRG:

RELAZIONE DI VARIANTE per l’intervento di ristrutturazione urbanistica

STRALCIO CARTOGRAFICO DEL PRG VIGENTE (scala 1:5000)

STRALCIO CARTOGRAFICO DEL PRG - PROPOSTA DI MODIFICA per l’intervento di ristrutturazione urbanistica (scala 1:5000)

TAVOLA SINOTTICA

5. Di dare atto che:

  • una copia della Relazione di Variante per l’intervento di ristrutturazione urbanistica di cui al punto 4 viene materialmente allegata alla presente deliberazione per formarne parte integrante e sostanziale;
  • gli elaborati di cui al punto 4, ad esclusione della Relazione di Variante, pur se non materialmente allegati alla presente sono conservati presso l'ufficio competente, per formarne parte integrante e sostanziale;

6. Di dare altresì atto che:

  • le modifiche proposte al Piano Regolatore Generale vigente attraverso la presente variante, risultano conformi alla variante urbanistica approvata dal C.C. n. 78 del 27/9/2012, rimanendo peraltro nell’alveo della variante ex art. 15 della L.R. 47/78 e s.m.i.;
  • dall’approvazione del presente provvedimento scaturisce la piena efficacia del provvedimento di sdemanializzazione e declassificazione del tratto stradale di via Marco Polo, come individuata alla Tav. n. 3 “Zonizzazione stato di fatto-progetto” secondo quanto previsto dal DPR. 495/92 e dalla L.R. n. 35/94;

7. Di dare mandato al Settore Lavori Pubblici e Servizi Manutentivi, Pianificazione Territoriale e Ambiente di procedere nell'iter amministrativo al fine di portare a compimento ed approvazione la variante;

8. Di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile, ai sensi dell'art. 134, comma 4, del D. Lgs. n. 267 del 18/8/2000.

 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it