E-R | BUR

n.295 del 05.10.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Nomina di componenti del Comitato di gestione del Fondo speciale per il volontariato dell'Emilia-Romagna ai sensi della L.R. n. 12/2005 e delega alla Vicepresidente Gualmini Elisabetta a far parte dello stesso Comitato

IL PRESIDENTE

Visto il Decreto del Ministro del Tesoro di concerto con il Ministro della Solidarietà sociale del 8/10/1997 “Modalità per la costituzione dei fondi speciali per il volontariato presso le regioni”, secondo cui ogni fondo speciale è amministrato da un comitato di gestione composto:

a) da un membro in rappresentanza della regione competente, designato secondo le previsioni delle disposizioni regionali in materia;

b) da quattro rappresentanti delle organizzazioni di volontariato - iscritte nei registri regionali - maggiormente presenti nel territorio regionale, nominati secondo le previsioni delle disposizioni regionali in materia;

c) da un membro nominato dal Ministro per la solidarietà sociale;

d) da sette membri nominati dagli enti e dalle casse di cui all'art. 1, comma 1, del su richiamato decreto;

e) da un membro nominato dall'Associazione fra le casse di risparmio italiane;

f) da un membro in rappresentanza degli enti locali della regione, nominato secondo le previsioni delle disposizioni regionali in materia;

Dato atto che ai sensi dell'art. 19 della L.R. 21 febbraio 2005, n. 12, così come modificato con L.R. n. 8/2014, partecipano al Comitato di gestione i seguenti componenti di nomina regionale:

  • il Presidente della Giunta regionale o un suo delegato;
  • un rappresentante degli enti locali, nominato dal Presidente della Giunta regionale su designazione del Consiglio delle Autonomie locali;
  • quattro rappresentanti delle organizzazioni di volontariato iscritte nel registro regionale, nominati dal Presidente della Giunta regionale su designazione delle stesse organizzazioni secondo procedure che garantiscano un sistema articolato su più livelli territoriali e adeguate forme di partecipazione e rappresentanza delle organizzazioni medesime; 

Preso atto che ai sensi del DM 08/10/1997 su richiamato il Comitato di gestione di cui sopra resta in carica per un biennio, decorrente in ogni caso dal giorno successivo alla scadenza del mandato previsto per il comitato precedente; 

Preso atto che il Comitato di gestione del fondo speciale per il volontariato dell'Emilia-Romagna in carica per il biennio 2014- 2016 è scaduto il 28 febbraio 2016; 

Considerato pertanto necessario provvedere alle nuove nomine di competenza regionale; 

Preso atto della nota del 15/06/2016, conservata agli atti con prot. n. PG/2016/455369 del 16/06/2016, con cui il Consiglio della Autonomie locali (CAL) ha comunicato la designazione del dott. Roberto Visani, Vicesindaco e Assessore del Comune di Imola quale proprio rappresentante da nominare quale membro del Comitato di gestione del fondo speciale per il volontariato; 

Considerato opportuno conferire la delega di cui al già richiamato art. 19 della L.R. n. 12/2005 alla Vicepresidente Assessore al Welfare e alle Politiche abitative, Gualmini Elisabetta; 

Preso atto che, ai sensi della deliberazione della Giunta regionale n. 948 del 05/07/2010 “Modalità di organizzazione e funzionamento della Conferenza regionale del volontariato di cui all’art. 20 della L.R. n. 12/2005”, le designazione dei rappresentanti delle organizzazioni di volontariato iscritte è avvenuta su iniziativa della componente del volontariato dei Comitati paritetici provinciali di cui all’art. 23 della L.R. n. 12/2005, riuniti in collegi interprovinciali su convocazione dell’Osservatorio regionale del volontariato di cui all’art. 22 della citata legge regionale; 

Preso atto dei verbali delle riunioni avvenute a livello collegiale conservati agli atti del Servizio Coordinamento politiche sociali e socio educative. Programmazione e sviluppo del sistema dei servizi; 

Preso atto che:

  • per quanto riguarda il Collegio interprovinciale di Piacenza e Parma è stato designato il signor Pasini Roberto;
  • per quanto riguarda il Collegio interprovinciale di Bologna e Ferrara è stata designata la signora Zanasi Cristina;

Preso atto che per entrambe le persone su indicate l’Osservatorio regionale ha verificato l’assenza di situazioni di incompatibilità o ineleggibilità; 

Preso atto, per quanto riguarda il Collegio interprovinciale di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini, che l'Osservatorio regionale ha sollevato eccezione sulla designazione, essendo la persona individuata anche dipendente regionale della Direzione Generale cura della persona, salute e welfare e che per prassi, la Regione è rappresentata nel Comitato dall’Assessore al welfare; 

Valutato che, sulla base della segnalazione dell'Osservatorio regionale e della documentazione conservata agli atti della struttura regionale competente, appare inopportuna dunque la designazione proposta, in quanto non consente di garantire pienamente la separazione dei ruoli che i singoli rappresentanti sono chiamati a ricoprire all’interno del Comitato e di evitare possibili situazioni di conflitto; 

Dato atto pertanto che si è reso necessario nominare componente del Comitato di gestione il signor Morolli Matteo, risultato secondo nelle indicazioni espresse dal Collegio interprovinciale di Forlì-Cesena, Ravenna e Rimini; 

Dato atto che per quanto riguarda la nomina del rappresentante del volontariato espresso dal Collegio interprovinciale di Reggio Emilia e Modena sono in atto ulteriori accertamenti al fine di verificare, ai sensi della già citata DGR n. 948/2010, l’esatto svolgimento delle procedure per l’individuazione del candidato; Vista la deliberazione della Giunta regionale n. 2416/2008 e successive modifiche; 

Dato atto del parere allegato al presente provvedimento; 

decreta: 

  1. di delegare la Vicepresidente Assessore al Welfare e alle Politiche abitative, Gualmini Elisabetta, a partecipare quale membro al Comitato di gestione del fondo speciale per il volontariato dell'Emilia-Romagna in rappresentanza della Regione;
  2. di nominare quale membro del Comitato di gestione del fondo speciale per il volontariato per l’Emilia-Romagna il dott. Visani Roberto in rappresentanza degli Enti locali;
  3. di nominare, per le motivazioni espresse in premessa, quali membri del Comitato di gestione del fondo speciale per il volontariato per l’Emilia-Romagna i signori Pasini Roberto, Zanasi Cristina e Morolli Matteo in rappresentanza delle organizzazioni di volontariato iscritte;
  4. di rimandare, per le motivazioni espresse in premessa, ad altro successivo provvedimento la nomina del quarto rappresentante delle organizzazioni di volontariato designato dal Collegio interprovinciale di Reggio Emilia - Modena; 
  5. di trasmettere il presente decreto alle persone interessate, al Comitato di gestione, all'Osservatorio nazionale per il volontariato, alla Conferenza regionale del Terzo settore e, per il tramite di quest’ultima, all’Osservatorio regionale del volontariato;
  6. di pubblicare il presente decreto nel BURERT.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it