E-R | BUR

n.113 del 20.05.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Ricostituzione del Consiglio delle Autonomie locali e nomina dei componenti di diritto

IL PRESIDENTE

Richiamata la L.R. 9 ottobre 2009, n. 13 “Istituzione del Consiglio delle Autonomie locali”;

Visti in particolare:

- l’art. 2 c. 2 della citata legge che dispone che sono componenti di diritto del Consiglio delle Autonomie locali (CAL) i Presidenti delle Province, i Sindaci dei Comuni capoluogo e i Sindaci dei Comuni con più di 50.000 abitanti;

- l’art. 2 c. 3 che sono componenti elettivi ventidue sindaci di comuni non capoluogo fino a 50.000 abitanti di cui la metà appartenenti a Comuni montani, come individuati ai sensi dell’art. 1, c. 5 della L.R. n. 2/2004, eletti secondo le procedure di cui all’art. 3;

- l’art. 5 c. 1 che dispone che "i componenti del CAL decadono nell’ipotesi di cessazione, per qualsiasi causa, dalla carica di sindaco o di presidente di Provincia. La decadenza è dichiarata dal presidente della Regione con proprio decreto, su proposta del Presidente del CAL";

- l’art. 5 c. 2 che dispone che “il CAL viene rinnovato per la quota di componenti di cui all’articolo 3 entro novanta giorni dalle elezioni amministrative concernenti più della metà dei Comuni della regione”;

- l’art. 5 c. 3 che dispone che “nell’ipotesi di decadenza nel corso della legislatura regionale di uno dei componenti elettivi, il presidente della Regione dichiara eletto e nomina, in sostituzione, il primo dei candidati presenti nella graduatoria di cui all’art. 3, comma 5, rispettando il rapporto tra Comuni montani e non montani";

- l’art. 5 c. 6 che dispone che “se cessa dalla carica un componente di diritto subentra allo stesso il nuovo sindaco o presidente di Provincia”;

- l’art. 84 “Disposizioni transitorie per il funzionamento del Consiglio delle Autonomie locali” della legge regionale n. 7 del 27/06/2014 che dispone che “nelle more dell’attuazione della Legge 7 aprile 2014, n. 56 (Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle province, sulle unioni e sulle fusioni di comuni) e comunque non oltre il 31 dicembre 2014, il Consiglio delle Autonomie locali, istituito con le Legge regionale 9 ottobre 2009, n. 13 (Istituzione del Consiglio delle Autonomie locali) opera validamente composto dai membri di diritto”;

- l’art. 11 “Norme transitorie sul Consiglio delle Autonomie locali” della L.R. n. 2 del 30/04/2015 “Disposizioni collegate alla Legge Finanziaria per il 2015”, che dispone che:

“1. Nelle more di una riforma organica del Consiglio delle autonomie locali (CAL), connessa all’attuazione del riordino delle funzioni della Regione e degli Enti locali, il CAL opera validamente nella composizione transitoria già prevista dall’art. 84 della legge regionale 27/06/2014 n. 7 (Legge comunitaria regionale per il 2014). Il Presidente della Giunta regionale adotta il decreto di nomina dei membri di diritto e lo trasmette al Presidente dell’Assemblea legislativa regionale il quale provvede a convocare la prima seduta.

2. Alla luce della legge 7 aprile 2014, n. 56 (Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle province, sulle unioni e sulle fusioni di comuni), i componenti di diritto del CAL, già previsti all’art. 2, comma 2 della legge regionale 9 ottobre 2009 n. 13 (Istituzione del Consiglio delle Autonomie locali, risultano essere i seguenti:

a) il sindaco della città metropolitana;

b) i presidenti delle province;

c) i sindaci dei comuni capoluogo e dei comuni con più di 50.000 abitanti.

3. Ogni componente del CAL ha diritto ad un voto.”

Richiamati i propri decreti:

- n. 281 del 19 ottobre 2009 relativo alla nomina dei componenti di diritto del CAL di cui all’art. 2 c. 2 della L.R. 13/2009;

- n. 129 del 30/06/2014 relativo alla dichiarazione di decadenza di componenti del Consiglio delle Autonomie locali a seguito di cessazione dalla carica e nomina in sostituzione di nuovi componenti;

- n.198 del 24/10/2014 relativo alla decadenza di componenti delle Autonomie locali a seguito della cessazione dalla carica e nomina in sostituzione dei nuovi componenti;

Ritenuto di procedere, ai fini della ricostituzione dell'organo, alla nomina, quali componenti di diritto del CAL, dei signori:

- Virginio Merola Sindaco di Bologna e della Città metropolitana

- Tiziano Tagliani Sindaco di Ferrara e Presidente della Provincia di Ferrara

- Filippo Fritelli Presidente della Provincia di Parma

- Giancarlo Muzzarelli Sindaco di Modena e Presidente della Provincia di Modena

- Giammaria Manghi Presidente della Provincia di Reggio Emilia

- Francesco Rolleri Presidente della Provincia di Piacenza

- Davide Drei Sindaco di Forlì e Presidente della Provincia di Forlì-Cesena

- Andrea Gnassi Sindaco di Rimini e Presidente della Provincia di Rimini

- Claudio Casadio Presidente della Provincia di Ravenna

- Federico Pizzarotti Sindaco di Parma

- Paolo Dosi Sindaco di Piacenza

- Luca Vecchi Sindaco di Reggio Emilia

- Fabrizio Matteucci Sindaco di Ravenna

- Bellelli Alberto Sindaco di Carpi

- Giovanni Malpezzi Sindaco di Faenza

- Daniele Manca Sindaco di Imola

- Paolo Lucchi Sindaco di Cesena

Dato atto del parere allegato;

decreta: 

Per le motivazioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate, di ricostituire il CAL nominando i signori:

- Virginio Merola Sindaco di Bologna e della Città metropolitana

- Tiziano Tagliani Sindaco di Ferrara e Presidente della Provincia di Ferrara

- Filippo Fritelli Presidente della Provincia di Parma

- Giancarlo Muzzarelli Sindaco di Modena e Presidente della Provincia di Modena

- Giammaria Manghi Presidente della Provincia di Reggio Emilia

- Francesco Rolleri Presidente della Provincia di Piacenza

- Davide Drei Sindaco di Forlì e Presidente della Provincia di Forlì-Cesena

- Andrea Gnassi Sindaco di Rimini e Presidente della Provincia di Rimini

- Claudio Casadio Presidente della Provincia di Ravenna

- Federico Pizzarotti Sindaco di Parma

- Paolo Dosi Sindaco di Piacenza

- Luca Vecchi Sindaco di Reggio Emilia

- Fabrizio Matteucci Sindaco di Ravenna

- Bellelli Alberto Sindaco di Carpi

- Giovanni Malpezzi Sindaco di Faenza

- Daniele Manca Sindaco di Imola

- Paolo Lucchi Sindaco di Cesena

componenti di diritto del Consiglio delle Autonomie locali.

Il presente decreto verrà pubblicato in forma integrale nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it