E-R | BUR

n.24 del 04.02.2015 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Avviso pubblico per l'aggiornamento dell'elenco di idonei alla nomina a Direttore generale di Aziende Sanitarie e IRCCS di diritto pubblico

Si comunica che il Direttore generale Sanità e Politiche Sociali in data 30 dicembre 2014 con atto n. 19203 ha determinato di emettere l'“Avviso pubblico per l'aggiornamento dell'elenco di idonei alla nomina a Direttore generale delle Aziende Sanitarie Regionali e IRCCS di diritto pubblico”.

Il Responsabile del Servizio

Giampiero Cilione

Avviso pubblico per l’aggiornamento dell’elenco di idonei alla nomina a Direttore Generale delle Aziende sanitarie regionali e IRCCS di diritto pubblico.

Art. 1

1. La Regione, ai sensi dell’art. 3-bis del D. Lgs. 502/92, come modificato dal D.L. 13 settembre 2012, n. 158, convertito in legge con modificazioni dalla legge 8 novembre 2012, n. 189, indice un pubblico avviso per l’aggiornamento dell’elenco di idonei alla nomina a Direttore Generale di Aziende sanitarie e IRCCS di diritto pubblico.

2. L’elenco, a seguito dell’aggiornamento, sarà costituito, oltre che dai nominativi già presenti, anche dai nominativi dei soggetti che, avendo presentato valida domanda a seguito del presente avviso pubblico, risultino in possesso dei requisiti di legge e siano stati valutati idonei dall’apposita Commissione.

3. Coloro che già sono inclusi nell’elenco approvato con determina dirigenziale n. 16432 del 11/12/2013 non devono ripresentare alcuna domanda. Possono, eventualmente, integrare le domande già presentate e/o la documentazione trasmessa a corredo delle domande stesse. Nei confronti di coloro che sono già inclusi nell'elenco, si provvederà ad acquisire le informazioni relative all'avvenuto collocamento in quiescenza o al collocamento in quiescenza nel corso del 2015, nonché sulle ulteriori cause ostative previste dalla normativa vigente.

Art. 2

1. I candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

a) diploma di laurea magistrale o diploma di laurea del vecchio ordinamento;

b) adeguata esperienza dirigenziale, almeno quinquennale nel campo delle strutture sanitarie o settennale negli altri settori, con autonomia gestionale e con diretta responsabilità delle risorse umane, tecniche o finanziarie.

Art. 3

1. Coloro che aspirano ad essere inseriti nell’elenco devono presentare apposita domanda, in conformità al presente avviso pubblico.

2. Ai sensi dell’art. 38, comma 3, del DPR 445/2000 la domanda va sottoscritta in presenza del dipendente addetto ovvero va sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica, non autenticata, di un documento di identità del sottoscrittore.

3. La domanda, rivolta al Presidente della Giunta Regionale, va indirizzata alla Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali della Regione Emilia-Romagna - Viale Aldo Moro n.21 - 40127 Bologna - indicando, nell'indirizzo, AVVISO PUBBLICO PER DIRETTORI GENERALI e deve pervenire entro le ore 14 del trentesimo giorno a decorrere dalla data successiva a quella di pubblicazione del presente avviso sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica.

4. Qualora il termine dovesse cadere di sabato o in giornata festiva, il termine stesso si intende prorogato alle ore 14 del primo giorno seguente non festivo.

Il termine suddetto è perentorio a pena di inammissibilità della domanda.

5. I soggetti interessati possono presentare domanda di partecipazione alla presente procedura tramite le seguenti modalità:

  •  invio a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento nel qual caso si considererà valida la data in cui la domanda sarà effettivamente pervenuta e non quella di spedizione; alla domanda deve essere allegata la copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità;
  • consegna a mano presso il Protocollo della Direzione generale Sanità e Politiche Sociali - Viale A. Moro n.21 VII piano stanza n. 705, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 14.00;
  • invio per via telematica, tramite PEC o posta elettronica ordinaria al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: segrpss@postacert.regione.emilia-romagna.it, con indicazione dell’oggetto;

In questo caso la domanda, il curriculum e tutte le dichiarazioni devono essere file distinti, possibilmente in formato “pdf”,

  • sottoscritti con firma digitale valida, rilasciata da un certificatore accreditato (la lista è disponibile all’indirizzo http://www.digitpa.gov.it/firma-digitale/certificatori-accreditati/certificatori-attivi ), con firma in formato “.p7m” o in formato “.pdf” con firma embedded;

ovvero

  • sotto forma di scansione di originali analogici firmati in ciascun foglio; all’invio deve essere inoltre allegata la scansione di un documento di identità valido.

Se il messaggio proviene da una casella di posta elettronica certificata (PEC) oppure è inviato da una casella di posta non certificata fa fede la data di arrivo alla casella di posta elettronica certificata dell’Amministrazione.

6. La domanda deve contenere le seguenti informazioni e dichiarazioni sostitutive di certificazioni e di atto notorio, rese dall’interessato, sotto la propria responsabilità, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR n. 445/2000, e nella consapevolezza delle sanzioni previste dall’art. 76 del medesimo DPR:

a) nome e cognome;

b) data e comune di nascita, luogo di residenza;

c) laurea magistrale del nuovo ordinamento o diploma di laurea del vecchio ordinamento posseduto;

d) di possedere adeguata esperienza dirigenziale con autonomia gestionale e con diretta responsabilità delle risorse umane, tecniche o finanziarie per almeno cinque anni nel campo delle strutture sanitarie o per almeno sette anni negli altri settori;

e) professione svolta attualmente e/o l’avvenuto collocamento in quiescenza o collocamento in quiescenza nel corso dell'anno 2015;

f) codice fiscale;

g) indirizzo al quale devono essere inviate eventuali comunicazioni, se diverso da quello di residenza e i recapiti telefonici o e-mail presso i quali possono essere contattati;

h) di non trovarsi in alcuna delle cause ostative di cui: all'art. 3, comma 11, del D. Lgs. 502/92 e successive modificazioni; degli artt. 7 e 8 del D.Lgs 31.12.2012, n. 235; agli artt. 3, 5, 8, del D. lgs 39/2013;

i) di essere a conoscenza delle cause di incompatibilità previste dall'art. 10, del D. Lgs. 39/2013.

7. Chiunque nella dichiarazione esponga fatti non conformi al vero è punibile, ai sensi dell'art. 1, comma 1, del D.L. n. 512/1994, convertito in L. 17 ottobre 1994, n. 590, con la reclusione da sei mesi a tre anni.

8. Alla domanda devono essere allegati, a pena di inammissibilità:

a.1) il curriculum datato e firmato, predisposto secondo il formato europeo in cui si evidenzi, in particolare, il possesso dei requisiti previsti dall’art. 3-bis del D.Lgs. 502/92 e s.m. e l’indicazione dell’eventuale possesso del certificato di frequenza del corso di formazione in materia di sanità pubblica e di organizzazione e gestione sanitaria, di cui all’art. 3-bis, comma 4, del D. Lgs. n. 502/92 e s.m.;

a.2) una versione del medesimo curriculum che sarà pubblicato sul portale del Servizio Sanitario Regionale dell’Emilia-Romagna: www.saluter.it. I candidati dovranno porre particolare attenzione ai dati personali contenuti nel curriculum inviato per la sola pubblicazione, in modo tale che gli stessi risultino pertinenti e non eccedenti rispetto alla finalità della pubblicazione stessa. Non dovranno, pertanto, essere indicati recapiti e informazioni personali;

b) la scheda illustrativa in ordine al possesso dei requisiti, redatta secondo lo schema allegato al presente avviso, datata e firmata.

9. In caso di invio telematico, la domanda e i documenti di cui ai punti a.1), a.2) e b) devono essere inviati come file distinti.

Art. 4

1. Il Servizio Relazioni con gli Enti del SSR, Sistemi Organizzativi e Risorse Umane in Ambito Sanitario e Sociale. Supporto Giuridico della Direzione generale Sanità e Politiche Sociali provvede alla verifica formale in ordine alla completezza e regolarità delle domande sulla base dei requisiti di legge di cui al precedente art. 2 e provvede alla formulazione di un elenco di ammessi alla selezione, trasmettendo gli atti alla Commissione, di cui al successivo art. 5.

Art. 5

1. Ai fini dello svolgimento della selezione e dell’individuazione dei candidati idonei a ricoprire l’incarico di direttore generale, la Giunta regionale si avvale dell’apposita Commissione costituita con deliberazione della Giunta regionale composta ai sensi dell'art. 3-bis del D.Lgs 502/92 e s.m..

2. La deliberazione di costituzione della Commissione viene pubblicata sul portale del Servizio Sanitario Regionale dell’Emilia-Romagna www.saluter.it e all’indirizzo: http://wwwservizi.regione.emilia-romagna.it/e-Recruiting/

3. La Commissione provvede alla selezione dei candidati, finalizzata all’aggiornamento dell’elenco di idonei, valutandone il curriculum, al fine di verificare la sussistenza di una effettiva esperienza di direzione, caratterizzata da autonomia e responsabilità nell’esercizio delle funzioni e l’idoneità dei candidati ad assumere ruoli manageriali e di alta direzione nelle organizzazioni sanitarie e socio-sanitarie complesse, come le attuali aziende sanitarie regionali.

4. Al fine di svolgere le proprie valutazioni relative all’idoneità, la Commissione può considerare, altresì, qualificate esperienze di consulenza, caratterizzate da direzione di progetti complessi di riorganizzazione/ristrutturazione di organizzazioni sanitarie pubbliche e private, con responsabilità di risorse professionali ed economiche.

5. La Commissione svolge la propria attività sulla base della documentazione trasmessa dal Servizio competente della Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali e, ove lo ritenga necessario, può acquisire eventuali ulteriori elementi di informazione, attraverso richiesta scritta, o svolgere colloqui con gli interessati.

6. A conclusione delle attività la Commissione predispone l’elenco di idonei, che viene approvato con atto del Responsabile del Servizio Relazioni con gli Enti del SSR, Sistemi Organizzativi e Risorse Umane in Ambito Sanitario e Sociale. Supporto Giuridico.

Art. 6

1. In attuazione di quanto previsto dall'art. 5, comma 9, del D.L. 95/2012, come modificato dall'art. 6 del D.L. 90/2014 e tenuto conto della circolare del Ministro per la semplificazione e la Pubblica Amministrazione n. 6/2014, volta ad evitare comportamenti elusivi della norma, da parte delle Amministrazioni, non saranno ammessi nell'elenco degli idonei i soggetti già lavoratori privati o pubblici collocati in quiescenza o che accederanno al trattamento di quiescenza nel corso del 2015.

Art. 7

1. Nel rispetto del principio della trasparenza dell’azione amministrativa, i nominativi degli aspiranti alla carica a direttore generale inseriti nell’elenco degli idonei, nonché i relativi curricula, saranno pubblicati sul portale del Servizio Sanitario Regionale dell’Emilia-Romagna www.saluter.it.

All’indirizzo http://wwwservizi.regione.emilia-romagna.it/e-Recruiting/ e nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna sarà pubblicato il solo elenco di idonei.

2. Ai candidati esclusi dall’elenco per inammissibilità della domanda presentata (mancanza della documentazione richiesta e dei requisiti prescritti dall’art. 3-bis del D. Lgs. N. 502/92 ) o per non ricevibilità della stessa (pervenuta oltre la scadenza del termine di presentazione previsto dal presente avviso), sarà data comunicazione scritta in merito.

Art. 8

1. Il Responsabile del procedimento è il Dirigente Responsabile del Servizio Relazioni con gli Enti del SSR, Sistemi Organizzativi e Risorse Umane in Ambito Sanitario e Sociale. Supporto Giuridico

2. Per ogni eventuale informazione in ordine al presente avviso pubblico è possibile rivolgersi al seguente n. telefonico: 051 5277226, dalla ore 10 alle ore 13, e-mail: gstrazzoni@regione.emilia-romagna.it

3. La conclusione del procedimento deve avvenire entro 90 giorni a decorrere dalla data di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del presente avviso pubblico.

SCHEDA RIASSUNTIVA

PARTE A - INFORMAZIONI PERSONALI

Nome e Cognome

Data di nascita Luogo di nascita

Residenza anagrafica

Domicilio

In quiescenza o collocamento in quiescenza nel corso dell'anno 2015

Codice fiscale

Recapito telefonico, fax, e-mail

PARTE B - ALTRE INFORMAZIONI

Diploma di Laurea:

Università

Voto: Anno:

Corsi di specializzazione post-Laurea:

(Specificare la specializzazione, l'anno in cui è stata conseguita, la votazione, e la Sede)

Corso di formazione in materia di sanità pubblica e di organizzazione e gestione sanitaria. di cui all’art. 3-bis, comma 4 del D. Lgs. n. 502/92 e successive modificazioni.

Corsi di aggiornamento manageriale della durata di 5 o più giorni frequentati negli ultimi 5 anni

(Indicare con esattezza il corso, le materie/argomenti trattati, la durata e l'istituto di formazione), con particolare riferimento alle materie di seguito indicate):

  • Strumenti di programmazione e controllo
  • Organizzazione del lavoro e gestione delle risorse umane
  • Qualità, politiche di accreditamento e rapporti con l’utente/cliente
  • Sistemi di valutazione delle performance
  • Organizzazione e gestione dei servizi sanitari
  • Dinamica economico-finanziaria nelle aziende sanitarie

Conoscenza delle lingue (indicare l'eventuale Certificato o il Titolo con relativo punteggio a test di conoscenza)

Esperienze di lavoro all'estero della durata superiore ad un mese (periodo e attività svolta)

Esperienze professionali e lavorative maturate ad oggi

(indicare per ciascuna posizione ricoperta l'Impresa/Ente e il periodo)

DATI ATTESTANTI L’ESPERIENZE DIRIGENZIALE ACQUISITA PER ALMENO 5 ANNI NEL CAMPO DELLE STRUTTURE SANITARIE O PER ALMENO 7 ANNI NEGLI ALTRI SETTORI

(Compilare una scheda per ciascuna esperienza, anche se acquisita nello stesso Ente/Impresa partendo da quelle più recenti)

SCHEDA N. 1

Occupazione attuale

Impresa/Ente............

Sede Settore Struttura organizzativa

N. collaboratori alle dirette responsabilità del candidato

Entità del budget gestito dal candidato

Posizione occupata e livello di inquadramento formale (o contrattuale)

Periodi in cui questa posizione è stata ricoperta (da..... a.....)

Sintetica descrizione del ruolo svolto (responsabilità ed attività connesse)

Descrizione dei ruoli organizzativi (principali) con cui si interagisce; si indichi:

a) relazioni con l'ambiente esterno:

  • tipologia enti/organizzazioni interessate dalle relazioni;
  • posizione ricoperta dall’interlocutore nell’organizzazione;

b) relazioni gerarchiche o funzionali verso l'alto (specificare anche nome e cognome del superiore diretto);

c) relazioni orizzontali;

d) relazioni gerarchiche o funzionali con ruoli subordinati (indicate in questo caso con precisione, il numero di subordinati ed il loro grado, le principali responsabilità ed attività connesse ai ruoli subordinati);

e) disegnare l'organigramma come descritto ai punti b) c) d).

Obiettivi e risultati (qualitativi e quantitativi) raggiunti nello svolgimento della funzione direzionale nell'arco (ove possibile) degli ultimi 3 anni(descrizione suddivisa per anno).

Evidenziare, inoltre, gli eventuali cambiamenti organizzativi/interventi di riequilibrio economico-finanziario direttamente "guidati" attivamente (descrizione dettagliata) e ritenuti più rilevanti.

Indicare le decisioni o i provvedimenti più importanti che sono stati presi direttamente nel corso dell'ultimo periodo di riferimento (6 mesi) (Elencare e fare una breve descrizione).

Descrivere le metodologie informative, (contabili o altre) utilizzate per lo svolgimento delle attività direzionali proprie della posizione ricoperta.

Indicare le principali negoziazioni formali a cui si è partecipato nell'ultimo periodo di riferimento; (indicare i soggetti, le parti, gli oggetti di negoziazione ed il ruolo svolto), distinguendo tra negoziazioni interne all’impresa/ente (con altre unità organizzative, con i vertici aziendali ecc.) e negoziazioni esterne (con organizzazioni sindacali, per accordi di collaborazione con altri enti, per contratti di acquisizione di beni/servizi di particolare rilevanza)

ALTRE INFORMAZIONI

Docenze/Insegnamenti

Incarichi svolti

Pubblicazioni

Altro

VALUTAZIONI

Il candidato indichi, con riferimento al periodo di incarico riportato nella scheda, le valutazioni acquisite.

Informativa ai sensi dell’art. 13 del DLgs 30 giugno 2003, n. 196

1. Premessa

Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003 - “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito denominato “Codice”), la Regione Emilia-Romagna, in qualità di “Titolare” del trattamento, è tenuta a fornirle informazioni in merito all’utilizzo dei suoi dati personali.

Il trattamento dei suoi dati per lo svolgimento di funzioni istituzionali da parte della Regione Emilia-Romagna, in quanto soggetto pubblico non economico, non necessita del suo consenso.

2. Fonte dei dati personali

La raccolta dei suoi dati personali viene effettuata registrando i dati da lei stesso forniti, in qualità di interessato, al momento della ricezione della domanda di partecipazione alla procedura

3. Finalità del trattamento

I dati personali sono trattati per lo svolgimento del procedimento selettivo per il quale sono dichiarati.

4. Modalità di trattamento dei dati

In relazione alle finalità descritte, il trattamento dei dati personali avviene mediante strumenti manuali, informatici e telematici con logiche strettamente correlate alle finalità sopra evidenziate e, comunque, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi. Adempiute le finalità prefissate, i dati verranno cancellati o trasformati in forma anonima.

5. Facoltatività del conferimento dei dati

Il conferimento dei dati è facoltativo, ma in mancanza non sarà possibile adempiere alle finalità descritte al punto 3 (“Finalità del trattamento”).

6. Categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di Responsabili o Incaricati

 I suoi dati personali potranno essere conosciuti esclusivamente dagli operatori del Servizio Relazioni con goi Enti del SSR, Sistemi Organizzativi e Risorse Umane in Ambito Sanitario e Sociale. Supporto Giuridico della Regione Emilia-Romagna, individuati quali Incaricati del trattamento. Esclusivamente per le finalità previste al paragrafo 3 (Finalità del trattamento), possono venire a conoscenza dei dati personali commissioni o società terze fornitrici di servizi per la Regione Emilia-Romagna, previa designazione in qualità di Responsabili del trattamento e garantendo il medesimo livello di protezione.

7. Diritti dell'Interessato

La informiamo, infine, che la normativa in materia di protezione dei dati personali conferisce agli Interessati la possibilità di esercitare specifici diritti, in base a quanto indicato all’art. 7 del “Codice” che qui si riporta:

1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:

dell’origine dei dati personali;

  1. delle finalità e modalità del trattamento;
  2. della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici;
  3. degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’art. 5, comma 2;
  4. dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L’interessato ha diritto di ottenere:

  1. l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati;
  2. la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
  3. l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4.L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

  1. per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
  2. al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

8. Titolare e Responsabili del trattamento

Il Titolare del trattamento dei dati personali di cui alla presente Informativa è la Regione Emilia-Romagna, con sede in Bologna, Viale Aldo Moro n. 52 - cap 40127. La Regione Emilia-Romagna ha designato quale Responsabile del trattamento, il Direttore della Direzione Generale Sanità e Politiche Sociali. Lo stesso è responsabile del riscontro, in caso di esercizio dei diritti sopra descritti.

Al fine di semplificare le modalità di inoltro e ridurre i tempi per il riscontro si invita a presentare le richieste, di cui al precedente paragrafo, alla Regione Emilia-Romagna, Ufficio per le relazioni con il pubblico (Urp), per iscritto o recandosi direttamente presso lo sportello Urp.

L’Urp è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 in Viale Aldo Moro n.52 - 40127 Bologna (Italia): telefono 800-662200, fax 051/5275360, e-mail urp@regione.emilia-romagna.it.

Le richieste di cui all’art. 7 del Codice comma 1 e comma 2 possono essere formulate anche oralmente. 

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it