E-R | BUR

n.274 del 29.10.2015 (Parte Seconda)

XHTML preview

Affidamento in via di urgenza dei servizi di implementazione della piattaforma F.EN.I.C.E., applicativo in uso per la gestione amministrativa degli interventi di ricostruzione compresi nel programma delle Opere Pubbliche e Beni Culturali

IL PRESIDENTE

IN QUALITÀ DI COMMISSARIO DELEGATO

ai sensi dell’art. 1 comma 2 del D.L.n.74/2012

convertito con modificazioni dalla Legge n.122/2012

Visti:

- la legge 24 febbraio 1992, n. 225 e ss.mm.ii.;

- l’art. 8 della L. R. n.1 del 2005, recante “Norme in materia di protezione civile”;

- il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21.05.2012 recante la dichiarazione dell’eccezionale rischio di compromissione degli interessi primari a causa degli eventi sismici che hanno colpito il territorio delle Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto, ai sensi dell’art. 3, comma 1, del Decreto Legge 4/11/2002, n. 245, convertito con modificazioni dall’art. 1 della Legge 27/12/2002, n. 286;

- i Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 e 30 maggio con i quali è stato dichiarato lo stato d’emergenza in ordine agli eventi sismici che hanno colpito il territorio delle Province di Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo, i giorni 20 e 29 maggio 2012 ed è stata disposta la delega al Capo del Dipartimento della Protezione Civile ad emanare ordinanze in deroga ad ogni disposizione vigente e nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento giuridico;

- il Decreto Legge 6/6/2012, n. 74 convertito, con modificazioni, dalla Legge 1/8/2012, n. 122, con il quale sono stati previsti interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle Province di Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo il 20 e 29 maggio 2012;

- l’art. 13 comma 01 del D.L. n. 78 del 19/6/2015, convertito con modificazioni dalla Legge n. 125 del 6/8/2015, con il quale è stato prorogato al 31/12/2016 lo stato di emergenza conseguente ai suindicati eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012.

Preso atto che il giorno 29 dicembre 2014 si è insediato il nuovo Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini che ricopre da tale data anche le funzioni di Commissario delegato per la realizzazione degli interventi per la ricostruzione, l’assistenza alla popolazione e la ripresa economica dei territori colpiti dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012 secondo il disposto dell’art. 1 del decreto-legge 6 giugno 2012, n. 74, convertito con modificazioni, dalla legge 1 agosto 2012, n. 122.

Premesso:

- che con diverse ordinanze, di cui da ultimo la n. 10 del 25 marzo 2015, è stato approvato ed aggiornato il Programma delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali danneggiati dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012, predisposto dalla Struttura Tecnica del Commissario Delegato (STDC) secondo le indicazioni di cui all’articolo 4 del D.L. n. 74 del 6/6/2012, convertito con modificazioni nella legge n. 122 del 1 agosto 2012;

- che gli interventi previsti nei relativi piani annuali prevedono spese per complessivi € 562.929.371,74;

- che per la gestione amministrativa degli interventi di ricostruzione compresi nel citato programma la Struttura Tecnica del Commissario Delegato (STDC) si avvale dell’applicativo web denominato “F.EN.I.C.E.”, (Finanziamento agli Enti per gli Interventi di riCostruzione Edilizia) strumento informatico a supporto dei relativi procedimenti, predisposto dalla società DANAIS S.r.l., aggiudicataria per il corrispettivo di € 145.980,00 oltre ad IVA a seguito di procedura autorizzata con ordinanza n. 140 del 20 novembre 2013,;

- che con ordinanza n. 13 del 14 aprile 2015 è stato autorizzato l’acquisto dalla stessa Danais S.r.l. di servizi per ulteriori € 72.272,00 oltre ad IVA, finalizzati al completamento delle procedure informatiche relative a tale applicativo.

Tenuto conto:

- che la Struttura Tecnica del Commissario Delegato (STDC), con nota in atti del 29.09.2015, ha segnalato che:

a. a seguito dell’accreditamento dei soggetti attuatori, sono state affinate le procedure relative alla approvazione dei progetti e modificate conseguentemente le relative norme regolamentari per consentire agli enti attuatori di procedere con la massima tempestività nella delicata e complessa fase di realizzazione delle opere;

b. la prima fase di utilizzo della piattaforma ha ha fatto emergere la necessità di introdurre nuove implementazioni a modifica e/o ad integrazione di quelle già fornite;

c. che, in particolare, l’implementazione di alcune funzionalità viene ritenuta particolarmente urgente e per queste, il cui costo è stato stimato in € 19.213,00 oltre ad IVA, è necessario che la fornitura venga perfezionata nel più breve tempo possibile;

d. che le citate urgenti attività di implementazione della piattaforma sono essenziali per consentire ai soggetti attuatori di proseguire senza interruzioni la realizzazione degli interventi finanziati ed ai tecnici istruttori della STDC ai svolgere le dovute attività restando nell’ambito della stessa piattaforma informatica;

e. che le implementazioni di cui sopra sono conseguenti, in particolare, alle nuove disposizioni emanate in esecuzione dei seguenti provvedimenti:

- ordinanza n. 37 del 29 luglio 2015, con la quale è stata significativamente modificata la regolamentazione in materia di varianti in corso d’opera e disciplinata in dettaglio la procedura da seguire da parte dei soggetti attuatori;

- decreto n. 1602 del 3 settembre 2015 con il quale è stato approvato il progetto per le attività di formazione/assistenza/tutoraggio dei soggetti attuatori che prevede, tra le altre, una specifica attività di assistenza a distanza che prevede l’utilizzo di un nuovo strumento di FAQ integrato al sistema F.EN.I.C.E;

- che per tali urgenti attività è stato chiesto alla Ditta Danais S.r.l. un preventivo di spesa, essendo tali servizi, per loro natura tecnica, in questa fase di emergenza, affidabili alla stessa;

- che tale ditta, con propria nota datata 11 ottobre 2015, ha presentato il preventivo comportante una spesa di € 18.828,00 oltre ad IVA;

- che la relativa copertura finanziaria è assicurata dallo stanziamento previsto dall’art. 2 del D.L. n. 74/2012, convertito con modificazioni dalla Legge 1/8/2012 n. 122;

- che si è provveduto ad acquisire il Documento Unico di Regolarità Contributiva (D.U.R.C.), attualmente in corso di validità per la Ditta Danais S.r.l. dal quale risulta che la stessa è in regola con i versamenti dei contributi previdenziali ed assistenziali;

- che è stata acquisita la dichiarazione sostitutiva in ordine al possesso dei requisiti di cui all’art. 38 del D. Lgs. n. 163/2006.

Valutato di incaricare il Servizio Opere Pubbliche ed Edilizia; Sicurezza e Legalità; Coordinamento Ricostruzione della Regione Emilia-Romagna ad esperire gli adempimenti per previsti per l’acquisizione dei servizi di cui argomento e di nominare il dirigente responsabile di tale Servizio, Ing. Stefano Isler, quale Responsabile Unico del Procedimento e Direttore dell’esecuzione del contratto ai sensi degli articoli 10, 119 del D.Lgs. 12/4/2006, n.163 e dell’articolo 300 del DPR 5/10/2010, n.207, dando atto che lo stesso non si trova nelle situazioni di conflitto di interessi descritte all’art. 14, commi 3 e 4, del D.P.R. n. 62/2013.

Visti:

- il D.Lgs. 12/4/2006, n.163 “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE” e s.m.i.;

- il D.P.R. 5/10/2010 n. 207 “Regolamento di esecuzione ed attuazione del decreto legislativo 12/4/2006, n. 163”;

- la Legge 13/8/2010, n. 136 “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e s.m.i.;

- la determinazione dell’Autorità per la Vigilanza sui Contratti pubblici di Lavori, Servizi e Forniture del 7/7/2011, n. 4 “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’art. 3 della legge 13/8/2010, n. 136”;

- il D.Lgs. 6 settembre 2011 n. 159 “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136.” e, in particolare, l’art.83, comma 3, lett. e);

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;

Tutto ciò premesso, visto e considerato

DISPONE

per i motivi esposti in narrativa e che qui si intendono integralmente riportati;

- di autorizzare in via d’urgenza l’acquisto dei servizi di implementazione della piattaforma F.EN.I.C.E., applicativo in uso per la gestione amministrativa degli interventi di ricostruzione compresi nel programma delle Opere Pubbliche e Beni Culturali, da affidare alla Ditta Danais S.r.l. per l’importo di € 18.828,00 oltre ad IVA;

- di finanziare tale spesa complessiva di € 22.970,16 IVA compresa a caricodelle risorse assegnate in attuazione dell’articolo 2 del Decreto Legge 6 giugno 2012 n. 74, convertito con modificazioni dalla Legge n. 122 dello 1/8/2012;

- di avvalersi del Servizio Opere Pubbliche ed Edilizia; Sicurezza e Legalità; Coordinamento Ricostruzione della Regione Emilia-Romagna per esperire gli adempimenti previsti per l’acquisizione dei servizi di cui argomento;

- di nominare il dirigente responsabile di tale Servizio, Ing. Stefano Isler, quale Responsabile Unico del Procedimento e Direttore dell’esecuzione del contratto ai sensi degli articoli 10, 119 del D.Lgs. 12/4/2006, n.163 e dell’articolo 300 del DPR 5/10/2010, n.207 dando atto che lo stesso non si trova nelle situazioni di conflitto di interessi descritte all’art. 14, commi 3 e 4, del D.P.R. n. 62/2013;

- di pubblicare la presente ordinanza nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT) ai sensi del D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”.

Bologna, 28 ottobre 2015

Il Commissario Delegato

Stefano Bonaccini

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it