E-R | BUR

n.48 del 07.03.2018 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

L.R. 5/2016 e L.R. 3/2017 - Specificazione ed integrazione dei bandi approvati con deliberazioni di Giunta regionale n. 1065/2017 e n. 1148/2017

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Viste:

- la L.R. 25 marzo 2016, n. 5, concernente "Norme per la promozione e il sostegno delle pro loco. Abrogazione della Legge regionale 2 settembre 1981, n. 27 (Istituzione dell’albo regionale delle associazioni “pro-loco”)", ed in particolare l’art. 7, comma 2;

- la L.R. 6 marzo 2017, n. 3, concernente "Valorizzazione delle manifestazioni storiche dell’Emilia-Romagna", ed in particolare l’art. 7, comma 2;

Dato atto che in attuazione delle sopracitate Leggi regionali, sono stati approvati i seguenti bandi, che prevedono le scadenze sotto indicate per la realizzazione e rendicontazione degli interventi finanziati:

- con propria deliberazione n. 1065/2017, è stato approvato il “Bando per la concessione di contributi per la realizzazione dei programmi di attività delle Pro Loco per l'anno 2017”, prevedendo l’ammissibilità di spese per attività svolte esclusivamente dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2017 per la realizzazione dei programmi presentati, fatturate e pagate a partire dal 1 gennaio 2017 e fino al 31 gennaio 2018, con presentazione della relativa rendicontazione entro il 31 gennaio 2018;

- con propria deliberazione n. 1148/2017, è stato approvato il “Bando per la concessione dei contributi di cui all’art. 7, comma 2, della L.R. n. 3/2017 per l’anno 2017”, prevedendo l’ammissibilità di spese per attività svolte esclusivamente dal 1 gennaio 2017 al 31 dicembre 2017 per la realizzazione dei progetti presentati, fatturate e pagate a partire dal 1 gennaio 2017 e fino al 31 gennaio 2018, con presentazione della relativa rendicontazione entro il 28 febbraio 2018;

Dato inoltre atto che le sopra citate deliberazioni prevedono rispettivamente che:

- quanto alla deliberazione n. 1065/2017, “Il Responsabile del servizio regionale competente in materia di Turismo può concedere, con proprio atto amministrativo, una proroga per la conclusione del progetto su motivata richiesta avanzata dal soggetto beneficiario. La proroga non potrà essere superiore a 60 giorni. Il medesimo Responsabile di Servizio deve motivare, con apposito atto amministrativo, la mancata concessione della proroga richiesta”;

- quanto alla deliberazione n. 1148/2017, “Il Responsabile del servizio regionale competente in materia di Turismo può concedere, con proprio atto amministrativo, una proroga per la conclusione e rendicontazione del progetto su motivata richiesta avanzata dal soggetto beneficiario. La proroga non potrà essere superiore a 60 giorni. Il medesimo Responsabile di Servizio deve motivare, con apposito atto amministrativo, la mancata concessione della proroga richiesta”;

Ritenuto opportuno meglio specificare ed integrare le sopra indicate previsioni relative alla possibilità di proroga dei termini, al fine di evitare errate interpretazioni da parte dei beneficiari dei contributi in oggetto, specificando che:

- con riferimento ai programmi delle Pro Loco finanziati con deliberazione n. 1838/2017, in attuazione del bando approvato con deliberazione n. 1065/2017, può essere richiesta motivata proroga, non oltre il 1° marzo 2018, del termine per la realizzazione delle attività, con conseguente proroga del termine per la presentazione della rendicontazione non oltre il 1° aprile 2018, con ammissibilità di spese fatturate e pagate tra il 1 gennaio 2017 e la data di scadenza per la rendicontazione fissata a seguito della concessione di proroga;

- con riferimento ai progetti delle Associazioni di rievocazione storica finanziati con deliberazione n. 1839/2017, in attuazione del bando approvato con deliberazione n. 1148/2017, può essere richiesta motivata proroga, non oltre il 1° marzo 2018, del termine per la realizzazione delle attività, con conseguente proroga del termine per la presentazione della rendicontazione non oltre il 29 aprile 2018, con ammissibilità di spese fatturate e pagate tra il 1 gennaio 2017 e la data di scadenza per la rendicontazione fissata a seguito della concessione di proroga;

- le proroghe dovranno essere richieste entro il 18/12/2017, per poter adottare in tempo utile gli atti di concessione della proroga o di rifiuto di concessione della proroga;

Visti:

- il D. Lgs. 23 giugno 2011, n. 118, “Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42” e ss.mm.ii.;

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, Abrogazione della L.R. 6/7/1977, n. 31 e 27 marzo 1972 n.4 per le parti in essa ancora applicabili;

Dato atto che le eventuali richieste di proroga comporteranno la rivisitazione delle scritture contabili ai fini della corretta registrazione degli impegni di spesa assunti con le citate proprie deliberazioni n. 1838/2017 e n. 1839/2017, in linea con i principi e postulati previsti dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;

Visti:

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”;

- la propria deliberazione n. 89 del 30 gennaio 2017 "Approvazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019";

- la propria deliberazione n. 486 del 10 aprile 2017 concernente “Direttiva di indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D. Lgs. n. 33 del 2013. In attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019”;

- determinazione dirigenziale n. 12096/2016;

Vista la L.R. 26 novembre 2001, n. 43 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modificazioni ed integrazioni;

Richiamate infine le seguenti proprie deliberazioni, esecutive nei modi di legge:

- n. 56/2016, n. 270/2016, n. 622/2016, n. 702/2016, n. 1107/2016, n. 1949/2016, n. 468/2017, n. 477/2017 e n. 975/2017;

- n. 2416 del 29/12/2008, avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e succ. mod., per quanto applicabile;

Dato atto dei pareri allegati; 

Su proposta dell'Assessore al Turismo-Commercio;

A voti unanimi e palesi

delibera:

1. di specificare ed integrare quanto previsto dalle proprie deliberazioni n. 1065/2017 e 1148/2017 con riferimento alla possibilità di richiesta di proroga dei termini di conclusione e rendicontazione dei programmi/progetti finanziati, specificando che:

- con riferimento ai programmi delle Pro Loco finanziati con deliberazione n. 1838/2017, in attuazione del bando approvato con deliberazione n. 1065/2017, può essere richiesta motivata proroga, non oltre il 1° marzo 2018, del termine per la realizzazione delle attività, con conseguente proroga del termine della rendicontazione non oltre il 1 aprile 2018, con ammissibilità di spese fatturate e pagate tra il 1 gennaio 2017 ed la data di scadenza per la rendicontazione fissata a seguito della concessione di proroga;

- con riferimento ai progetti delle Associazioni di rievocazione storica finanziati con deliberazione n. 1839/2017, in attuazione del bando approvato con deliberazione n. 1148/2017, può essere richiesta motivata proroga, non oltre il 1 marzo 2018, del termine per la realizzazione delle attività, con conseguente proroga del termine della rendicontazione non oltre il 29 aprile 2018, con ammissibilità di spese fatturate e pagate tra il 1 gennaio 2017 ed la data di scadenza per la rendicontazione fissata a seguito della concessione di proroga;

- le proroghe dovranno essere richieste entro il 18/12/2017;

2. di dare atto che le eventuali richieste di proroga comporteranno la rivisitazione delle scritture contabili ai fini della corretta registrazione degli impegni di spesa assunti con le citate proprie deliberazioni n. 1838/2017 e n. 1839/2017, in linea con i principi e postulati previsti dal D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii.;

3. di dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

4. di pubblicare il presente provvedimento nel Bollettino Telematico Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it