E-R | BUR

n. 180 del 23.12.2010 (Parte Prima)

XHTML preview

Oggetto n. 747-748/19 - Ordine del giorno proposto dai consiglieri Lombardi, Zoffoli, Donini, Alessandrini, Bartolini, Casadei e Piva per invitare la Giunta, nell'ambito dei suoi rapporti con la Repubblica di San Marino, ad evidenziare come un ulteriore peggioramento della condizione dei frontalieri derivi dall'approvazione nella loro recente Legge Finanziaria, di una norma che crea un sistema di doppia imposizione fiscale, discriminante per i lavoratori non residenti

L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna

Considerato

che nella grave e perdurante situazione di crisi che colpisce migliaia di famiglie del nostro territorio, non va sottovalutata la condizione dei lavoratori frontalieri, riguardante oltre 6.000 lavoratori per la maggior parte emiliano-romagnoli delle province di Rimini e Forlì-Cesena, occupati nelle imprese sammarinesi;

che molti di loro sono stati espulsi dalle aziende già nella prima fase della crisi, negando loro una stabilizzazione attesa da anni;

che altri si trovano già da mesi inseriti in percorsi di cassa integrazione, o di mobilità secondo le normative sammarinesi, che presto termineranno lasciandoli disoccupati, senza prospettiva a San Marino, e senza riconoscimento in Italia del loro effettivo status di disoccupazione derivante dalla crisi.

Auspica

che i rapporti in corso con la Repubblica di San Marino si rafforzino verificando ogni possibilità di intervenire con le risorse destinate agli ammortizzatori sociali, anche nei confronti dei lavoratori frontalieri impiegati in aziende in crisi.

Sollecita

un intervento nazionale in deroga alla normativa attuale, per favorire politiche attive equiparando questi lavoratori disoccupati (molto spesso qualificati o specializzati) a coloro che hanno perso il lavoro in Italia, attraverso l’iscrizione alle liste di mobilità ai sensi della L. 236/93 in modo che le imprese italiane possano beneficiare degli incentivi previsti, anche in caso di assunzione di disoccupati ex frontalieri.

Invita la Giunta

nell’ambito dei suoi rapporti con la Repubblica di San Marino, ad evidenziare come un ulteriore peggioramento della condizione dei frontalieri derivi dall’approvazione, nella loro recente Legge Finanziaria, di una norma che crea un sistema di doppia imposizione fiscale, discriminante per i lavoratori non residenti, che si vedranno aumentare sensibilmente le tasse trattenute in busta paga, senza possibilità di detrazione nella dichiarazione dei redditi in Italia.

Approvato a maggioranza dei presenti nella seduta pomeridiana del 21 dicembre 2010

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it