E-R | BUR

n.164 del 09.11.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Conclusione della procedura di verifica di assoggettabilità alla valutazione di impatto ambientale (screening) ai sensi del DLgs 152/06 e della L.R. 9/99 relativa al progetto “Realizzazione di un impianto fotovoltaico sulla copertura definitiva dei bacini 13-16 della discarica controllata per rifiuti non pericolosi di Novellara”, da realizzarsi in comune di Novellara, proponente S.A.Ba.R. SpA

La Provincia di Reggio Emilia, ai sensi dell’articolo 20 comma 7 del DLgs 152/06 e dell’art. 10 comma 3 della L.R. 9/99, comunica la deliberazione relativa alla conclusione della procedura di verifica di assoggettabilità alla valutazione d’impatto ambientale (“screening”) concernente il progetto di “Realizzazione di un impianto fotovoltaico sulla copertura definitiva dei bacini 13-16 della discarica controllata per rifiuti non pericolosi di Novellara”, da realizzarsi in comune di Novellara, Proponente: S.A.Ba.R. SpA.

Ai sensi dell’art. 20 del DLgs 152/06 e del Titolo II della L.R. 9/99 la Provincia di Reggio Emilia, in qualità di Autorità competente, con atto della Giunta provinciale n. 291 del 4/10/2011, ha deliberato di escludere, ai sensi dell’art. 20 del DLgs 152/06 e dell’art. 10, comma 1 della L.R. 9/99 e s.m.i., il progetto di “Realizzazione di un impianto fotovoltaico sulla copertura definitiva dei bacini 13-16 della discarica controllata per rifiuti non pericolosi di Novellara” dalla ulteriore procedura di valutazione d’impatto ambientale di cui al Titolo III della citata L.R. 9/99, in quanto l’intervento previsto, nel complesso, risulta ambientalmente compatibile, con le seguenti prescrizioni:

  1. 1.l’intervento dovrà essere realizzato, gestito e dismesso secondo quanto previsto nel progetto e negli elaborati presentati ai fini della procedura di verifica di assoggettabilità (screening);
  2. 2.come previsto nello studio preliminare ambientale, al fine di minimizzare l’accumulo di gas di discarica e quindi i rischi d’incidente, gli eventuali episodi di fermo dell’ impianto di captazione del biogas dovranno essere contenuti nelle 24 ore. In caso contrario dovranno essere attuate tempestivamente opportune misure di sicurezza finalizzate ad evitare fenomeni esplosivi;
  3.  3.sia in fase di cantiere che in fase di esercizio dovranno essere rispettate le norme in materia di tutela e sicurezza dei lavoratori;
  4.  4.durante la fase di cantiere dovranno essere utilizzati macchinari conformi alle normative vigenti in materia di rumore, vibrazioni, gas di scarico, ecc...;
  5.  5.eventuali rifiuti prodotti nella fase di cantiere dovranno essere opportunamente recuperati e/o smaltiti secondo quanto previsto dalla normativa vigente in materia di rifiuti;
  6.  6.resta fermo che prima della realizzazione dell’intervento in progetto dovranno essere acquisite presso le Autorita’ competenti tutte le autorizzazioni, nulla osta, pareri e atti di assenso comunque denominati previsti dalle vigenti disposizioni di legge;
  7. 7. come richiesto dal Comune di Novellara, il rilascio del titolo abilitativo edilizio sarà subordinato alla sottoscrizione di un’apposita convenzione finalizzata all’adozione di misure compensative per la realizzazione di impianti vegetazionali di entità equivalente a quelli non allestiti nel settore di discarica occupato dagli impianti fotovoltaici;
  8. 8.considerato che la realizzazione dell’impianto fotovoltaico non interesserà la totalità dei bacini 15 e 16, il piano di ripristino ambientale della porzione nella quale non verranno installati pannelli fotovoltaici dovrà essere coordinato ed omogeneo con il ripristino previsto per i bacini 17 e 18, attigui ai bacini 15 e 16 stessi;
  9. 9.ai sensi dell’art. 28 della L.R. 9/99 e s.m.i. e del punto 3.4 della delibera della G.R. 1238/02, il proponente è tenuto a corrispondere alla Provincia, quale Autorità competente, le spese istruttorie; tali spese, calcolate sulla base del costo di realizzazione del progetto, ammontano a Euro 487,47 e dovranno essere corrisposte entro 60 giorni dalla data di deliberazione del presente atto tramite versamento sul c.c. postale n. 10912426 intestato alla Provincia di RE - Servizio Tesoreria, indicando come causale “Spese istruttorie VIA. - screening fotovoltaico S.A.Ba.R. SpA”.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it