E-R | BUR

n.332 del 07.11.2016 (Parte Seconda)

XHTML preview

Offerta formativa di IEFP regionale degli Iistituti professionali di cui alla delibera dell'Assemblea legislativa n.54/2015 - richiesta alle istituzioni scolastiche per l'a. s. 2017/2018

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

  • la Legge regionale 30 giugno 2003, n. 12 “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro” e s.m.i.;
  • la Legge regionale 30 giugno 2011, n. 5 “Disciplina del sistema regionale dell’istruzione e formazione professionale” e s.m.i;
  • la Legge regionale 30 luglio 2015, n. 13 “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni s u Città metropolitana di Bologna, Province, Comuni e loro Unioni”;
  • il DPR 15 marzo 2010, n.87, recante norme per il riordino degli Istituti Professionali, ed in particolare l’art. 2, c. 3 che prevede che gli istituti professionali possono svolgere, in regime di sussidiarietà e nel rispetto delle competenze esclusive delle Regioni in materia, un ruolo complementare e integrativo rispetto al sistema di istruzione e formazione professionale ai fini del conseguimento di qualifiche e diplomi professionali previsti all’art. 17, c. 1, del citato decreto legislativo 226/05, inclusi in un apposito repertorio nazionale;
  • il Decreto n. 4 del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca del 18 gennaio 2011 che adotta le linee guida di cui all’allegato A) dell’Intesa sancita in sede di Conferenza Unificata il 16/10/2010;

Viste le deliberazio ni dell’Assemblea Legislativa:

  • n.40 del 20/10/2015 “Indirizzi regionali per la programmazione territoriale in materia di offerta di istruzione e di rete scolastica, aa.ss. 2016/2017 e seguenti. (Proposta della Giunta regionale in data 14 settembre 2015, n. 1300)”;
  • n. 54 del 22/12/2015 “Programmazione triennale in materia di offerta di percorsi di istruzione e formazione professionale aa.ss. 2016/17, 2017/18 e 2018/19. (Proposta della Giunta regionale in data 12 novembre 2015, n. 1709)”;

Richiamate in particolare:

  • la Deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 163 del 25/06/2014 “Programma Operativo della Regione Emilia-Romagna. Fondo Sociale Europeo 2014/2020. (Proposta della Giunta regionale del 28/4/2014, n. 559)”;
  • la Decisione di Esecuzione della Commissione Europea del 12/12/2014 C(2014)9750 che approva il Programma Operativo Fondo Sociale Europeo 2014/2020" per il sostegno del Fondo sociale europeo nell'ambito dell'obiettivo "Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione";
  • la propria deliberazione n. 1 del 12/1/2015 “Presa d'atto della Decisione di Esecuzione della Commissione Europea di Approvazione del Programma Operativo "Regione Emilia-Romagna - Programma Operativo Fondo Sociale Europeo 2014-2020" per il sostegno del Fondo Sociale Europeo nell'ambito dell'Obiettivo "Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione";

Visto infine l’Accordo siglato il 25 gennaio 2012 tra l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna e la Regione Emilia-Romagna in attuazione delle Linee Guida per gli organici raccordi tra i percorsi quinquennali IP e i percorsi di IeFP, ai sensi dell’Intesa in Conferenza Unificata del 16 dicembre 2010;

Richiamate le proprie deliberazioni:

  • n. 1372/2010 “Adeguamento ed integrazione degli standard professionali del Repertorio regionale delle Qualifiche”;
  • n. 1776/2010 “Approvazione della correlazione tra le qualifiche professionali conseguibili nel sistema regionale di Istruzione e Formazione Professionale e le figure nazionali di cui all'accordo in conferenza Stato-Regioni del 29/04/2010, recepito con decreto interministeriale del 15 giugno 2010”;
  • n. 1287/2011 “Modifiche e integrazioni alla D.G.R. n. 1776/
2010 “Approvazione della correlazione tra le qualifiche professionali conseguibili nel sistema di istruzione e formazione professionale e le figure nazionali di cui all'accordo in Conferenza Stato Regioni del 29/04/2010, recepito con decreto interministeriale del 15 giugno 2010”;
  • n.739/2013 "Modifiche e integrazioni al Sistema Regionale di Formalizzazione e Certificazione delle competenze di cui alla DGR. n. 530/2006";
  • n. 742/2013 “Associazione delle conoscenze alle unità di competenza delle qualifiche regionali”;
  • n. 304/2015 “Modifiche, in attuazione del D.Lgs. n.28/2011, alle qualifiche per "Operatore impianti elettrici" e "Operatore impianti termo-idraulici", di cui alla DGR 1372/2010 e ss.mm.ii.”;
  • n. 413/2015 “Modifiche, in attuazione della legge n.224/2012, alle qualifiche per "Operatore dell'autoriparazione" e "Tecnico autronico dell'automobile", di cui alla DGR 1372/2010 e ss.mm.ii.”;

Vista in particolare, con riferimento all’offerta formativa di Istruzione e Formazione Professionale la delibera dell’Assemblea Legislativa n.54 del 22/12/2015 “Programmazione triennale in materia di offerta di percorsi di istruzione e formazione professionale aa.ss. 2016/17, 2017/18 e 2018/19 (Proposta della Giunta regionale in data 12 novembre 2015, n. 1709)” con la quale si definiscono, per gli aa.ss. 2016/17, 2017/18 e 2018/19:

  • le priorità e le linee programmatiche;
  • le specifiche caratteristiche dell’offerta, che sarà costituita dalle qualifiche programmate e attivate nell’ultimo triennio;
  • le procedure per la selezione dell’offerta presso gli Istituti Professionali e presso gli Enti di Formazione Professionale accreditati;

Rilevato che, con riferimento alle procedure per la selezione dell’offerta presso le Istituzioni Scolastiche la delibera dell’Assemblea Legislativa n.54/2015 ha confermato, per l’a.s. 2016/2017, gli Istituti Professionali e la relativa offerta approvati dalle Amministrazioni provinciali a partire dall’a.s. 2011/2012 così come integrati e modificati con successivi atti;

Considerato inoltre che la medesima delibera dell’Assemblea Legislativa n.54/2015 ha previsto che le Istituzioni scolastiche potranno richiedere, entro il 30 novembre di ogni anno, a partire dall’a.s. 2017/2018 di integrare/modificare l’offerta esistente, per documentate esigenze dell’Istituto scolastico e del territorio, secondo i seguenti principi:

la specificità della qualifica regionale ed il profilo di uscita deve essere coerente con il percorso quinquennale offerto dell’istituto;

la proposta di attivazione della nuova qualifica regionale si deve collocare nell’ambito del programma di sviluppo socio-economico del territorio, con il quale presenta tutte le necessarie coerenze, e deve tener conto dei possibili sbocchi occupazionali “in loco”;

la nuova qualifica regionale richiesta deve usufruire delle corrispondenti aule, attrezzature e laboratori, già attualmente a disposizione della scuola proponente;

Dato atto altresì che la stessa deliberazione prevede che:

un percorso di qualifica nell’istruzione per adulti può essere attivato dall’Istituzione scolastica solo se già presente nell’offerta diurna della medesima;

è possibile istituire nuove qualifiche regionali a fronte di almeno 2 classi prime a qualifica avviabili;

non potrà essere avviata una classe che preveda al suo interno la possibilità di conseguire distinte e differenti qualifiche;

le qualifiche non attivate nei due anni scolastici precedenti all’anno di programmazione saranno soppresse ad esclusione della condizione in cui si evidenzi che il mantenimento non sia motivato da un forte incremento della domanda verso detti percorsi da parte degli allievi o della offerta del mercato del lavoro riscontrabile e documentabile;

Ritenuto pertanto necessario procedere ad acquisire dalle Istituzioni Scolastiche, nel rispetto dei tempi sopra indicati, la conferma e/o le eventuali richieste di modifica e integrazione dell'offerta formativa di IeFP regionale, attiv abile nell'a.s. 2017/2018, sulla base dei criteri sopra esplicitati, attraverso la compilazione del modulo di cui all'allegato A), parte integrante e sostanziale del presente atto;

Ritenuto di stabilire che le richieste dovranno essere inviate via posta elettronica certificata all’indirizzo progval@postacert.regione.emilia-romagna.it, firmata digitalmente dal legale rappresentante del soggetto richiedente entro il 30 novembre 2016, come stabilito dalla delibera dell’Assemblea Legislativa n.54/2015;

Dato atto che in riferimento alle richieste che saranno inviate dalle Istituzioni Scolastiche:

  • il Servizio Programmazione, valutazione e interventi regionali nell'ambito delle politiche della formazione e del lavoro procederà alla verifica della presenza dei requisiti e del rispetto dei criteri di cui alla delibera dell’Assemblea L egislativa n.54/2015;
  • si procederà all’acquisizione del parere della Conferenza regionale per il sistema formativo (ex art. 49 della L.R. 12/2003;

Dato atto inoltre che in esito a quanto sopra indicato l'offerta formativa complessiva di IeFP regionale per l'a.s 2017/2018 sarà approvata con proprio successivo atto contenente:

  • l’elenco degli Istituti Professionali, che realizzeranno nell’a.s. 2017/2018 l’offerta regionale di IeFP;
  • l'elenco delle qualifiche acquisibili nel sistema di IeFP con il riferimento degli Istituti Professionali che realizzeranno i percorsi;

Richiamati:

  • il Decreto Legislativo D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e succ. mod., ed in particolare l’art. 26;
  • la propria deliberazione n. 66 del 25 gennaio 2016 ”Approvazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione e del Programma per la trasparenza e l’integrità. Aggiornamenti 2016 - 2018”;
  • la determinazione dirigenziale n.12096/2016 “Ampliamento della trasparenza ai sensi dell'art 7 comma 3 DLGS 33/2013, di cui alla deliberazione della Giunta regionale 25 gennaio 2016 n.66”;

Richiamate altresì le Leggi regionali:

  • n.40/2001 recante "Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4" per quanto compatibile e non in contrasto con i principi e postulati del predetto D.lgs. 118/2011 e ss.mm.;
  • n.43/2001 recante "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" ss.mm;

Viste le seguenti proprie deliberazioni:

  • n.2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm;
  • n.56/2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale dell'art.43 della L.R.43/2001”;
  • n.270/2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • n. 622/2016 “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • n.1107/2016 “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase”;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell'Assessore competente per materia;

A voti unanimi e palesi

delibera

per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate

1. di richiedere agli Istituti Professionali con riferimento all'offerta dell'a.s. 2017/2018, la conferma e/o l'eventuale modifica dell’offerta di IeFP di cui all'a.s. 2016/2017 compilando il modulo di richiesta di cui all'allegato A), parte integrante e sostanziale del presente atto;

2. di stabilire che il modulo di richiesta di cui all'allegato A) dovrà essere inviato via posta elettronica certificata all’indirizzo progval@postacert.regione.emilia-romagna.it, firmato digitalmente dal legale rappresentante del soggetto richiedente entro il 30 novembre 2016, come stabilito dalla delibera dell’Assemblea Legislativa n.54/2015;

3. di dare atto che in riferimento alle richieste pervenute:

  • il Servizio Programmazione, valutazione e interventi regionali nell'ambito delle politiche della formazione e del lavoro procederà alla verifica della presenza dei requisiti e del rispetto dei criteri di cui alla delibera dell’Assemblea Legislativa n.54/2015;
  • successivamente a quanto indicato al precedente alinea, si procederà all’acquisizione del parere della Conferenza regionale per il sistema formativo (ex art. 49 della L.R. 12/2003;

4. di prevedere che in esito a quanto sopra indicato l'offerta formativa complessiva di IeFP regionale per l'a.s 2017/2018 sarà approvata con proprio successivo atto contenente:

  • l’elenco degli Istituti Professionali, che realizzeranno nell’a.s. 2017/2018 l’offerta regionale di IeFP;
  • l’elenco delle qualifiche acquisibili nel sistema di IeFP con il riferimento degli Istituti Professionali che realizzeranno i percorsi;

5. di dare atto infine che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

6. di pubblicare altresì la presente deliberazione, unitamente all’ Allegato 1) parte integrante e sostanziale della stessa, nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico e sul sito http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it