E-R | BUR

n.170 del 15.07.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Decisione in merito alla procedura di verifica di assoggettabilità (screening) per il progetto di ampliamento con aumento della capacità produttiva dello stabilimento sito in Strada dei Notari 25/27, comune di Collecchio – ditta Agugiaro e Figna Molini spa

L’Autorità competente Provincia di Parma comunica la decisione relativa alla procedura di verifica di assoggettabilità (screening) per il progetto di ampliamento con aumento della capacità produttiva dello stabilimento sito in strada dei Notari 25/27, comune di Collecchio presentato da Agugiaro e Figna Molini spa., di cui il Decreto Presidenziale Provincia di Parma n. 152 del 23/6/2015.

Il progetto è localizzato nel comune di Collecchio interessa il comune di Collecchio e la seguente provincia: Parma.

A sensi della L.R. 9/99 smi e del DLgs 152/06 smi, l’Autorità competente Provincia di Parma con Decreto Presidenziale n. 152/2015, assunto il 23/06/15 immediatamente eseguibile, ha assunto la seguente decisione:

per quanto di competenza, salvo diritti di terzi, di escludere, ai sensi dell’art. 10, commi 1 e 2, della L.R. 9/99 e smi, dalla successiva fase di Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) il progetto di ampliamento con aumento della capacità produttiva dello stabilimento sito in Strada dei Notari 25/27 presentato da Agugiaro e Figna S.p.A., a condizione che sia realizzato quanto da progetto e che siano rispettate le seguenti prescrizioni oltre a quelle contenute nei pareri espressi dagli Enti e qui esplicitati quali verbali o note specifiche allegati al seguente atto:

1. per quanto riguarda la matrice rumore sia eseguito un monitoraggio in fase di esercizio per confermare il rispetto del criterio differenziale presso il ricettore R1. Il monitoraggio dovrà avvenire in periodo di lavorazione del molino che non coincida con la campagna produttiva estiva del limitrofo stabilimento conserviero (COPADOR scrl). Nel caso in cui emergessero superamenti del criterio differenziale, il Proponente dovrà attuare misure mitigative al fine di adeguarsi al rispetto del criterio differenziale;

2. per quanto riguarda le emissioni in atmosfera, la Ditta dovrà riportare nella domanda di AUA il valore di portata minimo per garantire un funzionamento ottimale degli abbattitori con filtri a maniche;

3. venga presentata istanza di modifica-aggiornamento dell'Autorizzazione Unica Ambientale (AUA) in cui andranno ricomprese tutte le autorizzazioni ambientali necessarie (matrici rifiuti, aria, acqua, rumore etc) presso il SUAP competente.

Dispone:

- di obbligare, ai sensi del comma 4 dell’art. 10 della L.R. 9/99 e s.m.i., i proponenti a conformare il progetto alle prescrizioni di cui sopra. Le stesse prescrizioni sono vincolanti per gli Enti/Organi competenti al rilascio di intese, concessioni, autorizzazioni, licenze, pareri, nulla osta, assensi comunque denominati, necessari per la realizzazione del progetto in base alla vigente normativa;

- di inviare copia della presente delibera, a cura del Servizio Ambiente, Progettazioni bonifiche e Studi fattibilità ambientale, a tutti gli Enti/Organi facenti parte della Conferenza di Servizi e al Proponente;

- di pubblicare per estratto, ai sensi dell’art. 10, comma 3, della L.R. 9/99 e s.m.i. il presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna e sul sito web dell’Autorità competente Provincia di Parma, a cura del Servizio Ambiente.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it