E-R | BUR

n. 130 del 17.08.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Attuazione del Protocollo d'intesa del 5/7/2011 tra Regione Emilia-Romagna, Università e Parti sociali per definire i profili formativi nei percorsi di alta formazione finalizzati al conseguimento del titolo di "Dottore di ricerca" nell'ambito dei contratti di alto apprendistato (art. 50 del DLgs 276/03 e ss.mm.)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- il DLgs n. 276 del 10/9/2003 “Attuazione delle deleghe in materia di occupazione e mercato del lavoro, di cui alla L. 14 febbraio 2003, n. 30” e ss.mm., ed in particolare l’art. 50 “Apprendistato per l’acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione” che prevede che la regolamentazione e la durata dell’apprendistato per l’acquisizione di un titolo di studio di livello secondario o di titoli di studio universitari e della alta formazione é rimessa alle Regioni, per i soli profili che attengono alla formazione, in accordo con le associazioni territoriali dei datori di lavoro e dei prestatori di lavoro, le università e le altre istituzioni formative;

- il D.L. 25/6/2008, n. 112 convertito con modificazioni con la Legge n. 133 del 6 agosto 2008 nella quale, all’art. 23 si prevede l’assunzione di giovani con il contratto di alto apprendistato per il conseguimento anche del titolo di dottore di ricerca; 

- la L.R. n.17 dell’1/8/2005, n. 17 ”Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del lavoro”, in particolare:

- l’art. 30 “Apprendistato per l’acquisizione di un diploma o per percorsi di alta formazione” in cui si promuove l’utilizzo del contratto di apprendistato per l’acquisizione di un diploma per percorsi di alta formazione, promuovendo e sostenendo sperimentazioni, da attuarsi nell’ambito di intese con università, istituzioni scolastiche autonome, soggetti accreditati della formazione professionale ed altre istituzioni di alta formazione che rilasciano titoli riconosciuti a livello nazionale ed europeo e con le organizzazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro comparativamente maggiormente significative,

- l’art. 31 “Sostegno e qualificazione della formazione nei contratti di apprendistato” in cui si stabilisce che la Regione definisce i criteri e le modalità di sostegno e contribuzione alla realizzazione e qualificazione delle attività formative dell’apprendistato, attraverso anche l’attribuzione di appositi fondi;

- l’“Accordo tra Regione, Università e Parti sociali per la realizzazione della prima sperimentazione di percorsi formativi in apprendistato per il conseguimento del titolo di Master in attuazione dell’art. 50 del DLgs 276/03”, siglato in data 20/4/2005, attraverso il quale sono stati conseguiti nel periodo 2006-2010, risultati positivi dalla sua applicazione, in termini di partecipazione dei diversi soggetti formativi, imprese e università, dei titoli conseguiti in esito dagli apprendisti e di stabilizzazione occupazionale;

- la deliberazione dell’Assemblea legislativa n. 38 del 29/3/2011 (DGR 296/11 “Linee di programmazione e indirizzi per il sistema formativo e per il lavoro 2011/2013 (Proposta della Giunta regionale in data 7 marzo 2011, n. 296). (Prot. n. 10158 del 29/3/2011)” individua tra le priorità quella di promuovere la sperimentazione dell’utilizzo dell’alto apprendistato e del dottorato di ricerca nella logica di pieno sviluppo di una formazione che si costruisce con il concorso delle imprese per mettere in valore gli ambienti plurimi di apprendimento;

Tenuto conto che il contratto di alto apprendistato costituisce uno strumento privilegiato di intervento, in grado di fornire alle imprese una risposta alla loro esigenza di competenze ad elevato livello di specializzazione rafforzando, al contempo, lo spessore conoscitivo e professionale dei giovani e la loro spendibilità nel mondo del lavoro e permettendo inoltre l’acquisizione di un titolo universitario post-laurea;

Considerato che al fine di arricchire l’offerta formativa dei titoli universitari post-laurea conseguibili attraverso il contratto di alto apprendistato, è stato sottoscritto in data 5 luglio 2011 il “Protocollo d’intesa tra Regione Emilia-Romagna, Università e Parti sociali per definire i profili formativi nei percorsi di alta formazione finalizzati al conseguimento del titolo di dottore di ricerca nell’ambito dei contratti di alto apprendistato (art. 50 del DLgs 276/03 e ss.mm.)” (Repertorio RPI.2011.0000101 del 12/7/2011);

Ritenuto necessario, al fine di facilitare l’accesso a datori di lavoro ed apprendisti all’istituto contrattuale sopra citato, regolamentare l’ipotesi che il contratto di apprendistato di alta formazione sia preceduto da un contratto di apprendistato professionalizzante, sottoscritto tra le medesime parti, secondo le previsioni che seguono:

- sottoscrizione da parte di azienda ed apprendista di un contratto di apprendistato per l’acquisizione di un Dottorato di ricerca, previa risoluzione consensuale del rapporto di apprendistato professionalizzante e a condizione che l’apprendista stesso abbia superato le selezioni previste per l’ammissione al Dottorato stesso;

- comunicazioni da parte dell’azienda della cessazione del contratto di apprendistato professionalizzante e della nuova assunzione con contratto di alto apprendistato, con le modalità ed i termini definiti dall’art. 4-bis del DLgs 181/00 e ss.mm.;

- l’inquadramento contrattuale attribuito, nel costituito rapporto di apprendistato per l’acquisizione di un Dottorato di ricerca, deve tenere conto dell’esperienza maturata così come della formazione acquisita nel rapporto di apprendistato professionalizzante;

- la durata complessiva dei rapporti di apprendistato non può comunque superare i quarantotto mesi;

Ritenuto altresì necessario:

- prevedere che le aziende daranno comunicazione della sottoscrizione dei contratti di alto apprendistato per l’acquisizione di un Dottorato di ricerca alle organizzazioni sindacati di categoria territoriali comparativamente più rappresentative e, ove presenti, alle RSU;

- adottare ogni iniziativa utile e necessaria ad una promozione ed informazione nei confronti dei giovani laureati e delle imprese del citato Protocollo d’intesa;

- rinviare a propri atti successivi l’approvazione dell’avviso e delle modalità di acquisizione dell’offerta formativa per l’acquisizione del titolo di Dottore di ricerca in alto apprendistato ai sensi del sopra richiamato art. 50 del DLgs 276/03 e ss.mm.;

Dato atto infine che al finanziamento delle attività formative di cui sopra si provvederà attraverso le risorse di cui al decreto direttoriale n. 376/II/2010 del 10/11/2010;

Dato atto che con la propria deliberazione 62/10 sopra richiamata si è preso atto tra l’altro che il decreto direttoriale del Ministero del Lavoro e P.S. n. 376/II/2010 dispone che una quota corrispondente al 20% delle risorse complessivamente assegnate sia destinata al finanziamento di tutte le attività formative, quali Master di I e II livello e i Dottorati di ricerca, destinate agli apprendisti assunti con il contratto di apprendistato in alta formazione di cui all’art. 50 del DLgs 276/03;

Viste le Leggi regionali:

- L.R. 40/01 “Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4”;

- L.R. 43/01 “Testo Unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.;

- Richiamate le proprie deliberazioni:

- 1057/06 “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali” e s.m.;

- 1663/06 concernente “Modifiche all’assetto delle Direzioni generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente”;

- 2416/08 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/08. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/07” e ss.mm.;

- 1173/09 “Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziale (decorrenza 1/8/2009)”;

- n. 1377 del 20/9/2010 “Revisione dell’assetto organizzativo di alcune Direzioni generali”, e successiva rettifica;

- 2060/10 “Rinnovo incarichi a Direttori generali della Giunta regionale in scadenza al 31/12/2010;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore competente per materia;

A voti unanimi e palesi

delibera:

Per le motivazioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate:

1. prendere atto che in data 5 luglio 2011 è stato sottoscritto il “Protocollo d’intesa tra Regione Emilia-Romagna, Università e Parti sociali per definire i profili formativi nei percorsi di alta formazione finalizzati al conseguimento del titolo di dottore di ricerca nell’ambito dei contratti di alto apprendistato (art. 50 del DLgs 276/03 e ss.mm.)” Repertorio RPI.2011.0000101 del 12/7/2011), di cui all’allegato parte integrale e sostanziale della presente deliberazione;

2. di definire che, al fine di facilitare l’accesso a datori di lavoro ed agli apprendisti all’istituto contrattuale sopra citato, venga regolamentata l’ipotesi che il contratto di apprendistato di alta formazione sia preceduto da un contratto di apprendistato professionalizzante, sottoscritto tra le medesime parti, secondo le previsioni che seguono:

- sottoscrizione da parte di azienda ed apprendista di un contratto di apprendistato per l’acquisizione di un Dottorato di ricerca, previa risoluzione consensuale del rapporto di apprendistato professionalizzante e a condizione che l’apprendista stesso abbia superato le selezioni previste per l’ammissione al Dottorato stesso;

- comunicazioni da parte dell’azienda della cessazione del contratto di apprendistato professionalizzante e della nuova assunzione con contratto di alto apprendistato, con le modalità ed i termini definiti dall’art. 4-bis del DLgs 181/00 e ss.mm;

- l’inquadramento contrattuale attribuito, nel costituito rapporto di apprendistato per l’acquisizione di un Dottorato di ricerca, deve tenere conto dell’esperienza maturata così come della formazione acquisita nel rapporto di apprendistato professionalizzante;

- la durata complessiva dei rapporti di apprendistato non può comunque superare i quarantotto mesi;

3. di prevedere che le aziende daranno comunicazione della sottoscrizione dei contratti d alto apprendistato per l’acquisizione di un Dottorato di ricerca alle organizzazioni sindacati di categoria territoriali comparativamente più rappresentative e, ove presenti, alle RSU;

4. dare atto altresì che:

- verranno adottate tutte le iniziativa utili e necessarie ad una promozione ed informazione nei confronti dei giovani laureati e delle imprese del citato Protocollo d’intesa;

- con la propria deliberazione 62/10 si è preso atto tra l’altro che il decreto direttoriale del Ministero del Lavoro e P.S. n. 376/II/2010 dispone che una quota corrispondente al 20% delle risorse complessivamente assegnate sia destinata al finanziamento di tutte le attività formative, quali Master di I e II livello e i Dottorati di ricerca, destinate agli apprendisti assunti con il contratto di apprendistato in alta formazione di cui all’art. 50 del DLgs 276/03;

5. di rinviare a propri atti successivi l’approvazione dell’avviso e delle modalità di acquisizione dell’offerta formativa per l’acquisizione del titolo di Dottore di ricerca in alto apprendistato ai sensi del sopra richiamato art. 50 del DLgs 276/03 e ss.mm.;

6. disporre la pubblicazione integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it