E-R | BUR

n.295 del 05.10.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Provvedimento di verifica (screening) relativa a modifiche impiantistiche con l'impiego di tecnologie di ultima generazione per la produzione di lastre ceramiche, aumento della capacità produttiva e inserimento dell'attività di recupero rifiuti speciali non pericolosi nell'impianto esistente LAMINAM SPA sito in Via Brindani in comune di Borgo Val di Taro PR (Titolo II della LR 9/99 e smi)

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera: 

a) per quanto di competenza e fatti salvi i diritti di terzi, sulla base delle valutazioni conclusive della Conferenza di Servizi, di escludere dalla successiva procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.) l' ampliamento della capacità produttiva e l’introduzione dell’attività di recupero rifiuti R5 presso lo stabilimento Laminam spa di Via Brindani, Comune di Borgo Val di Taro (PR) con le seguenti prescrizioni:

i) la Ditta dovrà concordare entro un anno dal rilascio del presente atto con l’Amministrazione comunale di Borgo Val di Taro interventi di mitigazione degli impatti (da realizzarsi entro i due anni successivi) dovuti alla maggiori emissione di inquinanti secondo i disposti dell’articolo 27 delle NTA del PPTRQA della Provincia di Parma adottato con d.c.p. 46 del 26 maggio 2008;

ii) per quanto riguarda il controllo degli acquiferi in sede di modifica sostanziale dell’AIA vigente saranno stabilite le modalità e la frequenza dei monitoraggi periodici dei due pozzi dello stabilimento;

iii) per quanto riguarda le risultanze della Valutazione Previsionale Acustica, al termine di ognuna delle tre fasi previste per l’aumento della capacità produttiva dovranno essere eseguiti gli opportuni collaudi acustici;

b) di determinare le spese per l’istruttoria relativa alla procedura predetta a carico del proponente in euro 5000,00 ai sensi dell’art. 28 della L.R. 9/1999 e della D.G.R. 1238/2002, importo già correttamente versato dalla società Laminam SpA ad Arpae all'avvio del procedimento;

c) di inviare copia della presente determinazione al S.U.A.P. Alta Valle del Taro Unione dei Comuni Valli Taro e Ceno, alla ditta Laminam SpA, a Arpae, Comune di Borgo Val di Taro, AUSL Distretto Valli e Ceno, RER Servizio Coordinamento Interventi Urgenti e Messa in Sicurezza Servizio Affluenti Po Ambito Parma;

d) di pubblicare per estratto, ai sensi dell'art. 10, comma 3, della L.R. 9/99, il presente partito di deliberazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna;

e) di pubblicare integralmente sul sito web della Regione Emilia-Romagna, ai sensi dell'art. 10, comma 3, della L.R. 9/99, il presente provvedimento di verifica (screening);

f) di stabilire che avverso il presente provvedimento è possibile proporre ricorso al competente T.A.R nel termine di 60 gg. o in alternativa, al Capo dello Stato, nel termine di 120 gg, entrambi decorrenti dalla data di notifica o comunicazione dell’atto o della piena conoscenza di esso.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it