E-R | BUR

n.27 del 29.01.2014 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione delle Linee guida sugli Interventi Assistiti con gli Animali (IAA) in attuazione della L.R. 5/2005 così come modificata dalla L.R. 3/2013

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamati:

- l'Accordo 6 febbraio 2003 tra il Ministro della Salute, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano “in materia di benessere degli animali da compagnia e Pet Therapy” che, all’articolo 9, attribuisce alle regioni e province autonome il compito di “agevolare una più ampia diffusione dei nuovi orientamenti clinico-terapeutici con i cani per disabili e con le tecniche della pet-therapy, adottando iniziative intese ad “agevolare il mantenimento del contatto delle persone, anziani e bambini in particolare, siano esse residenti presso strutture residenziali, quali case di riposo e strutture protette o ricoverate presso Istituti di cura, con animali da compagnia di loro proprietà o con animali comunque utilizzabili per la pet-therapy”;

- la L.R. n. 5/2005 come modificata e integrata dalla L.R. 3/2013: "Nuove norme per la tutela ed il controllo della popolazione canina e felina” che:

- all’Art. 4 bis - Disposizioni su terapie assistite dagli animali (aggiunto da art. 4 L.R. 29 marzo 2013, n. 3) sancisce che la Regione Emilia-Romagna, in attuazione dell'Accordo di cui all'articolo 1, comma 1, intende promuovere la conoscenza, lo studio e l'utilizzo di nuovi trattamenti di supporto e integrazione delle cure clinico-terapeutiche, effettuate in affiancamento alle terapie di medicina tradizionale, con impiego di animali e che la Giunta regionale, sentita la competente Commissione assembleare e in accordo con il Centro di Referenza Nazionale per gli Interventi Assistiti dagli Animali presso l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie, detti linee guida per definire:

  • l'ambito e le modalità di applicazione delle attività e terapie assistite con gli animali;
  • i protocolli operativi per il controllo sanitario e comportamentale degli animali impiegati;
  • le figure professionali coinvolte nei programmi di attività e terapia assistita con gli animali e la loro formazione; 

Vista la diffusione in diversi ambiti sia pubblici che privati degli IAA, il Ministero della Salute, in collaborazione con il Centro di Referenza Nazionale per gli Interventi Assistiti con gli Animali, ha predisposto un gruppo interregionale, a cui anche questa Regione partecipa, per avviare un percorso di riflessione etico, deontologico e giuridico al fine della predisposizione di linee guida nazionali per le IAA (Interventi Assistiti con gli Animali);

Ritenuto necessario al fine di armonizzare l’attività degli operatori che svolgono questo tipo di intervento per la tutela sia del paziente/utente che dell’animale impiegato, definire:

- standard operativi per la corretta e uniforme applicazione degli Interventi Assistiti con gli Animali nel territorio regionale;

- individuare i compiti e le responsabilità delle figure professionali e degli operatori coinvolti nei progetti e nelle iniziative che prevedono l’impiego di animali a fini terapeutico-riabilitativi, educativi e ludico-ricreativi;

Sentito il parere favorevole del Centro di Referenza Nazionale per gli Interventi Assistiti dagli Animali presso l'Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie; 

Acquisito il parere della Commissione Assembleare IV “Politiche per la salute e politiche sociali” espresso nella seduta del 10 dicembre 2013;

Richiamate le deliberazioni di Giunta n. 1057 del 24 luglio 2006, n. 1663 del 27 novembre 2006, n. 1377/2010 e n. 1222 del 4 agosto 2011 e n. 725/12; 

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore alle Politiche per la Salute;

A voti unanimi e palesi

delibera:

  1. di approvare, per le motivazioni espresse in premessa che qui si intendono integralmente riportate, l’Allegato A “Linee guida per gli Interventi Assistiti con gli Animali (IAA) in attuazione della L.R. 5/2005 come modificata e integrata dalla L.R. 3/2013”; 
  2. di pubblicare il presente provvedimento ed il relativo Allegato nel Bollettino Ufficiale.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it