E-R | BUR

n.247 del 04.08.2014 (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione del Programma Operativo Regionale FESR dell’Emilia-Romagna 2014-2020 in attuazione del Reg. (CE) n. 1303/2013. (Proposta della Giunta regionale in data 28 aprile 2014, n. 574)

L'ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Richiamata la deliberazione della Giunta regionale, progr. n. 574 del 28 aprile 2014, recante ad oggetto ""Approvazione del Programma Operativo Regionale FESR dell’Emilia-Romagna 2014-2020 in attuazione del Reg. (CE) n. 1303/2013. Proposta di adozione all'assemblea legislativa regionale"";

Preso atto:

- del parere favorevole, con modificazioni, espresso dalla commissione referente "Bilancio, Affari generali ed istituzionali" di questa Assemblea legislativa, giusta nota prot. AL/2014/0027389 in data 9 luglio 2014,

- ed, inoltre, degli emendamenti presentati ed accolti nel corso della discussione assembleare,

- del parere favorevole espresso dal Consiglio delle Autonomie locali (CAL) sulla proposta della Giunta regionale n. 574 del 28 aprile 2014 (qui allegato);

Visti:

- il Regolamento (CE) n. 1303/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione e che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006;

- il Regolamento (CE) n. 1301/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale e recante abrogazione del regolamento (CE) n. 1080/2006;

Richiamati:

- il Quadro Strategico Comune di cui all’art. 10 e all’Allegato 1 del citato Regolamento generale (CE) 1303/2013;

- il “Position Paper” dei Servizi della Commissione sulla preparazione dell’Accordo di Partenariato e dei Programmi in Italia per il periodo 2014-2020, Rif. Ares (2012) 1326063 - 9/11/2012 che individua le sfide principali e le priorità di finanziamento sulla base delle quali fondare il ciclo di programmazione 2014-2020, nonché i possibili fattori di successo per l’uscita dalla crisi economica-finanziaria;

- il Capo II del Regolamento generale (CE) 1303/2013 ed in particolare l’art. 16 relativi all’Accordo di Partenariato;

Dato atto che il POR-FESR 2014-2020 si inquadra nelle più ampie politiche regionali di sviluppo evidenziate, fra l’altro:

- nel Documento Programmatico Economico-Finanziario della Regione Emilia-Romagna per il periodo 2014-2015;

- nel Programma regionale per la Ricerca industriale, innovazione e trasferimento tecnologico 2012-2015, di cui al comma 1 dell’art. 3 della L.R. n. 7/2002, approvato con deliberazione assembleare n. 83 del 25 luglio 2012;

- nel Programma regionale Attività produttive 2012-2015 di cui al comma 2, dell’art. 54 della L.R. n. 3/1999, approvato con deliberazione assembleare n. 83 del 25 luglio 2012;

- nel Secondo piano triennale di attuazione del Piano Energetico Regionale 2011-2013 approvato con deliberazione assembleare n. 50 del 26 luglio 2011;

- nelle Linee guida per il “Piano telematico dell’Emilia-Romagna 2011-2013: un nuovo paradigma di innovazione” ai sensi dell’art. 6 della L.R. n. 11/2004, approvato con deliberazione assembleare n. 52 del 27 luglio 2011;

- nel Piano Territoriale Regionale, ai sensi dell’Art. 25 della L.R. 20/2000, approvato con deliberazione assembleare n. 276 del 03 febbraio 2010;

Dato atto che il POR-FESR prevede positive sinergie con i Programmi Operativi degli altri fondi comunitari, quali il Programma Operativo Regionale del Fondo Sociale Europeo ed il Piano Regionale di Sviluppo Rurale 2014-2020 e prevede anche l'opportunità di avviare attività con i programmi europei di cooperazione territoriale;

Rilevato che l'iter di approvazione previsto dalla normativa comunitaria prevede un esame complessivo dei contenuti del POR-FESR 2014-2020 nell'ambito di un apposito negoziato da condurre con i competenti servizi della Commissione europea, presupposto per l'approvazione definitiva del citato POR;

Ritenuto pertanto di approvare, quale parte integrante e sostanziale del presente atto, il POR-FESR dell'Emilia-Romagna 2014-2020 ai fini della sua trasmissione alla Commissione Europea e per l’avvio del relativo negoziato;

Visti il Rapporto Ambientale relativo alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica del Programma Operativo Regionale FESR dell'Emilia-Romagna 2014-2020, comprensivo della Sintesi non tecnica dei contenuti del rapporto stesso, parte integrante della presente deliberazione e lo Studio di incidenza ambientale parte integrante della presente deliberazione realizzati da ARPA - Agenzia Regionale per la Prevenzione e l’Ambiente dell’Emilia-Romagna, a ciò incaricata con delibera della Giunta regionale n. 1901 del 16 dicembre 2013;

Viste altresì:

- la deliberazione assembleare n. 164 del 25 giugno 2014 avente ad oggetto “Approvazione del documento Strategia regionale di ricerca e innovazione per la specializzazione intelligente” con la quale si è proceduto all’approvazione dell’Allegato 1b) della deliberazione di Giunta regionale n. 515 del 14 aprile 2014;

- la deliberazione assembleare n. 167 del 15 luglio 2014 avente ad oggetto "Approvazione del "Documento strategico regionale dell'Emilia-Romagna per la programmazione dei fondi strutturali e di investimento europei (SIE) 2014-2020. Strategia, approccio territoriale, priorità e strumenti di attuazione" con la quale si è proceduto all’approvazione dell’Allegato 1a) della deliberazione di Giunta regionale n. 571 del 28/4/2014);

Dato atto del parere di regolarità amministrativa sulla proposta della Giunta regionale all’Assemblea legislativa n. 574 del 28 aprile 2014, qui allegato;

Previa votazione palese, a maggioranza dei presenti,

delibera:

1) di approvare, ai sensi della lett. d), comma 4, art. 28 dello Statuto regionale:

a) il documento Programma Operativo Regionale FESR dell’Emilia-Romagna 2014-2020 (Allegato n. 1) con i seguenti Allegati:

- Sintesi del Programma Operativo per i cittadini(Allegato 1c)

- Bozza del Rapporto di valutazione ex ante (Allegato 1d)

- Grafici, tabelle e analisi SWOT (Allegato 1e);

b) il Rapporto Ambientale relativo alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica del Programma Operativo Regionale FESR dell'Emilia-Romagna 2014-2020 L.R. 14 maggio 2002, n. 7, artt. 3-11-13) - (Allegato 2);

c) lo Studio di incidenza ambientale - (Allegato 3);

d) la determinazione n. 9666 dell’11 luglio 2014 avente ad oggetto: “Parere motivato del Programma Operativo Regionale FESR dell’Emilia-Romagna 2014-2020” - (Allegato n. 4);

e) Dichiarazione di Sintesi (art. 17 D.Lgs. 152/2006) della Valutazione ambientale del Programma Operativo Regionale FESR 2014-2020 - (Allegato n. 5);

2) di dare atto che gli Allegati 1 a) e 1 b) sono costituiti rispettivamente dal Documento Strategico Regionale (Allegato 1a) approvato con deliberazione assembleare n. 167 del 15 luglio 2014 avente ad oggetto “Approvazione del Documento strategico regionale dell'Emilia-Romagna per la programmazione dei fondi strutturali e di investimento europei (SIE) 2014-2020. Strategia, approccio territoriale, priorità e strumenti di attuazione” e dal Documento Strategia regionale di ricerca e innovazione per la specializzazione intelligente (Allegato 1b) approvato con deliberazione assembleare n. 164 del 25 giugno 2014 avente ad oggetto “Approvazione del documento Strategia regionale di ricerca e innovazione per la specializzazione intelligente”;

3) di autorizzare la competente struttura della Giunta regionale all’inoltro del suddetto Programma Operativo di cui al Punto a) comprensivo degli Allegati da 1 a) a 1e) e degli ulteriori Allegati connessi alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) richiamati nel precedente punto b) alla Commissione Europea entro il termine del 22 luglio 2014, come previsto dall’art. 26, Regolamento (CE) n. 1303/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, anche con le modifiche ed integrazioni che si rendessero necessarie in ragione delle specificità previste dalla piattaforma telematica da utilizzarsi per l’inoltro del Programma, nonché delle modifiche ed integrazioni conseguenti alle comunicazioni e osservazioni dei competenti uffici nazionali e comunitari e dei “Soggetti incaricati della valutazione ex ante” che dovessero pervenire prima dell’invio definitivo;

4) di delegare l’Assessore alle Attività produttive, piano energetico, economia verde, autorizzazione unica integrata alla conduzione del negoziato con la Commissione Europea sul Programma Operativo, autorizzandolo, contestualmente, ad apportare le modificazioni e le integrazioni che si rendessero necessarie in ragione delle osservazioni dei competenti uffici nazionali e comunitari;

5) di verificare nel corso del negoziato con la Commissione Europea e con i competenti uffici nazionali l’eventuale individuazione di Organismi Intermedi ai sensi del comma 18, art. 2 del richiamato Regolamento (CE) n. 1303/2013, definendo inoltre il ruolo delle Autorità Urbane di cui all’articolo 7 del Regolamento (CE) n. 1301/2013;

6) di demandare a una successiva deliberazione di Giunta regionale la presa d'atto del Programma Operativo Regionale 2014-2020 nel testo approvato dalla Commissione Europea;

7) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna nel testo definitivamente approvato con la deliberazione di presa d'atto di cui al precedente punto 6;

8) di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it