E-R | BUR

n.79 del 23.03.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

“Piano di classifica degli immobili per il riparto degli oneri consortili” del Consorzio di bonifica della Romagna - Approvazione definitiva

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Richiamata la legge regionale Emilia-Romagna 24/04/2009, n. 5 recante: “Ridelimitazione dei comprensori di bonifica e riordino dei consorzi”, pubblicata nel B.U.R. Emilia-Romagna 24 aprile 2009, n. 74, in forza della quale a far data dal 01/10/2009 è stato istituito il Consorzio di Bonifica della Romagna (Codice Fiscale: 92071350398) succeduto a titolo universale, in tutti i rapporti attivi e passivi, ai preesistenti Consorzi di Bonifica della Romagna Centrale, del Savio e Rubicone e della Provincia di Rimini;

Richiamata la delibera del Consiglio di Amministrazione Provvisorio n. 011/2009/CAP del 15/10/2009, con la quale, al fine di garantire continuità all’attività istituzionale dell’Ente consortile distribuita nelle quattro sedi principali del neo costituito Consorzio di bonifica della Romagna, ed in attesa di dotarsi di un nuovo ed unico Piano di classifica, sono stati recepiti, fra gli altri atti, i Piani di classifica in vigore alla data del 30/09/2009, presso i preesistenti Consorzi di bonifica, in quanto compatibili con i nuovi assetti conseguenti alle disposizioni di cui alla L.R. n. 5/2009 e relativi decreti di attuazione;

Vista la L.R. n. 7/2012, recante “Disposizioni per la bonifica. Modificazioni alla L.R. 2 agosto 1984 n. 42 (Nuove norme in materia di enti di bonifica. Delega di funzioni amministrative)” ed in particolare dell'art. 4 comma 2, ai sensi del quale il Consorzio di bonifica è tenuto ad elaborare “.. sulla base di criteri ed indirizzi deliberati dalla Giunta regionale, un piano di classifica degli immobili, al fine di individuare i benefici derivanti dalle opere di bonifica e di stabilire gli indici e i parametri per la quantificazione dei medesimi. Tale piano è approvato dal Consorzio di bonifica previo parere di conformità della Giunta regionale rispetto ai criteri ed indirizzi emanati”;

Richiamata la deliberazione di Giunta regionale n. 2067 del 28/12/2012, con la quale è stata costituita la Commissione tecnica di cui all'art. 4, comma 4, della L. R. 7/2012 con il compito di individuare i parametri tecnici per determinare quando le interconnessioni tra le reti siano da considerare significative nonché per la valutazione ed approvazione dei piani di classifica;

Atteso che con delibera della Giunta regionale n. 385 del 24/3/2014, notificata al Consorzio in data 7/4/2014, in atti al Prot. Gen. n. 8482/RA 4150 di pari data, sono state approvate le “Linee Guida per la predisposizione dei Piani di Classifica da parte dei Consorzi”, redatte da apposita Commissione Tecnica, come prevista all'art. 4 della citata L.R. n. 7/2012, istituita dalla Giunta Regionale con deliberazione n. 2067 del 28/12/2012;

Vista inoltre la delibera della Giunta regionale n. 210 del 6/3/2015, in atti al Prot. Gen. n. 6783/RA 3638 del 16/3/2015, con la quale sono state approvate le procedure per l'approvazione dei Piani di Classifica da parte dei Consorzi di bonifica dell'Emilia-Romagna, previste all'Allegato A della predetta delibera;

Richiamata la delibera del Consiglio di Amministrazione n. 050/2015/CO del 9/4/2015, con la quale è stato adottato il “Piano di classifica degli immobili per il riparto degli oneri consortili” del Consorzio di bonifica della Romagna, unitamente alla documentazione ed agli allegati, redatto nel rispetto delle “linee guida” emanate dalla Regione Emilia-Romagna con deliberazione di Giunta n. 385/2014 e contestualmente sono state attivate le relative procedure di approvazione, secondo le disposizioni previste con delibera della Giunta regionale n. 210 del 6/3/2015;

Atteso che la Regione Emilia-Romagna con Determinazione della Direzione Generale Ambiente e Difesa del Suolo e della Costa n. 5859 del 13/5/2015, notificata allo scrivente Consorzio in data 3/6/2015, in atti al Prot. Gen. n. 14600/RA 7403 del 4/6/2015, ha approvato le procedure per la pubblicazione della proposta del Piano di classifica del Consorzio di bonifica della Romagna;

Rilevato che, al fine di ottemperare al regolare espletamento delle procedure di pubblicazione definite dalla Regione Emilia-Romagna ed approvate con Determinazione della Direzione Generale Ambiente e Difesa del Suolo e della Costa n. 5859 del 13/5/2015, il Consorzio ha provveduto:

  • a depositare a partire dal giorno 28/6/2015, per 20 giorni consecutivi, fino al 18/7/2015 compreso, in formato cartaceo copia della delibera del Consiglio di Amministrazione n. 050/2015/CO del 9/4/2015 nonché il testo completo del “Piano di classifica”, unitamente ai relativi allegati tecnici e alla cartografia del comprensorio su scala 1.25.000, presso:

- il proprio Ufficio di Segreteria;

- la Direzione Generale Ambiente e Difesa del Suolo della Regione Emilia-Romagna, a Bologna, in Via della Fiera n. 8;

- la Direzione Generale Agricoltura delle Regione Emilia-Romagna, a Bologna, in Via della Fiera n. 8;

- la Direzione Generale Politiche Ambientali, Energia e Cambiamenti Climatici della Regione Toscana, a Firenze in Via di Novoli n. 26;

- la Direzione Generale Agricoltura della Regione Toscana, a Firenze in Via di Novoli n. 26.

  • a pubblicare dal 28 giugno 2015 al 18 Luglio 2015 compreso, copia della Determinazione della Direzione Generale Ambiente e Difesa del Suolo e della Costa n. 5859 del 13/5/2015 nonché il Piano di classifica del Consorzio di bonifica della Romagna e i relativi allegati tecnici, sui siti istituzionali delle Regioni Emilia-Romagna e Toscana, nonché, dal 28/6/2015 al 31/8/2015 sul sito istituzionale del Consorzio;
  • a pubblicare un avviso di avvenuto deposito dal 28 giugno 2015 al 18 luglio 2015 del Piano di classifica e della delibera di adozione, con l'avvertimento che entro il termine perentorio di 45 giorni dall'ultimo giorno di deposito degli atti sopra indicati, e pertanto entro e non oltre il giorno 31 agosto 2015 gli interessati avrebbero potuto far pervenire all’Ufficio Protocollo del Consorzio eventuali opposizioni e/o osservazioni al nuovo Piano di Classifica degli immobili per il riparto degli oneri consortili. La pubblicazione del suddetto avviso di deposito è stata effettuata, in osservanza alla Determinazione della Direzione Generale Ambiente e Difesa del Suolo e della Costa n. 5859 del 13/05/2015:

- nel BUR Emilia-Romagna - Parte Seconda - n. 154 del 1/7/2015

- nel BUR della Regione Toscana - Parte Seconda - n. 25 del 23/6/2015

- su due quotidiani a diffusione locale e precisamente su il “Corriere Romagna” del 20/6/2015 e su “La Voce di Romagna” del 20/6/2015 e del 22/6/2015

- all’Albo Pretorio di tutti i Comuni ricadenti nel comprensorio consortile

Preso atto che entro il termine ultimo di deposito sono pervenute due osservazioni al “Piano di classifica degli immobili per il riparto degli oneri consortili” del Consorzio di bonifica della Romagna, individuate in atti:

  • al Prot. Gen. n. 22587/RA 11676 del 27/8/2015;
  • al Prot. Gen. n. 22698/RA/11723 del 28/8/2015;

Richiamata la delibera del Consiglio di Amministrazione n. 060/2015/CO del 24/9/2015, con la quale, in accoglimento delle osservazioni pervenute al “Piano di classifica degli immobili per il riparto degli oneri consortili” del Consorzio di bonifica della Romagna adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione n. 050/2015, è stato disposto di integrare e/o modificare il testo del predetto “Piano di classifica” con le osservazioni accolte;

Richiamata inoltre la delibera del Consiglio di Amministrazione n. 061/2015/CO del 24/9/2015, con la quale è stato adottato in via definitiva il nuovo testo del “Piano di classifica degli immobili per il riparto degli oneri consortili” del Consorzio di bonifica della Romagna, con le modifiche/integrazioni approvate con delibera del Consiglio di Amministrazione n. 060/2015, redatto unitamente alla documentazione ed allegati di cui è corredato, in conformità ai principi ed alle disposizioni di legge, ed in particolare della legge regionale Emilia-Romagna n. 7/2012 e delle relative disposizioni attuative costituite dalle linee guida approvate con deliberazione della Giunta regionale dell'Emilia-Romagna n. 385/2014;

Preso atto che il Piano di classifica degli immobili per il riparto degli oneri consortili, con le modifiche/integrazioni accolte, costituisce il documento di pianificazione generale e lo strumento tecnico-amministrativo atto ad individuare puntualmente i benefici che derivano agli immobili ricadenti nel comprensorio consorziale dalle opere e dalle attività di bonifica e stabilisce gli indici di beneficio, gli indici tecnici ed economici, nonché i parametri per la loro quantificazione, ai fini della equa ripartizione degli oneri consortili, sui predetti immobili, che il Consorzio sostiene nello svolgimento delle attività istituzionali e che la legge pone a carico dei consorziati, in ragione del diverso grado di beneficio goduto per effetto dell’attività e delle opere di bonifica;

Richiamata la nota in atti al Prot. Gen. n. 26120/RA 13375 del 2/10/2015, con la quale il Consorzio ha trasmesso il nuovo testo del “Piano di classifica degli immobili per il riparto degli oneri consortili” del Consorzio di bonifica della Romagna, alla Giunta della Regione Emilia-Romagna, per il preliminare parere di conformità, ai sensi dell'art. 4 comma 2 L.R. n. 7/2012, in ottemperanza alle disposizioni previste con Determinazione della Direzione Generale Ambiente e Difesa del Suolo e della Costa n. 5859 del 13/5/2015;

Vista la delibera di Giunta n. 2239 del 28/12/2015 (B.U.R. n. 45 del 24/2/2016 parte seconda), in atti al Prot. Gen. n. 910/RA 513 del 11/1/2016, con la quale la Regione Emilia-Romagna ha espresso il parere di conformità, ai sensi dell'art. 4 comma 2 L.R. n. 7/2012, del “Piano di classifica degli immobili per il riparto degli oneri consortili” del Consorzio di bonifica della Romagna;

Atteso che la citata delibera di Giunta n. 2239 del 28/12/2015 prevede altresì:

- l'introduzione di un processo di gradualità nella riscossione da attuarsi in cinque anni a fini perequativi per attenuare significativi scostamenti sia in aumento sia in diminuzione nelle posizioni contributive, per il quale verrà adottato specifico provvedimento consigliare;

- lo svolgimento di una capillare campagna informativa verso tutti i consorziati sugli effetti dell'applicazione del Piano di Classifica;

Esaminato il "Piano di classifica degli immobili per il riparto degli oneri consortili” del Consorzio di bonifica della Romagna;

Uditi il riferimento e l’illustrazione del Piano di Classifica;

Ritenuto di poter approvare definitivamente il nuovo Piano di Classifica degli immobili per il riparto degli oneri consortili, in quanto conforme alle vigenti disposizioni di legge;

Richiamato il Regio Decreto n. 215/1933;

Richiamata la L.R. n. 42/1984;

Richiamata la L.R. n. 16/1987;

Richiamata la L.R. n. 7/2012;

Richiamata la delibera della Giunta regionale n. 385 del 24/3/2014;

Richiamata la delibera della Giunta Regionale n. 210 del 06/03/2015;

Richiamata la Determinazione della Direzione Generale Ambiente e Difesa del Suolo e della Costa n. 5859 del 13/5/2015;

Richiamata la delibera di Giunta n. 2239 del 28/12/2015 (B.U.R. n. 45 del 24/2/2016 Parte Seconda)

Richiamato l'art. 24 del vigente statuto consorziale approvato con delibera di Giunta della Regione Emilia-Romagna n. 1380 del 20/9/2010, come modificato con delibera di Giunta della Regione Emilia-Romagna n. 62 del 23/1/2012;

all'unanimità

delibera:

1) Le premesse costituiscono parte integrante della presente deliberazione;

2) di prendere atto del parere espresso dalla Giunta regionale con la deliberazione n. 2239 del 28 dicembre 2015 (B.U.R. n. 45 del 24/2/2016 Parte Seconda), in atti al Prot. Gen. n. 910/RA 513 del 11/1/2016, con il quale la predetta Giunta ha dichiarato la conformità, ai sensi dell'art. 4 comma 2 L.R. n. 7/2012, del “Piano di classifica degli immobili per il riparto degli oneri consortili” del Consorzio di bonifica della Romagna e di recepirne integralmente i contenuti;

3) di approvare in via definitiva il testo del “Piano di classifica degli immobili per il riparto degli oneri consortili” del Consorzio di bonifica della Romagna, unitamente alla documentazione ed allegati di cui è corredato, depositato agli atti del Consorzio il cui contenuto si intende qui integralmente recepito;

4) di dare atto che l'applicazione del nuovo Piano di classifica avverrà a partire dall'emissione dei ruoli di contribuenza per l'anno 2016;

5) di pubblicare il presente atto deliberativo all'Albo e sul sito internet del Consorzio, nonché secondo quanto previsto dalla determinazione della Regione Emilia-Romagna n. 5859 del 13/5/2015, nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna e della Regione Toscana;

6) di demandare ad apposito specifico atto consiliare la disciplina della gradualità nell'applicazione del presente piano di classifica nel rispetto dei principi previsti dalla deliberazione di Giunta regionale n. 2239/2015;

7) di attivare idonee iniziative di informazione e comunicazione verso tutti i consorziati sugli effetti dell'applicazione del Piano di Classifica;

8) di trasmettere, per dovuta conoscenza, copia della presente deliberazione presso la Direzione Generale Ambiente, Difesa del Suolo e della Costa e la Direzione regionale Agricoltura Economia Ittica, Attività Faunistico-Venatoria delle regioni Emilia-Romagna e Toscana;

9) di trasmettere la presente deliberazione alla Giunta della Regione Emilia-Romagna, per il controllo preventivo di legittimità di cui all’art. 49 comma 1 lett. a) della L.R. 24/3/2004 n. 6.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it