E-R | BUR

n.291 del 21.12.2012 (Parte Prima)

XHTML preview

Oggetto n. 3415/1 - Ordine del giorno proposto dai consiglieri Ferrari, Garbi, Corradi e Cavalli collegato al progetto di legge "Misure per assicurare il governo territoriale delle funzioni amministrative secondo i principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza". (Prot. n. 51054 del 20 dicembre 2012)

L'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna

Premesso che

il progetto di legge d’iniziativa della Giunta avente ad oggetto: "Misure per assicurare il governo territoriale delle funzioni amministrative secondo i principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza" fissa i parametri per la determinazione degli ambiti territoriali ottimali sui quali dovranno insistere le unioni di Comuni.

I parametri di cui al punto che precede sono indicati negli artt. 6 e 7 del citato progetto di legge.

Con riferimento ad alcuni dei parametri, è prevista per la Giunta regionale di concedere delle deroghe.

Considerato che

appare utile, nei limiti della legislazione statale vigente, favorire la definizione di ambiti territoriali ottimali coincidenti il più possibile con le richieste provenienti dai Comuni interessati, al fine di favorire aggregazioni rispettose della volontà espressa dagli stessi Comuni interessati.

Impegna la Giunta regionale

a concedere le eventuali deroghe richieste dagli Enti locali, al fine di consentire l’individuazione e determinazione di ambiti territoriali ottimali che siano in linea con le richieste e le istanze dei Comuni della nostra Regione, comunque mantenendo fermo l’obiettivo complessivo di accrescere le forme di aggregazione.

Approvato all'unanimità dei presenti nella seduta pomeridiana del 19 dicembre 2012

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it