E-R | BUR

n. 150 del 03.11.2010 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n. 1 posto di Operatore socio-sanitario (Cat. B liv. retr. Bs) e contestuale avviso pubblico per soli titoli per la formulazione di una graduatoria da utilizzare per la stipula di contratti di lavoro a tempo determinato in attesa dell’espletamento del pubblico concorso

1) Premessa

In applicazione di atto deliberativo n. 509 del 21/10/2010, esecutivo ai sensi di legge, è indetto concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura, a tempo indeterminato, del posto sopraindicato e contestuale avviso pubblico per soli titoli per la formulazione di una graduatoria da utilizzare per la stipula di contratti di lavoro a tempo determinato in attesa dell’espletamento del pubblico concorso.

Il concorso pubblico viene espletato sulla base dei disposti di cui al vigente C.C.N.L. del Comparto Sanità, del D.P.R. 27/3/2001, n. 220, dei vigenti Regolamenti organici dell’Istituzione Scientifica e, per quanto non previsto, ai sensi della normativa vigente per gli Enti del Comparto Sanità.

L’Avviso Pubblico viene espletato sulla base dei disposti di cui al C.C.N.L. del Comparto Sanità - con particolare riferimento all’art. 31 del Contratto integrativo siglato in data 20/9/2001 - nonché ai sensi del vigente Regolamento riguardante la disciplina concorsuale del comparto dell’Istituzione Scientifica - con particolare riferimento all’art. 1 comma 6.

Il rapporto di lavoro, per quanto riguarda il trattamento e gli istituti normativi di carattere economico, è determinato in conformità a quanto stabilito dal C.C.N.L. del Comparto Sanità.

Lo stato giuridico inerente al posto oggetto del presente Bando è determinato dalle disposizioni vigenti in materia di personale dipendente dal Servizio Sanitario Nazionale, con particolare riferimento alle norme riguardanti gli Istituti di Ricovero e Cura a carattere Scientifico di Diritto Pubblico.

Ai sensi dell’art.7 del D.Lgs. n. 29/1993, questa Amministrazione garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro.

Ai sensi del D.Lgs. 215/2001, art. 18, comma 6 e 7 e dell’art. 26, quale integrato dall’art.11 del D.lgs. 236/2003, tenuto conto delle frazioni di riserva cumulate, è prevista la riserva del posto per i volontari delle Forze Armate. Nel caso in cui non vi siano candidati idonei appartenenti all’anzidetta categoria, il posto sarà assegnato ad altro candidato utilmente collocato in graduatoria.

2) Requisiti specifici di ammissione al presente concorso

Specifico titolo conseguito a seguito del superamento del corso di formazione di durata annuale, previsto dagli artt. 7 e 8 dell’accordo provvisorio tra il Ministero della Sanità, il Ministero della Solidarietà Sociale e le Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano del 18 febbraio 2000

oppure, in alternativa, il concorrente deve possedere entrambi i seguenti titoli:

a) Attestato di Operatore Tecnico addetto all’Assistenza (O.T.A.) rilasciato ai sensi del D.M. 295/1991;

b) Attestato di Addetto all’Assistenza di Base (A.d.B.) conseguita in Regione Emilia-Romagna o di qualifica già riconosciuta equipollente dalla Regione Emilia-Romagna alla data del 28/10/2002. 

3) Requisiti generali di ammissione ai procedimenti concorsuali

a) Cittadinanza italiana - fatte salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti - o cittadinanza di uno dei paesi dell’Unione Europea, fatte salve le eccezioni di cui al D.P.C.M. n. 174 del 7.2.1994; il concorrente dovrà comunque godere dei diritti civili e politici nello Stato di appartenenza;

b) il concorrente, se straniero, dovrà dichiarare di avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana;

c) idoneità fisica all’impiego: l’accertamento dell’idoneità fisica all’impiego – con l’osservanza delle norme in materia di categorie protette – è effettuato, a cura dell’Istituto, prima dell’immissione in servizio;

d) non possono accedere all’impiego coloro che siano esclusi dall’elettorato attivo e coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso pubbliche amministrazioni ovvero licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo Contratto Collettivo.

I requisiti di ammissione, specifici e generali, devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente Bando per la presentazione delle domande di partecipazione.

Ai sensi dell’art. 3, comma 6, della legge n. 127/1997, la partecipazione ai concorsi indetti da pubbliche Amministrazioni non è soggetta a limiti massimi di età.

4) Compilazione della domanda

La domanda, unica sia per il concorso pubblico che per l’avviso pubblico, redatta in carta semplice, utilizzando obbligatoriamente la modulistica allegata al presente bando, firmata di proprio pugno, dovrà essere rivolta al Direttore Generale dell’Istituto Ortopedico Rizzoli e dovrà essere spedita nei modi e nei termini indicati al punto 6.

Nella domanda il candidato dovrà dichiarare, a pena di esclusione:

  1. cognome e nome (in stampatello);
  2. la precisa indicazione del procedimento concorsuale a cui intende partecipare;
  3. il luogo e la data di nascita;
  4. l’indirizzo di residenza;
  5. il possesso della cittadinanza italiana ovvero i requisiti sostitutivi di cui all’art.11 del D.P.R. 761/79 ed all’art.2, comma 1, del D.P.R. 487/94; i cittadini degli altri Stati membri dell’Unione Europea devono inoltre dichiarare:
    • di godere dei diritti civili e politici negli stati di appartenenza e di provenienza;
    • di avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana;
  6. il Comune nelle cui liste elettorali è iscritto ovvero i motivi della sua non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;
  7. le eventuali condanne penali riportate;
  8. il possesso dei requisiti specifici di ammissione richiesti dal Bando al punto (2);
  9. a sua posizione nei riguardi degli obblighi militari (per i soli concorrenti di sesso maschile);
  10. i servizi prestati come dipendente presso Pubbliche Amministrazioni e le eventuali cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego;
    • il candidato è inoltre invitato a dichiarare:
  11. i titoli che danno diritto ad usufruire di riserve, precedenze o preferenze;
  12. il recapito (in stampatello, con il numero di Codice Postale) presso il quale desidera gli vengano inviate le comunicazioni;
  13. eventuale numero telefonico ed eventuale indirizzo e-mail;
  14. (ove sussista il caso) di essere o di essere stato dipendente dell’Istituto Ortopedico Rizzoli (Nota bene: solo in presenza di questa dichiarazione – bene evidenziata – l’Amministrazione provvederà a compilare il certificato di servizio da allegare alla domanda).

I beneficiari della legge 104/1992, devono specificare, nella domanda di partecipazione, qualora lo ritengano indispensabile, l’ausilio eventualmente necessario, in relazione al proprio handicap, per sostenere le prove d’esame, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi.

La mancata sottoscrizione della domanda o l’omissione anche di una sola delle dichiarazioni di cui alle lettere da a) a j) comporta l’esclusione dal concorso.

Non è richiesta l’autenticazione della firma.

Tutti i dati personali di cui l’Amministrazione sia venuta in possesso in occasione dell’espletamento dei procedimenti concorsuali verranno trattati nel rispetto della legge 196/03; la presentazione della domanda da parte del candidato implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi i “dati sensibili”, a cura del personale preposto alla conservazione delle domande ed all’utilizzo degli stessi per lo svolgimento delle procedure concorsuali.

La domanda vale sia per la partecipazione al Concorso Pubblico per titoli ed esami che all’Avviso Pubblico per soli titoli. 

Ogni cambiamento di indirizzo deve essere comunicato per iscritto e unicamente al Settore Reclutamento e Verifica Comparto - Assunzioni - Dotazione organica.

L’Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda.

5) Documentazione da allegare alla domanda

La modulistica allegata, da compilare obbligatoriamente, presenta una sezione relativa alla domanda di partecipazione (Sezione A) e un’altra riguardante la scheda curriculum (Sezione B). La scheda curriculum è già predisposta in forma di autocertificazione ai sensi del DPR 28.12.00 n.445, artt. 46 e 47, quindi i concorrenti dovranno elencare dettagliatamente i titoli in loro possesso come specificato nei relativi riquadri, senza la necessità di allegare i titoli stessi, ad esclusione delle pubblicazioni e titoli scientifici. Si rammenta di allegare copia di un documento di riconoscimento valido.

6) Presentazione della domanda 

La domanda, unica sia per il Concorso Pubblico che per l’Avviso Pubblico, e gli eventuali documenti a corredo dovranno essere spediti entro il termine perentorio del 30° giorno successivo alla data di pubblicazione dell’estratto del presente Bando nella “Gazzetta Ufficiale” della Repubblica Italiana.

Le domande, obbligatoriamente spedite per posta, dovranno essere inviate al Settore Reclutamento e Verifica Comparto - Assunzioni - Dotazione organica dell’Istituto Ortopedico Rizzoli, Via di Barbiano n. 1/10 - 40136 Bologna entro il giorno di scadenza mediante raccomandata con avviso di ricevimento.

Qualora detto termine cada in un giorno festivo, esso è prorogato alla stessa ora del primo giorno non festivo successivo.

In alternativa, le domande potranno essere inviate, nel rispetto dei termini di cui sopra, anche utilizzando una casella di posta elettronica certificata, al seguente indirizzo PEC dell’Istituto Ortopedico Rizzoli: risorse.umane@pec.ior.it.

Si precisa che la validità di tale invio, così come stabilito dalla normativa vigente, è subordinata all’utilizzo da parte del candidato di casella di posta elettronica certificata a sua volta. Non sarà, pertanto, ritenuto valido l’invio da casella di posta elettronica semplice/ordinaria anche se indirizzata alla PEC Aziendale.

L’Amministrazione non risponde di domande o documenti consegnati ad Ufficio diverso dal Settore Reclutamento e Verifica Comparto - Assunzioni - Dotazione organica. Farà fede il timbro a data dell’Ufficio Postale accettante. L’Amministrazione, tuttavia, non risponderà di eventuali disservizi postali e di conseguenti ritardi ed omissioni nel recapito delle Raccomandate. Più precisamente, in osservanza dell’art. 4, comma 4, dei vigenti Regolamenti Organici dell’Istituzione, non potranno essere accettate le domande che, benché spedite entro i termini di scadenza del Bando, pervengano a questa Amministrazione oltre il 15° giorno dopo la scadenza stessa.

La busta deve contenere un’unica domanda di partecipazione. In caso contrario, l’Amministrazione non risponde di eventuali disguidi che ne potrebbero derivare. Non verrà presa in alcuna considerazione ogni riserva di invio successivo di documenti.

7) Restituzione dei documenti

La documentazione allegata alla domanda non potrà essere restituita se non trascorsi almeno quattro mesi dopo l’approvazione della delibera di esito del procedimento concorsuale. Trascorso tale termine, la documentazione verrà restituita solo su richiesta scritta del concorrente. I documenti verranno consegnati unicamente al concorrente stesso o a persona da lui delegata per iscritto. I documenti, su richiesta scritta del concorrente, potranno essere restituiti anche per vie postali, mediante Raccomandata A.R., con spese di spedizione contrassegno a carico del concorrente stesso. Trascorsi sei anni dopo la data di approvazione della delibera di esito, i documenti non potranno più essere reclamati dal concorrente e verranno avviati al macero.

8) Commissioni esaminatrici

Le Commissioni esaminatrici saranno nominate da questa Amministrazione, ai sensi di Legge e del vigente Regolamento Concorsuale interno. 

9) Convocazione dei candidati

Il diario delle prove sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - IV Serie speciale “Concorsi ed esami” di martedì 8 marzo 2011e sul sito internet: www.ior.it

10) Prove d’esame

Le prove d’esame consisteranno in:

Prova pratica: somministrazione di uno o più argomenti attinenti alle competenze richieste dallo specifico profilo. 

Prova orale: colloquio o simulazione vertente su argomenti attinenti alle competenze richieste dallo specifico profilo.

I criteri e le modalità di valutazione delle prove verranno stabiliti dalla Commissione esaminatrice nella sua prima riunione. 

11) Punteggi e graduatoria finale

La graduatoria di merito dei candidati verrà formata secondo l’ordine dei punti complessivi assegnati a ciascun candidato, in applicazione dei seguenti criteri:

a) titoli: punti 40

b) prove d’esame: punti 60.

I punti per la valutazione dei titoli vengono ripartiti fra le seguenti categorie:

a) Titoli di carriera: fino ad un massimo di p. 17

b) Titoli accademici e di studio: fino ad un massimo di p. 5

c) Pubblicazioni e titoli scientifici: fino ad un massimo di p. 2

d) Curriculum formativo e professionale: fino ad un massimo di p. 16.

Nell’ambito di queste categorie e dei tetti massimi qui stabiliti, la Commissione esaminatrice, prima dell’espletamento della prima prova, determinerà i criteri di massima per la valutazione dei titoli, nel rispetto dei princìpi generali stabiliti dall’art. 13 del vigente Regolamento adottato da questi Istituti.

I titoli richiesti quale requisito di ammissione non saranno oggetto di valutazione.

I punti per le prove d’esame sono così ripartiti:

a) prova pratica: punti 30 - sufficienza: punti 21/30;

b) prova orale: punti 30 - sufficienza: punti 21/30.

L’insufficienza in una prova comporta l’esclusione dalla prova successiva. E’ escluso dalla graduatoria il candidato che non abbia conseguito, in ciascuna delle prove d’esame, la prevista valutazione di sufficienza.

L’inserimento nella graduatoria finale non darà luogo a dichiarazioni di idoneità al concorso.

Sono dichiarati vincitori, nei limiti dei posti complessivamente messi a concorso, i candidati utilmente collocati nella graduatoria, tenuto conto di quanto disposto dalla legge 12/3/1999 n. 68, o da altre disposizioni di legge in vigore che prevedano riserve di posti in favore di particolari categorie di cittadini. A parità di punteggio finale verranno osservate le vigenti disposizioni di legge.

La graduatoria verrà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

La graduatoria rimane efficace per il tempo stabilito dalle norme vigenti; durante tale periodo potrà essere utilizzata per eventuali coperture di posti per i quali il concorso è stato bandito ovvero di posti della stessa categoria e profilo professionale che successivamente ed entro tale termine dovessero rendersi disponibili. In tale seconda ipotesi la utilizzazione avverrà nel rispetto del principio dell’adeguato accesso dall’esterno, garantendo, a tal fine, la prevista percentuale di posti per gli idonei utilmente collocati nella graduatoria.

La graduatoria, entro il periodo di validità, sarà utilizzata altresì per il conferimento, secondo l’ordine della stessa, di incarichi temporanei per la copertura di posti del medesimo profilo professionale e categoria, disponibili per assenza o impedimento del titolare. L’utilizzo della graduatoria potrà essere comunque sospesa o ritardata in presenza di norme che stabiliscano il blocco delle assunzioni. 

12) Adempimenti dei vincitori

I concorrenti dichiarati vincitori - e comunque colui che sarà assunto presso questa Amministrazione attraverso l’utilizzo della presente graduatoria - saranno invitati a stipulare apposito contratto individuale di lavoro, così come regolamentato dal Contratto Collettivo Nazionale per il personale del Servizio Sanitario Nazionale. 

La stipula sarà subordinata alla presentazione - nei termini e con le modalità che saranno richieste da parte dell’Amministrazione - dei seguenti documenti:

  • documenti corrispondenti alle dichiarazioni sostitutive contenute nella domanda di partecipazione, che l’Amministrazione ritenga di richiedere;
  • certificato generale del casellario giudiziale;
  • altri titoli che danno diritto ad usufruire della riserva, precedenza e preferenza a parità di valutazione.

Scaduto inutilmente il termine assegnato, non si darà luogo alla stipulazione del contratto. Gli effetti economici decorreranno dalla data di effettiva presa di servizio. Decadrà dalla graduatoria il concorrente che abbia conseguito il conferimento mediante la presentazione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile o dichiarazioni mendaci.

Il candidato assunto in servizio sarà soggetto al periodo di prova previsto dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro. 

13) Disposizioni varie

L’Amministrazione si riserva la facoltà di prorogare, sospendere o annullare il Bando, in relazione all’esistenza di ragioni di pubblico interesse concreto ed attuale. La partecipazione al procedimento presuppone l’integrale conoscenza, da parte dei concorrenti, delle norme e delle disposizioni di legge inerenti alle pubbliche selezioni, delle forme e prescrizioni relative ai documenti ed atti da presentare e comporta, implicitamente, la piena accettazione di quanto contenuto nel presente Bando e di tutte le condizioni alle quali la nomina deve intendersi soggetta, delle norme di legge vigenti in materia e delle norme regolamentari dell’Istituzione Scientifica.

Per eventuali informazioni gli aspiranti potranno rivolgersi, dalle ore 10.30 alle 13.00 da lunedì a venerdì al Settore Reclutamento e Verifica Comparto - Assunzioni - Dotazione organica dell’Istituto Ortopedico Rizzoli, Via di Barbiano n. 1/10 - 40136 Bologna (autobus “Navetta A”), telefono 051/6366870 - 6366717. In qualsiasi orario potranno essere richieste informazioni inviando un messaggio al seguente indirizzo e-mail: concorsinl@ior.it, a cui verrà data risposta non appena possibile.

Ogni informazione riguardante l’espletamento del procedimento potrà essere reperita, non appena disponibile, nel sito Internet: http://www.ior.it.

Il Direttore del Servizio G.R.U.

Luca Lelli

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it