E-R | BUR

n.121 del 03.06.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Decreto di esproprio delle aree necessarie alle opere di pubblica utilità per la costruzione di percorsi ciclabili protetti lungo la Via Modena.(non accettanti)

Con provvedimento di Giunta comunale PG 49/32457 del 10/08/2001, è stato approvato il progetto esecutivo per la realizzazione di percorsi ciclabili protetti lungo la via Modena, con note P.T. n. 4407 del 24/05/2001, e P.T. n. 6143 del 15/09/2001 (di integrazione), veniva notificato l’avvio del procedimento di esproprio ai proprietari interessati, ai sensi della Legge 241/90.

Nei termini previsti, sono pervenute all’Amministrazione comunale Osservazioni da parte di n. 42 proprietari interessati e valutate le suddette osservazioni, alcune di esse sono state ritenute accoglibili e, pertanto, il progettista, in accordo con il R.U.P. ha rivisitato il Progetto Esecutivo, variandone leggermente il tracciato, senza tuttavia apportare alcuna variazione all’importo complessivo dello stesso.

Con provvedimento di Giunta comunale PG. n. 18711 del 17/05/2002, esecutivo ai sensi di legge, è stato riapprovato il progetto esecutivo relativo ai lavori di realizzazione di percorsi ciclabili protetti lungo la Via Modena e ne è stata dichiarata la pubblica utilità e la procedura di esproprio è stata regolarmente iniziata previo deposito degli atti relativi ex art. 10 L. 865/71, PG 44067/02 del 21/03/03,

Con determina n. 31/2002, PG 39229, è stata autorizzata l’occupazione d’urgenza delle aree necessarie alla realizzazione dell’opera in oggetto e con determina n. 31/2009 del 26/01/2009, PG 6337, è stata fissata l’indennità provvisoria di espropriazione e di occupazione d’urgenza da corrispondere alle Ditte proprietarie.

La ditta 56, proprietaria dell’area interessata non ha accettato l’indennità proposta, la quale è stata depositata alla Cassa Depositi e Prestiti con Determina n. 401/10 PG. 92593 del 15/10/2010, quietanza intestata a Mazzucchelli Nino n. 17267 del 03/11/2010 di €. 213,75.

Le aree oggetto di esproprio con i relativi proprietari che non hanno accettato l’indennità e i dati catastali sono le seguenti:

Ditta 56 - Per l’area distinta al C.T. del Comune di Ferrara al Foglio 132 Mappale 1276 di mq. 57

Galazzi Anna In qualità di comproprietaria per 3/14 (erede di Mazzucchelli Arturo Nino)

Mazzucchelli Maria Grazia In qualità di comproprietaria per 3/14 (erede di Mazzucchelli Arturo Nino)

Neri Riccardo In qualità di comproprietario per 8/14

Visto l’art. 20, commi 11 e 12, del T.U. n. 327/01, modificato dal D.Lgs. 302/02,che prevede che l’autorità espropriante può procedere alla emissione del decreto di esproprio in alternativa alla cessione volontaria, mantenendo inalterati i benefici di legge si decreta di disporre, a favore del Comune di Ferrara, per quanto in premessa esposto, in relazione ai lavori per la costruzione di percorsi ciclabili protetti lungo la via Modena.(non accettanti), l’espropriazione delle aree sucitate con i relativi proprietari e si dà atto che i beni immobili in questione, diventano di proprietà del Comune, nello stato di fatto in cui si trovano.

Il presente atto viene notificato agli interessati, nelle forme degli atti processuali civili, si invia copia autentica all’Ufficio espropriazioni della Regione Emilia-Romagna per conoscenza, ed al B.U.R. in estratto per la pubblicazione,si provvede inoltre alla pubblicazione presso l’Albo Pretorio del Comune e si provvede alla trascrizione del presente decreto presso la locale conservatoria dei RR.II, nonché alla registrazione nei termini di legge.

Il responsabile del procedimento è la Dott.ssa Patrizia Blasi, Dirigente del Servizio Amministrativo OO.PP ed Espropri Programmazione e Controllo.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it