E-R | BUR

n.295 del 05.10.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure in materia di Valutazione di impatto ambientale L.R. 18 maggio 1999, n. 9, Procedura di autorizzazione unica D.Lgs. 29 dicembre 2003, n. 387, Procedura di variante agli strumenti urbanistici L.R. 18 maggio 1999, n. 9, Procedura espropriativa L.R. 19 dicembre 2002, n. 37, Procedura di autorizzazione alla costruzione ed esercizio di linee elettriche L.R. 22 febbraio 1993, n. 10, Procedura di concessione di derivazione di acque pubbliche R.R. 20 novembre 2001, n. 41. Titolo III – Procedura di VIA relativa al progetto denominato “Impianto idroelettrico di Pian di Venola” in Comune di Marzabotto (BO). Proponente RENO ENERGIA SRL

L'Autorità competente Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale avvisa che, ai sensi del Titolo III della Legge Regionale 18 maggio 1999, n. 9, nonché ai sensi del D.Lgs. 29 dicembre 2003 n. 387, della L.R. 19 dicembre 2002, n. 37, del D.P.R. 327 dell'8 giugno 2001, della L.R. 22 febbraio 1993, n. 10 del R.R. 20 novembre 2001, n. 41 e del R.D. 1775 dell'11 dicembre 1933, sono stati depositati, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, gli elaborati progettuali per l’effettuazione della procedura di VIA, relativa al progetto di seguito indicato.

  • Denominazione del progetto: “I mpianto idroelettrico di Pian di Venola” in Comune di Marzabotto ( BO).
  • Proponente: Reno Energia Srl
  • Localizzato nella Provincia di: Bologna
  • Localizzato nel Comune di: Marzabotto

Il progetto appartiene alla seguente categoria di cui agli Allegati A e B alla L.R. 9/1999: B.2.12 - “ Impianti per la produzione di energia idroelettrica con potenza installata superiore a 100 kW”, per cui sarebbe assoggettato a procedura di verifica (screening). Tuttavia poichè il progetto ricade parzialmente in area demaniale del Fiume Reno, secondo quanto definito all'art. 4, comma 1, punto b) 9 della L.R. suddetta, è assoggettata alla procedura di Valutazione di Impatto Ambientale.

Atteso che il comma 7, dell’art. 17 della L.R. 9/1999 e s.m.i., nell’ottica della semplificazione e razionalizzazione dei procedimenti, ha coordinato la procedura di V.I.A. con l’Autorizzazione Unica prevista dalla normativa statale in materia di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili (D. Lgs. 387/2003; D.M. Sv. Ec. 10.9.2010) e dalla L.R. 26/2004 in materia di energia, la procedura di VIA viene svolta all'interno del procedimento unico ai sensi del Dlgs 387/03.

Il progetto prevede la realizzazione di un impianto di tipo idroelettrico ad acqua fluente sul fiume Reno nel Comune di Marzabotto in località Pian di Venola, in coincidenza della briglia dove sussiste un salto utile alla produzione idroelettrica. Le opere di captazione e restituzione delle acque, in sinistra del F. Reno, consistono in un canale di adduzione-restituzione della portata, all’interno del quale saranno collocate le turbine. La centrale di produzione, seminterrata, insiste sullo stesso canale. La linea elettrica di connessione alla rete elettrica nazionale si sviluppa in sinistra del F. Reno e prevede la realizzazione di una cabina elettrica e la posa di un elettrodotto in MT, parzialmente interrato, di lunghezza di ca. 300 m. La concessione di derivazione per uso di acque pubbliche, è richiesta per portata massima derivata di 26.000 l/s, portata media annua derivata di 9.797 l/s e potenza nominale di concessione pari a 307,36 kW.

Il SIA e il relativo progetto definitivo, prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA, sono depositati per 60 giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel BURERT.

Tali elaborati sono inoltre disponibili nel Portale web Ambiente della Regione Emilia-Romagna ( https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavas ).

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati depositati presso le seguenti sedi:

  • Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale - Viale della Fiera n. 8, 40127 – Bologna;
  • Città metropolitana di Bologna, Servizio Amm.vo Pianificazione Territoriale - Via Zamboni n. 13 - 40126 - Bologna;
  • Comune di Marzabotto, Piazza XX Settembre, n. 1 40043 – Bologna.

Entro lo stesso termine di 60 giorni chiunque, ai sensi dell’art. 15, comma 1 della L.R. 9/1999, può presentare osservazioni all’Autorità competente Regione Emilia-Romagna al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: vipsa@postacert.regione.emilia-romagna.it.

Le osservazioni devono essere presentate anche alla struttura preposta alle autorizzazioni e concessioni dell’ARPAE al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: aoobo@cert.arpa.emr.it

Ai sensi della L.R. 9/1999, e secondo quanto richiesto dal proponente, l’eventuale conclusione positiva della presente procedura di VIA comprende e sostituisce le seguenti autorizzazioni e atti di assenso:

  • Concessione di derivazione di acque pubbliche
  • Autorizzazione idraulica
  • Autorizzazione paesaggistica
  • Valutazione di incidenza

Il procedimento unico di cui al D.Lgs. 387/2003 e alla L.R. 26/2004 comprende inoltre le seguenti autorizzazioni soggette a deposito per il pubblico:

  • Autorizzazione alla costruzione ed esercizio di linee elettriche
  • Variante urbanistica del Comune di Marzabotto

Avvisa inoltre che:

l'approvazione del progetto definitivo costituirà variante allo strumento urbanistico del Comune di Marzabotto e determinerà l'apposizione del vincolo preordinato all’esproprio sulle aree interessate dal progetto e dalle opere connesse, con dichiarazione di pubblica utilità dell’opera ai sensi degli artt. 15 e 16 della L.R. 19 dicembre 2002, n. 37.

I proprietari delle aree soggette a vincolo espropriativo saranno informati dalla SAC di ARPAE di Bologna secondo quanto disposto dall'art. 7 della L. 241/90, dall'art. 11 del DPR 327/2001 e dall'art. 11 della L.R. 37/2002.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it