E-R | BUR

n.338 del 25.10.2018 (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione dell'avviso pubblico per la presentazione di candidature per responsabile della formalizzazione e certificazione delle competenze e per esperto dei processi valutativi rivolto al personale dei soggetti pubblici e privati accreditati alla realizzazione dei servizi per il lavoro

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

- la Legge 28 giugno 2012, n. 92 “Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita”;

- il Decreto legislativo 16 gennaio 2013, n. 13, “Definizione delle norme generali e dei livelli essenziali delle prestazioni per l’individuazione e validazione degli apprendimenti non formali e informali e degli standard minimi di servizio del sistema nazionale di certificazione delle competenze, a norma dell’art. 4, commi 58 e 68, della L. 92/2012”;

- l’Intesa in Conferenza permanente per i Rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome di Trento e di Bolzano del 22 gennaio 2015 sullo schema di decreto interministeriale concernente la definizione di un quadro operativo per il riconoscimento a livello nazionale delle qualificazioni regionali e delle relative competenze, nell’ambito del Repertorio nazionale dei titoli di istruzione e formazione e delle qualificazioni professionali di cui all’articolo del decreto legislativo 16 gennaio 2013, n. 13;

- il D.M. 30 giugno 2015, “Definizione di un quadro operativo per il riconoscimento a livello nazionale delle qualificazioni regionali e delle relative competenze, nell’ambito del Repertorio nazionale dei titoli di istruzione e formazione e delle qualificazioni professionali di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 16 gennaio 2013, n. 13”;

- il Decreto 8 gennaio 2018, “Istituzione del Quadro nazionale delle qualificazioni rilasciate nell’ambito del Sistema nazionale di certificazione delle competenze di cui al decreto legislativo 16 gennaio 2013, n. 13”;

Viste le Leggi Regionali:

- n. 12 del 30 giugno 2003 “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro” e ss.mm.ii.;

- n. 17 del 1 agosto 2005 “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del lavoro” e ss.mm.;

- n. 13 del 30 luglio 2015 “Riforma del sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città metropolitana di Bologna, Province, Comuni e loro unioni” e ss.mm.ii.;

- n. 14 del 30 luglio 2015 “Disciplina a sostegno dell'inserimento lavorativo e dell'inclusione sociale delle persone in condizione di fragilità e vulnerabilità, attraverso l'integrazione tra i servizi pubblici del lavoro, sociali e sanitari”;

Richiamate le proprie deliberazioni:

‒ n. 177/2003 “Direttive Regionali in ordine alle tipologie di azione ed alle regole per l'accreditamento degli organismi di formazione professionale” e s.m.i.;

‒ n. 936/2004 “Orientamenti, metodologia e struttura per la definizione del sistema regionale delle qualifiche”;

‒ n. 1434/2005 “Orientamenti, metodologia e struttura per la definizione del sistema regionale di formalizzazione e certificazione delle competenze” e s.m.i.;

‒ n. 530/2006 “Il sistema regionale di formalizzazione e certificazione delle competenze”;

‒ n.739/2013 “Modifiche e integrazioni al sistema regionale di formalizzazione e certificazione delle competenze di cui alla DGR. n. 530/2006”;

‒ n. 1172/2014 “Modifiche e integrazioni alla propria deliberazione n. 960 del 30/6/2014 "Approvazione delle modalità di attuazione del servizio di formalizzazione e certificazione degli esiti del tirocinio ai sensi dell'art 26 ter comma 3 della legge regionale n. 17 dell'1 agosto 2005 e s.m.i";

- n.1467/2007, “Modifiche alla Delibera di G.R.841/06 “Adozione di procedura di evidenza pubblica e approvazione modalità e requisiti per il reclutamento dei ruoli previsti per l’erogazione del servizio di formalizzazione e certificazione delle competenze previsti dall’Allegato B della delibera di G.R. n.530”;

- n.70/2014 “Avviso per la presentazione di candidature per ricoprire i ruoli professionali di “Responsabile della formalizzazione e certificazione delle competenze " e di "Esperto dei processi valutativi” rivolto al personale delle scuole nell’ambito dell’Istruzione e formazione Professionale”;

- n.1499/2014 “Avviso per la presentazione di candidature per ricoprire i ruoli professionali di “Responsabile della formalizzazione e certificazione delle competenze “e di “Esperto dei processi valutativi” rivolto al personale delle scuole e delle università’ nell’Ambito dei Tirocini di cui alla L.R.17/2005 così come modificata dalla L.R. 7/2013”;

‒ n.1959/2016 “Approvazione della disciplina in materia di accreditamento dei servizi per il lavoro e definizione dell’elenco delle prestazioni dei servizi per il lavoro pubblici e privati accreditati ai sensi degli artt. 34 e 35 della L.R. 1°agosto 2005, n. 17 e s.m.i”;

‒ n. 1292/2016 "Recepimento del D.LGS n. 13/2013 e del D.M. 30 giugno 2015, nell'ambito dei Sistemi Regionali delle Qualifiche (SRQ) e di Certificazione delle Competenze (SRFC)”;

Viste inoltre le determinazioni del Direttore dell’Agenzia Regionale per il Lavoro:

‒ n. 134 del 1/12/2016 “Avviso per la presentazione delle domande di accreditamento dei servizi per il lavoro, ai sensi della L.R. 17/2005 e ss.mm. ed in attuazione della deliberazione di Giunta regionale n. 1959/2016”;

‒ n. 145 del 7/12/2016 “Riapprovazione per mero errore materiale dell'Avviso per la presentazione e l'approvazione delle domande di accreditamento per la gestione dei servizi per il lavoro di cui all'art. 35 della l.r. 17/2005 e s.mm.ii già approvato con determina n. 134/2016”;

Vista infine la determinazione del Direttore Generale Economia della conoscenza, del lavoro e dell’impresa n.12842/2017 “Commissione di validazione degli elenchi dei ruoli esperti previsti per l'erogazione del servizio di formalizzazione e certificazione delle competenze di cui alla DGR n. 739/2013. Modifica della composizione di cui alla determinazione n. 693 del 22/1/2016”;

Dato atto che in attuazione di quanto previsto dalla Legge Regionale n. 12/2003 con proprie sopra citate deliberazioni si è disposto in merito al sistema regionale di formalizzazione e certificazione delle competenze;

Dato atto inoltre che le disposizioni regionali di cui alla propria deliberazione n. 1959/2016 hanno definito:

- le prestazioni erogabili dai servizi per il lavoro, prevedendo, nell’ambito delle prestazioni per le persone, la “Formalizzazione e certificazione delle competenze”;

- i requisiti per l’accreditamento per i servizi per il lavoro necessari per realizzare le prestazioni;

Visto in particolare che, con la sopra citata propria deliberazione n. 1959/2016, si è disposto che per la realizzazione della prestazione «Formalizzazione e certificazione delle competenze» i soggetti pubblici e privati accreditati devono disporre di un Responsabile della Formalizzazione e Certificazione - RFC e di un Esperto dei Processi Valutativi - EPV in possesso dei requisiti stabiliti dalla Deliberazione di Giunta regionale n. 739/2013;

Dato atto che ai sensi di quanto previsto dalla Legge Regionale n. 13/2015 all’Art. 52 “Prime disposizioni per la riforma del sistema regionale dei servizi per il lavoro” la Regione ha assunto le competenze dei Centri per l'impiego, organizzandole con un modello a rete di servizi e ha istituito l'Agenzia Regionale per il lavoro con funzione, tra le altre, di governare e dirigere i servizi pubblici per il lavoro;

Valutato pertanto di completare le procedure di candidatura di cui alle proprie deliberazioni n. 1467/2007, n. 70/2014 e n. 1499/2014, rivolte agli Enti di formazione professionale accreditati, alle autonomie scolastiche e alle Università la procedura per permettere ai soggetti pubblici e privati accreditati al lavoro, ai sensi della propria deliberazione n. 1959/2016, di candidare i ruoli previsti per l’erogazione del servizio di formalizzazione e certificazione delle competenze;

Ritenuto pertanto opportuno approvare, l’“Avviso pubblico per la presentazione di candidature per Responsabile della Formalizzazione e Certificazione delle competenze e per Esperto dei Processi Valutativi rivolto al personale dei soggetti pubblici e privati accreditati alla realizzazione dei servizi per il lavoro”, Allegato 1), parte integrante e sostanziale alla presente deliberazione, nel quale sono stabiliti i requisiti per l’individuazione di tali esperti, le modalità e i termini di presentazione delle candidature;

Dato atto che:

- l’istruttoria di ammissibilità delle candidature che perverranno in risposta all’Avviso di cui all’Allegato 1), parte integrate e sostanziale del presente atto, viene eseguita a cura del Servizio “Programmazione delle politiche dell'istruzione, della formazione, del lavoro e della conoscenza” della Direzione Generale “Economia della conoscenza, del lavoro e dell'impresa”;

- l’istruttoria tecnica delle candidature ammissibili viene eseguita dalla Commissione di validazione nominata con la sopracitata determinazione del Direttore Generale Economia della conoscenza, del lavoro e dell’impresa n.12842/2017 “Commissione di validazione degli elenchi dei ruoli esperti previsti per l'erogazione del servizio di formalizzazione e certificazione delle competenze di cui alla DGR n. 739/2013. Modifica della composizione di cui alla determinazione n. 693 del 22/1/2016”;

Vista la legge regionale n. 43/2001 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche;

Richiamati:

- il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 "Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni" e s.m.i. ed in particolare l’art. 26 comma 1;

- la propria deliberazione n. 93 del 29 gennaio 2018 "Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018 - 2020" e successiva integrazione ed in particolare l'allegato B) "Direttiva ed indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione de piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020";

- la propria deliberazione n. 1059/2018 "Approvazione degli incarichi dirigenziali rinnovati e conferiti nell’ambito delle Direzioni Generali, Agenzie e Istituti e nomina del Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT), del Responsabile dell’Anagrafe per la Stazione Appaltante (RASA) e del Responsabile della Protezione dei Dati (DPO)";

Vista la legge regionale n. 43/2001 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e successive modifiche;

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 2416 del 29/12/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007.” e s.m.i.;

- n. 56 del 25/1/2016 avente per oggetto “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta Regionale ai sensi dell’art. 43 della L. R. n. 43 del 2001;

- n.270/2016 "Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015";

- n.622/2016 "Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015";

- n.1107/2016 "Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015";

- n. 468/2017 "Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna";

- n.87/2017 "Assunzione dei vincitori delle selezioni pubbliche per il conferimento di incarichi dirigenziali, ai sensi dell'art.18 della L.R. 43/2011, presso la Direzione Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa";

Viste, altresì, le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposto in attuazione della deliberazione della Giunta regionale n. 468/2017;

Richiamata la determinazione dirigenziale n. 1174/2017 "Conferimento di incarichi dirigenziali presso la Direzione Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa";

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore competente per materia;

A voti unanimi e palesi

delibera: 

1. di approvare, per le motivazioni indicate in premessa e qui integralmente richiamate, l’”Avviso pubblico per la presentazione di candidature per Responsabile della Formalizzazione e Certificazione delle competenze e per Esperto dei Processi Valutativi rivolto al personale dei soggetti pubblici e privati accreditati alla realizzazione dei servizi per il lavoro”, Allegato 1), parte integrante e sostanziale alla presente deliberazione;

2. di stabilire che:

- l’istruttoria di ammissibilità delle candidature che perverranno in risposta all’Avviso di cui all’Allegato 1), parte integrate e sostanziale del presente atto, venga eseguita a cura del Servizio “Programmazione delle politiche dell'istruzione, della formazione, del lavoro e della conoscenza” della Direzione Generale “Economia della conoscenza, del lavoro e dell'impresa”;

- l’istruttoria tecnica delle candidature ammissibili venga eseguita dalla Commissione di validazione nominata con la determinazione del Direttore Generale Economia della conoscenza, del lavoro e dell’impresa n.12842/2017 “Commissione di validazione degli elenchi dei ruoli esperti previsti per l'erogazione del servizio di formalizzazione e certificazione delle competenze di cui alla DGR n. 739/2013. Modifica della composizione di cui alla determinazione n. 693 del 22/1/2016”;

3. di stabilire inoltre che gli esiti dell’istruttoria per la validazione saranno approvati con determinazione del Responsabile del Servizio “Programmazione delle politiche dell'istruzione, della formazione, del lavoro e della conoscenza” che conterrà l’elenco dei ruoli validati, l’elenco dei ruoli non validati, l’elenco delle candidature al ruolo sospese;

4. di dare atto infine che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;

5. di pubblicare altresì la presente deliberazione, unitamente all'Allegato 1) parte integrante e sostanziale della stessa, nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna Telematico e sul sito http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it