E-R | BUR

n.40 del 06.02.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Recepimento Intesa ai sensi dell'articolo 4, comma 1, della Legge 18 agosto 2015, n. 134, tra il Governo, le Regioni, le Province Autonome di Trento e Bolzano e gli Enti Locali sul Documento recante "Aggiornamento delle Linee di indirizzo per la promozione ed il miglioramento della qualità e dell'appropriatezza degli interventi assistenziali nei Disturbi dello Spettro Autistico". Repertorio Atti n.53/CU del 10/5/2018

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamato l'art. 9 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281 e, in particolare, il comma 2, lettera c), in base al quale la Conferenza Stato-Regioni promuove e sancisce accordi tra Governo, Regioni, Province, Comuni e Comunità montane, al fine di coordinare l'esercizio delle rispettive competenze e svolgere in collaborazione attività di interesse comune;

Viste:

- la Legge 18 agosto 2015, n. 134 “Disposizioni in materia di diagnosi, cura e abilitazione delle persone con disturbi dello spettro autistico e di assistenza alle famiglie”;

- la Linea Guida 21: Il trattamento dei disturbi dello spettro autistico nei bambini e negli adolescenti. ISS, ottobre 2011

- la L.R. 29/2004 e successive modifiche “Norme generali sull’organizzazione ed il funzionamento del Servizio Sanitario Regionale”;

- la L.R. n. 2/2003 e successive modifiche “Norme per la promozione della cittadinanza sociale e per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali”;

Richiamate:

- la propria deliberazione n. 318/2008 “Programma regionale Integrato per l’assistenza alle persone con disturbo dello spettro autistico PRIA” con la quale la Regione Emilia-Romagna, consolidando precedenti impegni in tema di Autismo, impartiva indirizzi alle Aziende sanitarie affinché fosse costituita la rete Hub & Spoke e la relativa definizione di percorsi clinici individualizzati nelle diverse fasce di età a favore delle persone con disturbo dello spettro autistico;

- la propria deliberazione n. 1378/2011 “Programma Regionale Integrato per l’assistenza territoriale alle persone con disturbi dello spettro autistico (PRIA): obiettivi 2011-2013” con la quale la regione Emilia-Romagna confermava quanto previsto dalla DGR 318/2008 per quanto attiene l’impegno delle Aziende USL relativamente alla definizione di un programma aziendale per tutte le persone con disturbi dello spettro autistico, e di specifici percorsi per le diverse fasce di età ivi considerate consolidando gli obiettivi clinico organizzativi in essere;

 - la propria deliberazione n.212/2016 “Programma Regionale Integrato per l’assistenza territoriale alle persone con disturbi dello spettro autistico (PRIA):OBIETTIVI 2016-2018 con la quale la Regione Emilia-Romagna oltre a consolidare i precedenti obiettivi clinici ed organizzativi per quanto attiene l’impegno delle Aziende USL relativamente alla definizione di un programma aziendale per tutte le persone con disturbi dello spettro autistico, definisce un programma di interventi per tutte le età della vita delle persone con disturbi dello spettro autistico;

Richiamata l’Intesa, ai sensi dell’articolo 4, comma 1, della legge 18 agosto 2015, n. 134, tra il Governo, le Regioni, le Province autonome di Trento e Bolzano e gli Enti locali sul documento recante “Aggiornamento delle linee di indirizzo per la promozione ed il miglioramento della qualità e dell’appropriatezza degli interventi assistenziali nei Disturbi dello Spettro Autistico”. Repertorio Atti n.53/CU del 10/5/2018;

Considerato necessario recepire, con il presente atto, la succitata intesa al fine di garantire ulteriormente l’uniformità applicativa delle linee d’indirizzo in tutto il territorio regionale nonché garantirne il coordinamento e il monitoraggio clinico ed organizzativo;

 Richiamati:

  • il D.Lgs. 14 marzo 2013 n. 33 “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii. ed in particolare l’art. 22; 
  • la propria deliberazione n. 93 del 29 gennaio 2018 di “Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018-2020”, ed in particolare l’allegato B) “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020”; 

Richiamate le proprie deliberazioni: 

- n. 628 del 19/5/2015, n. 270 del 29/2/2016, n. 622 del 28/4/2016, n. 702 del 16/5/2016, 1107 del 11/7/2016, n. 1681 del 17/10/2016, n. 2344 del 21/12/2016, n. 1059 del 3/7/2018 e n. 1123 del 16/7/2018; 

- n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente per oggetto: “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modificazioni, per quanto applicabile; 

- n. 468 del 10 aprile 2017 avente ad oggetto: “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna” n. 468 del 10 aprile 2017 “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna” e le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

 Richiamate:

- la determinazione n.7382 del 18 maggio 2018 concernente “Nomina dei responsabili del procedimento del Servizio Assistenza Territoriale, ai sensi degli articoli 5 e ss. della l.241/1990 e ss.mm. e degli articoli 11 e ss. della lr 32/1993.” decorrente dal 1 giugno 2018;

- la determinazione dirigenziale n.14887/2018 avente per oggetto “Nomina dei responsabili del procedimento del Servizio assistenza territoriale, ai sensi degli articoli 5 e ss. della l. 241/1990 e ss.mm. e degli articoli 11 e ss. della l.r.32/1993;

Dato atto che il Responsabile del Procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore alle Politiche per la Salute;

A voti unanimi e palesi

delibera

1. di recepire, per le ragioni espresse in premessa e che qui si intendono integralmente richiamate, la succitata Intesa Repertorio Atti n.53/CU del 10/5/2018, parte integrante della seguente delibera, concernente l’Aggiornamento delle Linee di indirizzo per la promozione ed il miglioramento della qualità e dell’appropriatezza degli interventi assistenziali nei Disturbi dello Spettro Autistico”

2. di dare atto che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa. 

3. di pubblicare la presente deliberazione e i relativi allegati nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it