E-R | BUR

n.151 del 31.05.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione attribuzione di incentivi per assunzione di lavoratori ultracinquantenni del sistema edilizia e costruzioni - Attuazione DGR 1711/2015 e s.i. - VI Provvedimento

IL DIRIGENTE FIRMATARIO 

Richiamata la deliberazione della Giunta regionale n.1072 del 28/07/2015 ed in particolare l’Allegato 1) “Piano di intervento per favorire il reinserimento lavorativo dei lavoratori fruitori di ammortizzatori sociali e dei lavoratori in stato di disoccupazione di imprese del sistema dell’edilizia e delle costruzioni - Fondo per le Politiche Attive del Lavoro”, parte integrante e sostanziale della stessa deliberazione;

Vista la deliberazione della Giunta regionale n.1711 del 12/11/2015, così come integrata dalla deliberazione della Giunta regionale n. 1823 del 24/11/2015;

Visto in particolare l’Allegato 1) “Disposizioni per l’erogazione di incentivi all'assunzione in attuazione del “Piano di intervento per favorire il reinserimento lavorativo dei lavoratori fruitori di ammortizzatori sociali e dei lavoratori in stato di disoccupazione di imprese del sistema dell’edilizia e delle costruzioni - Fondo per le Politiche Attive del Lavoro” DGR 1072/2015 Procedura di presentazione Just in Time” parte integrante e sostanziale della suddetta deliberazione n.1823/2015, di seguito per brevità definito “Disposizioni”;

Richiamata la deliberazione della Giunta regionale n.1930 del 21 novembre 2016 “Approvazione modifiche alle “Disposizioni per l’erogazione di incentivi all'assunzione in attuazione del “Piano di intervento per favorire il reinserimento lavorativo dei lavoratori fruitori di ammortizzatori sociali e dei lavoratori in stato di disoccupazione di imprese del sistema dell’edilizia e delle costruzioni - Fondo per le Politiche Attive del Lavoro” DGR 1072/2015 Procedura di presentazione Just in Time” di cui all’allegato 1 della DGR n.1823/2015”;

Dato atto che con la suddetta deliberazione n.1930/2016 si è proceduto alla modifica delle suddette “Disposizioni” definendo:

  • la modifica della Parte I) riguardante “Criteri di accesso agli incentivi” delle sopra citate “Disposizioni per l’erogazione di incentivi all'assunzione in attuazione del “Piano di intervento per favorire il reinserimento lavorativo dei lavoratori fruitori di ammortizzatori sociali e dei lavoratori in stato di disoccupazione di imprese del sistema dell’edilizia e delle costruzioni - Fondo per le Politiche Attive del Lavoro” DGR 1072/2015 Procedura di presentazione Just in Time”, di seguito solo “Disposizioni” di cui all’Allegato 1), parte integrante e sostanziale della propria deliberazione n.1823/2015, definendo che le assunzioni che possono essere incentivate sono quelle realizzate nel periodo compreso fra il 12/11/2015 al 31/3/2017;
  • la proroga del termine ultimo per la presentazione delle domande per l’accesso ai suddetti incentivi di cui alla la Parte III) “Modalità di presentazione delle domande di incentivo e relative procedure amministrative” delle suddette “Disposizioni” contenute nel sopra richiamato Allegato 1), parte integrante e sostanziale della propria deliberazione n.1823/2015, definendolo entro e non oltre le ore 13.00 del 30/4/2017;

Dato atto che le “Risorse disponibili” come definite dalla Parte I delle suddette Disposizioni per l’incentivazione delle suddette assunzioni sono pari a Euro 264.000,00 Fondo per le politiche attive del lavoro di cui all'articolo 1, comma 215, della legge 27 dicembre 2013, n. 147;

Richiamata la propria determinazione n.16697 del 25/11/2015 “Approvazione modulistica per la richiesta di incentivi all’assunzione in attuazione del "Piano di intervento per favorire il reinserimento lavorativo dei lavoratori fruitori di ammortizzatori sociali e dei lavoratori in stato di disoccupazione di imprese del sistema dell’edilizia e delle costruzioni” in attuazione dell’allegato 1 della DGR n.1823/2015;

Richiamate altresì le proprie determinazioni:

  • n. 12723 del 3 agosto 2016 ad oggetto “Approvazione attribuzione di incentivi per l’assunzione di lavoratori ultracinquantenni del sistema dell’edilizia e costruzioni - Attuazione DGR 1711/2015 e s.i. - I provvedimento” con la quale si è proceduto ad approvare la richiesta di un incentivo per un importo di euro 6.000,00;
  • n. 13842 del 2 settembre 2016 ad oggetto “Approvazione attribuzione di incentivi per l’assunzione di lavoratori ultracinquantenni del sistema dell’edilizia e costruzioni - Attuazione DGR 1711/2015 e s.i. - II provvedimento” con la quale si è proceduto ad approvare la richiesta di un incentivo per un importo di euro 6.000,00;
  • n. 17229 del 4 novembre 2016 ad oggetto “Approvazione attribuzione di incentivi per l’assunzione di lavoratori ultracinquantenni del sistema dell’edilizia e costruzioni – Attuazione DGR 1711/2015 e s.i. - III provvedimento” con la quale si è proceduto ad approvare la richiesta di due incentivi per un importo di euro 12.000,00;
  • n. 20542 del 21 dicembre 2016 ad oggetto “Approvazione attribuzione di incentivi per l’assunzione di lavoratori ultracinquantenni del sistema dell’edilizia e costruzioni – Attuazione DGR 1711/2015 e s.i. - IV provvedimento” con la quale si è proceduto ad approvare la richiesta di tre incentivi per un importo di euro 18.000.00;
  • n. 5918 del 21 aprile 2017 ad oggetto “Approvazione attribuzione di incentivi per l’assunzione di lavoratori ultracinquantenni del sistema dell’edilizia e costruzioni – Attuazione DGR 1711/2015 e s.i. - V provvedimento” con la quale si è proceduto ad approvare la richiesta di un incentivo per un importo di euro 6.000.00;

Dato atto che secondo quanto disposto dalle “Modalità di presentazione delle domande di incentivo e relative procedure amministrative” di cui alla Parte III delle sopra citate Disposizioni di cui all’Allegato 1, parte integrante e sostanziale della stessa deliberazione n.1823/2015 e s.i., l’istruttoria delle domande ai fini dell’ammissibilità all’incentivo viene svolta dal Servizio Programmazione, Valutazione e Interventi regionali nell'ambito delle politiche della formazione e del lavoro della Regione Emilia-Romagna;

Dato atto altresì che a codesto Servizio, sulla base di quanto previsto dalle sopra richiamate Disposizioni, è pervenuta n.1 domanda di incentivo per l’assunzione di un lavoratore ultracinquantenne del sistema dell’edilizia e costruzioni, predisposta sulla base della modulistica di cui alla propria sopra citata determinazione n.16697/2015;

Verificato sulla base dell’istruttoria svolta sulla suddetta n.1 domanda pervenuta di cui all’elenco contenuto nell’Allegato A), parte integrante della presente determinazione risulta ammissibile in quanto:

  • è stata presentata nei termini e con le modalità definite dalle suddette Disposizioni;
  • è relativa ad un’assunzione a tempo indeterminato di un lavoratore del sistema regionale dell’edilizia e delle costruzioni in possesso dei requisiti richiamati nella Parte I delle suddette Disposizioni;
  • il datore di lavoro che ha presentato la stessa domanda possiede i requisiti richiesti dalla Parte II delle sopra richiamate Disposizioni;
  • sono state eseguite le verifiche nel “Registro nazionale degli aiuti di Stato”, necessarie al rispetto delle condizioni previste dalla normativa europea per la concessione degli aiuti di Stato o degli aiuti “de minimis”, in ottemperanza a quanto stabilito dalla Circolare ministeriale 1 luglio 2016, n. 62871, acquisendo il relativo codice COR, rilasciato dal Registro Aiuti che identifica univocamente l’Aiuto stesso, così come riportato nel sopra richiamato Allegato A), parte integrante della presente determinazione;

Dato atto che il datore di lavoro che ha presentato la suddetta domanda di cui all’Allegato A), parte integrante della presente determinazione, ha richiesto in caso di ammissione all’incentivo di ricevere la liquidazione dello stesso incentivo in unica soluzione impegnandosi a fornire alla Regione Emilia-Romagna di apposita garanzia fideiussoria - redatta secondo lo schema di cui al D.M. 22 aprile 1997 - di importo pari all’entità dell’incentivo ammesso per la durata minima indicata nella Parte II di cui alle stesse Disposizioni;

Dato atto che le risorse complessivamente ancora disponibili di cui alle suddette Disposizioni per l’incentivazione delle suddette assunzioni a seguito delle sopra richiamata proprie determinazioni n.12723/2016, n.13841/2016, n.17229/2016, n.20542/2016 e n. 5918/2017 sono pari a Euro 216.000,00;

Ritenuto, per tutto quanto sopra espresso e nell’ambito delle competenze attribuite a codesto Servizio di cui alla suddetta Parte III delle sopra citate Disposizioni di cui all’Allegato 1, parte integrante e sostanziale della stessa deliberazione n.1823/2015 e s.i., di procedere all’approvazione dell’incentivo richiesto per la suddetta n.1 assunzione di cui all’elenco contenuto nell’Allegato A), parte integrante della presente determinazione;

Dato atto che all’incentivo approvato si applicano le sopra richiamate “Condizioni per il mantenimento del diritto agli incentivi ai soggetti beneficiari” di cui alla Parte II delle sopra citate Disposizioni di cui all’Allegato 1, parte integrante e sostanziale della stessa deliberazione n.1823/2015 e s.i;

Dato atto altresì che:

  • il Responsabile del Servizio regionale competente con propri provvedimenti provvederà all’assunzione dell’obbligazione contabile del suddetto incentivo di cui all’elenco contenuto nell’Allegato A), parte integrante della presente determinazione;
  • la liquidazione del suddetto incentivo in unica soluzione avverrà da parte del Servizio regionale competente dietro presentazione da parte del beneficiario di apposita garanzia fideiussoria - redatta secondo lo schema di cui al D.M. 22 aprile 1997 - di importo pari all’entità dell’incentivo ammesso per la sopra richiamata durata minima definita dalla Disposizioni, così come richiesto dallo stesso beneficiario;
  • al termine della sopra richiamata prevista durata minima, codesto Servizio verificherà il rispetto dei requisiti per il mantenimento dell’incentivo, dandone comunicazione ai fini dello svincolo della garanzia fideiussoria, in caso di esito positivo della stessa verifica;

Visti altresì:

  • il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 "Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni" e succ. mod.;
  • la deliberazione di Giunta regionale n. 89/2017 "Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione 2017 - 2019";
  • la deliberazione di Giunta regionale n.486/2017 "Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs.n. 33 del 2013. Attuazione del Piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019";

Viste le seguenti deliberazioni di Giunta regionale: 

  • n. 2416/2008 “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007” e ss.mm per quanto applicabile;
  • n. 56/2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale dell'art.43 della L.R.43/2001”;
  • n. 72/2016 “Assunzione dei vincitori delle selezioni pubbliche per il conferimento di incarichi dirigenziali, ai sensi dell'art. 18 della l.r. 43/2001, presso la direzione generale cultura, formazione e lavoro”;
  • n. 106/2016 “Approvazione incarichi dirigenziali prorogati e conferiti nell’ambito delle Direzioni Generali - Agenzie - Istituto";
  • n. 270/2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • n. 622/2016 “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;
  • n. 1107/2016 recante "Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con Delibera 2189/2015";
  • n. 87/2017 recante "Assunzione dei vincitori delle selezioni pubbliche per il conferimento di incarichi dirigenziali, ai sensi dell'art. 18 della L.R. 43/2001, presso la direzione generale economia della conoscenza, del lavoro e dell'impresa";
  • n. 468/2017 ”Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

Richiamata la determinazione dirigenziale n.1174/2017 "Conferimento di incarichi dirigenziali presso la Direzione Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa";

Attestata, ai sensi della sopra citata deliberazione della Giunta regionale n.2416/2008 e ss.mm.ii., la regolarità amministrativa del presente atto;

 determina:

per tutto quanto sopra espresso e nell’ambito delle competenze attribuite al Servizio Programmazione, Valutazione e interventi regionali nell’ambito delle politiche della formazione e del lavoro dall’Allegato 1 “Disposizioni per l’erogazione di incentivi all'assunzione in attuazione del “Piano di intervento per favorire il reinserimento lavorativo dei lavoratori fruitori di ammortizzatori sociali e dei lavoratori in stato di disoccupazione di imprese del sistema dell’edilizia e delle costruzioni - Fondo per le Politiche Attive del Lavoro” DGR 1072/2015 Procedura di presentazione Just in Time”, parte integrante e sostanziale della sopra citata deliberazione della Giunta regionale n.1823/2015 e s.i.;

  1. di approvare l’attribuzione dell’incentivo per l’assunzione di n.1 lavoratore ultracinquantenne del sistema dell’edilizia e costruzioni a favore del beneficiario elencato nell’Allegato A), parte integrante della presente determinazione, contenente anche la quantificazione dell’entità dello stesso incentivo sulla base di quanto definito dalla Parte I delle sopra citate Disposizioni di cui all’Allegato 1, parte integrante e sostanziale della stessa deliberazione n.1823/2015 e s.i.;
  2. di dare atto che:
    • per l’incentivo approvato si applicano le “Condizioni per il mantenimento del diritto agli incentivi ai soggetti beneficiari” di cui alla Parte II delle sopra citate Disposizioni di cui all’Allegato 1, parte integrante e sostanziale della stessa deliberazione n.1823/2015 e s.i.;
    • il Responsabile del Servizio regionale competente con propri provvedimenti provvederà all’assunzione dell’obbligazione contabile del suddetto incentivo di cui all’elenco contenuto nell’Allegato A), parte integrante della presente determinazione;
    • la liquidazione del suddetto incentivo in unica soluzione avverrà da parte del Servizio regionale competente dietro presentazione da parte del beneficiario di apposita garanzia fideiussoria - redatta secondo lo schema di cui al D.M. 22 aprile 1997 - di importo pari all’entità dell’incentivo ammesso per la sopra richiamata durata minima definita dalla Disposizioni, così come richiesto dallo stesso beneficiario;
    • al termine della sopra richiamata prevista durata minima, codesto Servizio regionale verificherà il rispetto dei requisiti per il mantenimento dell’incentivo, dandone comunicazione ai fini dello svincolo della garanzia fideiussoria, in caso di esito positivo della stessa verifica;
    • sono state eseguite le verifiche nel “Registro nazionale degli aiuti di Stato”, necessarie al rispetto delle condizioni previste dalla normativa europea per la concessione degli aiuti di Stato o degli aiuti “de minimis”, in ottemperanza a quanto stabilito dalla Circolare ministeriale 1 luglio 2016, n. 62871, acquisendo il relativo codice COR, rilasciato dal Registro Aiuti che identifica univocamente l’Aiuto stesso, così come riportato nel sopra richiamato nell’Allegato A), parte integrante della presente determinazione;
    • è stato assegnato dalla competente struttura ministeriale per l’incentivo approvato il codice C.U.P. (codice unico di progetto) come riportato nello stesso allegato A), parte integrante e sostanziale della presente determinazione;
    • della suddetta approvazione verrà data comunicazione in forma scritta al beneficiario;
  3. di dare atto, infine, che, per quanto previsto in materia di pubblicazione, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa;
  4. di pubblicare la presente determinazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna e sul sito http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it

Il Responsabile del Servizio

Francesca Bergamini

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it