E-R | BUR

n.344 del 27.12.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Provvedimento di verifica di assoggettabilità (screening) relativa al progetto di "Trasformazione di pista motocross esistente ad uso saltuario in pista permanente ad uso regolare" località Pilastri, comune di Bondeno (FE) proposto da Patria Pietro

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

(omissis)

delibera:

a) di fare proprio il parere contenuto nella Relazione Istruttoria redatta dalla Struttura ARPAE di Ferrara, inviata alla Regione Emilia-Romagna con prot. n. 22941/2017 del 20/11/2017, che costituisce l’Allegato 1 della presente delibera e ne è parte integrante e sostanziale, nel quale è stato dichiarato che sono stati applicati i criteri indicati nell’Allegato V alla Parte Seconda del D.lgs. 152/2006 e s.m.i. per la decisione di non assoggettabilità a VIA;

b) di escludere, ai sensi dell’art. 10, comma 1 della Legge Regionale 18 maggio 1999, n. 9 e s.m.i., e dell'art. 19 comma 8 del D. Lgs. 152/06 s.m.i. il progetto relativo alla “Trasformazione di pista motocross esistente ad uso saltuario in pista permanente ad uso regolare” in località Pilastri, Comune di Bondeno (FE) proposto da Pietro Patria, dalla ulteriore procedura di V.I.A., a condizione che vengano rispettate le prescrizioni di seguito indicate:

1. venga applicata la disciplina relativa alle fasce di rispetto degli elettrodotti, ai sensi del DPCM 8 luglio 2003, del Decreto 29 maggio 2008 e norme collegate, anche per le opere e interventi connessi al circuito sottoposto alla presente procedura di screening;

2. dovrà essere regolato a velocità ridotta il traffico di accesso al circuito, prevedendo l'installazione di cartelli segnaletici o di dissuasori; 

3. il proponente dovrà incaricarsi di effettuare la bagnatura delle strade sterrate e del circuito in concomitanza con i periodi particolarmente siccitosi per contenere la dispersione delle polveri; 

4. si dovranno mettere in atto tutti gli accorgimenti atti ad evitare la dispersione al suolo di carburanti e oli provenienti dai mezzi utilizzati per le manifestazioni motoristiche (es. utilizzo tappetini assorbenti da posizionare sotto i motoveicoli in sosta, etc.); 

5. come opera di contenimento, dovrà essere realizzato l'intervento di piantumazione vegetazionale previsto nello studio ambientale; 

6. gli eventuali rifiuti derivanti dall'utilizzo dei mezzi (es. imballaggi, filtri olio, liquidi, pneumatici, etc), dovranno essere raccolti in appositi contenitori e smaltiti ai sensi di legge con i corrispondenti codici CER (pericolosi e non);

7. per la gestione delle terre da scavo si ottemperi alla normativa di settore. 

c) di determinare le spese per l’istruttoria relativa alla procedura predetta a carico del proponente in euro 500 ai sensi dell’articolo 28 della Legge Regionale 18/5/1999, n. 9 e successive modificazioni e della D.G.R. n. 1238/2002 importo correttamente versato alla ARPAE SAC di Ferrara all’avvio del procedimento;

d) di trasmettere la presente delibera alla Società proponente Patria Pietro, ad ARPAE SAC di Ferrara, al SUAP del Comune di Bondeno, all'AUSL di Ferrara – Dipartimento Sanità Pubblica, per gli adempimenti di rispettiva competenza;

e) di comunicare gli esiti del presente procedimento di Screening per mezzo della pubblicazione del presente atto sul sito web della Regione;

f) di informare che contro il presente provvedimento può essere presentato ricorso giurisdizionale avanti al Tribunale Amministrativo Regionale entro 60 giorni, nonché ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni; entrambi i termini decorrono dalla comunicazione del presente atto all’interessato.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it