E-R | BUR

n.37 del 25.02.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedura di VIA relativa al progetto di completamento cava di calcare sita in località Case Monti del comune di Talamello

Si avvisa che, ai sensi dell’art. 20 del D.Lgs. n. 152/2006 e del Titolo II della Legge regionale n. 9/1999 e ss.mm.ii., sono stati depositati presso l’autorità competente Comune di Talamello con sede in Piazza Garibaldi n. 2 - 47867 Talamello (RN) per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica di assoggettabilità (screening) relativi al

progetto di:“completamento cava di calcare sita in località Case Monti comune di Talamello

localizzato in: Talamello (RN) - Case Monti.

Presentato da: Soc. E.M.I.R. S.p.A., con sede legale in 47826 - Verucchio (RN), Via S.S. Marecchiese 258 n. 2103 (P.I. 00458530391).

L’impianto appartiene alla seguente categoria: ai sensi del D.Lgs. n. 152/2006 allegato IV - punto 8 lett. i) cave e torbiere ai sensi della L.R. 9/99, come modificata dalla L.R. 3/2012 allegato b.3 2) cave e torbiere.

Il progetto interessa il territorio dei seguenti comuni: Comune di Talamello, e delle seguenti province: Provincia di Rimini.

Il progetto prevede: la società EMIR S.p.A. svolge attività estrattiva in località case monti, in base all’autorizzazione rilasciata dal Comune di Talamello in data 13 novembre 2002, (prot. n. 4048) su di un’area, in disponibilità, che si estende per circa 21,45 ha. Nell’ambito di tale superficie la società chiede lo sfruttamento della risorsa mineraria residua per una superficie pari a mq. 30.729 e una cubatura pari a 188.430 mc. Il progetto interesserà la porzione di giacimento calcareo residuo sul fronte esistente e l’area di piazzale immediatamente al piede dello stesso, comportando la creazione di profili finali che si raccorderanno con la morfologia dei luoghi circostanti e garantendo la stabilità delle superfici di abbandono, nonché una corretta regimazione idraulica. il progetto ricade all’interno della umi smn002-1, definita dal PPAE di Pesaro e Urbino e confermata dalla provincia di Rimini, nella quale sono comprese sia l’area estrattiva “possessione”, ad ovest, che l’area estrattiva “i monti”, ad est. Su tali aree sono state rilasciate in passato varie autorizzazioni estrattive. considerato che il progetto in esame prevede una cubatura utile da estrarre pari a 188.430 mc. e che, in base al PPAE di Pesaro Urbino, la cubatura complessiva estraibile all’interno dell’umi smn002-1 è pari a 432.500 mc., rimane una volumetria utile all’interno dell’umi che non verrà estratta pari a 5.000 mc.. I tempi di intervento sono pari a 4 anni; a questi andranno sommati ulteriori 12 mesi per il completamento del recupero finale dell’area (ritombamento, riprofilatura del versante, regimazione acque meteoriche, recupero botanico vegetazionale …).

L’Autorità competente è: Comune di Talamello con sede in Piazza Garibaldi n. 2 - 47867 Talamello (RN).

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica di assoggettabilità (screening) presso la sede dell’autorità’ competente: Comune di Talamello - Ufficio Tecnico sita in Piazza Garibaldi 41/42 - 47867 Talamello (RN).

Gli elaborati prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica di assoggettabilità (screening) sono depositati per 45 (quarantacinque) giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso all’Albo pretorio del Comune e nel BURERT.

Entro lo stesso termine di 45 (quarantacinque) giorni possono essere presentate osservazioni all’autorità competente: Comune di Talamello 47867 Talamello (RN) al seguente indirizzo: Piazza Garibaldi n. 2 - 47867 Talamello (RN)

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it