E-R | BUR

n.383 del 25.11.2019 (Parte Seconda)

XHTML preview

PSR 2014-2020 - Tipo di operazione 16.8.01 "Elaborazione di piani di gestione forestale", Misura 16 "Cooperazione". approvazione avviso pubblico anno 2019

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamati:

  • il Regolamento (UE) n. 1303 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013 recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca, e che abroga il regolamento (CE) n.1083/2006 del Consiglio;
  • il Regolamento (UE) n.1305 del 17 dicembre 2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che abroga il regolamento (CE) n. 1698/2005 del Consiglio;
  • il Regolamento (UE) n.1306 del 17 dicembre 2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio sul finanziamento, sulla gestione e sul monitoraggio della politica agricola comune e che abroga i regolamenti del Consiglio (CEE) n. 352/1978, (CE) n. 165/1994, (CE) n. 2799/1998, (CE) n. 814/2000, (CE) n. 1290/2005 e (CE) n. 485/2008;
  • il Regolamento delegato (UE) n. 640 dell’11 marzo 2014 della Commissione che integra il regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo e le condizioni per il rifiuto o la revoca di pagamenti nonché le sanzioni amministrative applicabili ai pagamenti diretti, al sostegno allo sviluppo rurale e alla condizionalità;
  • il Regolamento (UE) n. 1407 della Commissione del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea agli aiuti “de minimis”;
  • il Regolamento delegato (UE) n. 807 dell’11 marzo 2014 della Commissione che integra talune disposizioni del regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR) e che introduce disposizioni transitorie;
  • il Regolamento di esecuzione (UE) n. 808 del 17 luglio 2014 della Commissione recante modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR);
  • il Regolamento di esecuzione (UE) n. 809 del 17 luglio 2014 della Commissione recante modalità di applicazione del Regolamento (UE) n. 1306/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda il sistema integrato di gestione e di controllo, le misure di sviluppo rurale e la condizionalità;
  • il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Emilia-Romagna per il periodo 2014-2020, attuativo del citato Regolamento (UE) n. 1305 del 17 dicembre 2013, adottato con deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 978 del 30 giugno 2014, nell’attuale formulazione (Versione 8.2) approvata dalla Commissione europea con la Decisione di esecuzione C(2018) 8506 final del 5 dicembre 2018 di cui si è preso atto con propria deliberazione n. 2138 del 10 dicembre 2018;

Viste:

  • il Decreto Legislativo 3 aprile 2018, n. 34 “Testo unico in materia di foreste e filiere forestali”;
  • la L.R. 4 settembre 1981 n. 30 recante norme per la valorizzazione delle risorse forestali;
  • la legge regionale 30 luglio 2015, n. 13 “Riforma del Sistema di governo regionale e locale e disposizioni su Città Metropolitana di Bologna, Province, Comuni e loro Unioni”
  • la L.R. 23 luglio 2001, n.21 che istituisce l’Agenzia Regionale per le Erogazioni in Agricoltura (AGREA) per l'Emilia-Romagna, formalmente riconosciuta quale Organismo pagatore regionale per le Misure del P.R.S.R. con Decreto del Ministro delle Politiche Agricole e Forestali del 13 novembre 2001 e successive modifiche ed integrazioni;
  • il Piano Forestale Regionale 2014-2020, approvato con la deliberazione dell’Assemblea legislativa regionale n. 80/2016, che individua il piano economico (piano di gestione forestale) come strumento operativo privilegiato per la gestione sostenibile dei boschi anche finalizzata alla certificazione dei prodotti forestali;
  • il Regolamento Forestale Regionale n. 3 del 1 agosto 2018;
  • la deliberazione della giunta regionale n. 1537 del 20 ottobre 2015 “Aggiornamento delle procedure per la redazione dei Piani di gestione forestale e criteri per la loro approvazione”;
  • il documento “Sistema Informativo per l'Assestamento forestale” allegato alla determinazione del Direttore Generale Ambiente e Difesa del suolo e della costa n. 766 del 29 gennaio 2003;
  • il documento “Contenuti richiesti per la banca dati regionale dei Piani di gestione forestale” allegato alla determinazione del Direttore Generale Cura del Territorio e dell'Ambiente n. 7001 del 28 aprile 2016;

Considerato che:

  • fra le Misure previste dal P.S.R. 2014-2020 approvato, è compresa la MISURA 16 “Cooperazione”;
  • nell'ambito della citata MISURA 16 è compreso il Tipo di Operazione 16.8.01 “Elaborazione di piani di gestione forestale”;
  • il tipo di operazione contribuisce al raggiungimento degli obiettivi della Priorità 5 del Programma di Sviluppo Rurale con riferimento ai temi ambientali, di adattamento e mitigazione dei cambiamenti climatici e alla green economy e in particolare agli obiettivi della focus area P5E “Promuovere la conservazione e il sequestro del carbonio nel settore agricolo e forestale”;

Dato atto che:

  • il P.S.R. 2014-2020 prevede l’applicazione di processi selettivi ai Tipi di operazione della Misura 16 e che i criteri impiegati sono quelli risultanti dalla consultazione del Comitato di Sorveglianza avviata per procedura scritta il 30 aprile 2019 e il cui esito è stato notificato con la nota dell’Autorità di Gestione del PSR di cui al PG/2019/0571058 del 28/6/2019;
  • per quanto riguarda le “priorità territoriali per le Aree interne” i criteri di cui sopra prevedono di attribuire come punteggio “aggiuntivo” per le Aree interne “5 PUNTI in presenza di attività collegate alla strategia approvata. Il criterio si applica solo quando almeno il valore delle attività ricadenti in area progetto dell’area interna Piacentino Parmense è uguale o superiore al 50% delle superfici interessate dal piano di gestione forestale” ed è applicabile solo quando il progetto è chiaramente collegato a una scheda di attività inserita nella strategia approvata;

Considerato che:

  • tale punteggio “aggiuntivo” non è mai attribuibile in quanto lo Schema dell'accordo di Programma quadro - Attuazione della Strategia d'area Appennino Piacentino Parmense denominata "Appennino Smart", approvato dalla Giunta regionale con propria Deliberazione n. 974 del 18/6/2019, non è collegato e non presenta alcun riferimento rispetto all’elaborazione dei Piani di gestione forestale e all’Operazione 16.8.01;
  • per le ragioni di cui sopra, il totale dei punti attribuibili secondo i criteri di selezione sono quindi 95 e non 100 come già riportato nella sopra citata nota dell’Autorità di Gestione del PSR di cui al PG/2019/0571058 del 28/6/2019;

Dato atto che:

  • il P.S.R. 2014-2020 prevede l’emanazione di “bandi unici di livello regionale” in grado di garantire una ricaduta equilibrata degli interventi su tutti gli ambiti territoriali;
  • all'attuazione del Tipo di Operazione 16.8.01 provvede la Direzione Generale Cura del Territorio e dell'Ambiente, fermo restando che l’Autorità di Gestione resta rappresentata dal Direttore Generale Agricoltura;
  • le risorse attribuite ai Tipi di Operazione della Misura 16 per l’intera programmazione sono dettagliate nel P.S.R. 2014-2020;
  • le risorse attribuite al Tipo di Operazione 16.8.01 per l’intero periodo 2014-2020 ammontano a complessivi Euro 600.000,00;

Considerato che per l’Operazione 16.8.01 non è ancora stato attivato alcun bando ed è tuttora disponibile l’intero ammontare stanziato;

Ritenuto pertanto opportuno approvare il bando unico regionale per l’annualità 2019 per un importo di Euro 600.000,00, attuativo degli interventi previsti dal Tipo di Operazione 16.8.01 “Elaborazione di piani di gestione forestale” nell’ambito della Misura 16 del P.S.R. 2014-2020;

Vista la Legge Regionale 26 novembre 2001, n.43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e s.m.;

Visti, altresì:

  • il Decreto Legislativo 14/3/2013, n.33 recante “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e ss.mm.ii;
  • la deliberazione della Giunta regionale n. 122 del 28/1/2019 recante “Approvazione piano triennale di prevenzione della corruzione 2019-2021”;
  • la determinazione n. 17145 del 23/9/2019 concernente il conferimento di incarico ad interim di Responsabile del Servizio Aree protette, foreste e sviluppo della montagna;
  • la determinazione n. 19063 del 24/11/2017 “Provvedimento di nomina del Responsabile del procedimento ai sensi degli articoli 5 e ss. della L. 241/1990 e ss.mm. e degli articoli 11 e ss. della L.R. 32/1993”;

Richiamate le proprie deliberazioni:

  • n.2416 del 29/12/2008, recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali fra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche ed integrazioni;
  • n. 56 del 25/1/2016 “Affidamento degli incarichi di Direttore Generale della Giunta regionale, ai sensi dell’art. 43 della L.R. n. 43/2001”;
  • n. 702 del 16/5/2016 ad oggetto “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell’ambito delle Direzioni generali - Agenzie - Istituto, e nomina dei responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali, e dell’anagrafe per la stazione appaltante”;
  • n. 468 del 10/4/2017 avente ad oggetto “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;
  • n. 1059 del 3/7/2018 “Approvazione degli incarichi dirigenziali rinnovati e conferiti nell’ambito delle Direzioni generali, Agenzie e Istituti e nomina del Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT), del Responsabile dell’anagrafe per la stazione appaltante (RASA) e del Responsabile della protezione dei dati (DPO)”;

Dato atto che il Responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazioni di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore alla Difesa del suolo e della costa, Protezione civile e Politiche ambientali e della montagna, Paola Gazzolo e dell'Assessore all'Agricoltura, Caccia e Pesca, Simona Caselli

a voti unanimi e palesi

delibera

1. di richiamare le considerazioni formulate in premessa che costituiscono parte integrante del presente dispositivo;

2. di approvare il bando unico regionale per l’annualità 2019 per un importo di Euro 600.000,00, attuativo degli interventi previsti dal Tipo di Operazione 16.8.01 “Elaborazione di piani di gestione forestale” nell’ambito della Misura 16 del P.S.R. 2014-2020;

3. di approvare, come parti integranti e sostanziali del presente atto, i seguenti allegati:

- Bando – Annualità 2019

- Allegato A - Parametri per il calcolo della spesa massima ammissibile in conformità alla DGR 1537/2015

- Allegato B - Elenco dei piani di gestione forestale approvati in Emilia-Romagna e relative scadenze

- Allegato C – Elenco dei Comuni ricadenti nelle Aree Interne della Regione Emilia-Romagna

- Allegato D – Dichiarazione di interesse a costituire un’Associazione Temporanea d’Impresa

- Allegato E – Fac simile dichiarazioni per il possesso dei requisiti dei beneficiari

- Allegato F – Fac simile per aggiornamento delle dichiarazioni per il regime de minimis

- Allegato G – Fac simile dichiarazioni di assenso dei soggetti partner appartenenti ad un Consorzio forestale

- Allegato H – Fac simile dichiarazioni di assenso alla redazione del Piano di gestione forestale (reso dai locatori dei terreni e necessario per i boschi condotti in affitto dai soggetti partner)

- Allegato I - Linee guida per la redazione della proposta di indirizzi tecnico-programmatici

- Allegato L - Prospetto di comparazione fra preventivi di spesa

- Allegato M – Schema esemplificativo dell'elenco dei mappali catastali proposti per il piano di gestione forestale (da presentare in formato excel)

- Allegato N – Fac simile dichiarazioni di piena disponibilità del bene

- Allegato O – Fac simile dichiarazioni di assenso rispetto al Piano di gestione forestale di cui si chiede l’approvazione

4. di dare atto che, per quanto riguarda il presente bando, l’importo complessivo per il finanziamento delle domande/ progetti ammonta a Euro 600.000,00;

5. di prevedere che, con atto del Direttore Generale Cura del territorio e dell'Ambiente, le somme che si rendessero eventualmente disponibili in seguito a ribassi d'asta, economie, revoche possano essere utilizzate per il finanziamento di progetti ritenuti ammissibili secondo l’ordine delle graduatorie;

6. di prevedere, altresì, che eventuali modifiche che si rendessero necessarie alla tempistica e agli allegati tecnici di cui al presente atto possano essere disposte dal Direttore Generale competente con propri atti formali;

7. di dare atto che per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative in vigore richiamate in parte narrativa;

8. di disporre infine la pubblicazione in forma integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it