E-R | BUR

n.225 del 23.07.2014 (Parte Prima)

XHTML preview

ORDINE DEL GIORNO - Oggetto n. 4738/1 – Ordine del giorno collegato al progetto di legge “Norme per la promozione e il sostegno dell’economia solidale”. A firma dei consiglieri Naldi, Favia e Casadei (Prot. AL/2014/0029223 del 23 luglio 2014)

L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna

Premesso che

in tutto il territorio nazionale esistono da tempo molteplici esperienze e buone prassi di economia solidale. In Italia sono attivi oltre 1000 Gruppi di Acquisto Solidale e negli ultimi anni sono nati decine di Distretti di Economia Solidale a livello territoriale. Secondo una stima recente sarebbero 500.000 le persone che praticano direttamente una nuova economia attraverso le relazioni fiduciarie, il consumo critico e lo sviluppo sostenibile, dal punto di vista economico, ambientale e sociale;

molte di queste realtà operano in Emilia-Romagna dove, venti anni fa, è nato, a Fidenza, il primo gruppo di acquisto solidale italiano e dove, nell’ottobre del 2011, si è costituito il Coordinamento Regionale dell’Economia Solidale.

Considerato che

per economia solidale si intende un’economia che non abbia come esclusiva priorità la massimizzazione del profitto, ma che valorizza e tutela le risorse del Pianeta, che pratica l’utilizzo sostenibile dei beni comuni (terra, aria, energia, paesaggio, conoscenza), che difende i diritti e il valore del lavoro, che promuove la collaborazione e inclusione di tutti nel processo produttivo articolandosi in reti;

le pratiche di economia solidale si sviluppano in tutti gli ambiti legati alle politiche di sviluppo: dalla finanza all’agricoltura, dalla tutela del territorio e dell’ambiente al commercio, dalle politiche abitative alla formazione, ai trasporti;

la proposta di legge regionale “Norme per la promozione e il sostegno dell’economia solidale”, promuove il dialogo tra i soggetti che sul territorio attivano queste pratiche e l’Istituzione regionale affinché d’ora in avanti le politiche regionali siano informate ai principi dell’economia solidale. Inoltre, attraverso questa proposta di legge, viene istituito un Tavolo regionale dell’economia solidale come strumento istituzionale deputato ad attivare percorsi condivisi per la promozione del sostegno all’economia solidale.

Auspica pertanto che

data la trasversalità degli ambiti e dei settori in cui opera e si sviluppa l’economia solidale e per dare piena efficacia alle finalità del progetto di legge in questione, il futuro Presidente della Regione Emilia-Romagna assegni una Delega specifica, all’interno della prossima Giunta, all’economia solidale.

Approvato a maggioranza dei presenti nella seduta antimeridiana del 22 luglio 2014

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it