E-R | BUR

n.123 del 28.04.2014 (Parte Seconda)

XHTML preview

Modifiche ai criteri e modalità per l'erogazione dei contributi previsti dall'art. 27 della L.R. n. 21 del 21/12/2012

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visti:

– la l.r. 21 dicembre 2012 n. 21 "Misure per assicurare il governo territoriale delle funzioni amministrative secondo i principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza", con la quale la Regione prevede strumenti di incentivazione finanziaria per le Unioni di Comuni e le fusioni, anche in adempimento di alcuni obblighi imposti dal legislatore statale che, in particolare, con l’art. 14 del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, modificato in seguito con l’art. 19 del decreto legge 6 luglio 2012, n. 95, prevede che i Comuni di ridotte dimensioni demografiche esercitino in forma associata le funzioni fondamentali attraverso convenzione o Unione, e assegna alle Regioni il compito di individuare la “dimensione territoriale ottimale e omogenea per area geografica” per l’esercizio associato obbligatorio di tali funzioni;

– il comma 3 lett. c) dell’art. 3 della citata l.r. n. 21/2012 in base al quale la Regione incentiva la costituzione delle Unioni di Comuni in luogo delle convenzioni e promuove, in via prioritaria, le fusioni, considerate quali il massimo livello raggiungibile di riorganizzazione amministrativa;

– l’art. 27 della medesima legge, che al fine di favorire il riordino territoriale e la razionalizzazione delle forme di gestione associata previste dalla presente legge o la fusione di Comuni, impegna la Regione a fornire assistenza tecnica per l'impostazione delle questioni istituzionali e l'elaborazione dei relativi atti e ad erogare agli enti locali che abbiano specificamente deliberato in proposito contributi destinati a concorrere alle spese sostenute per l'elaborazione di progetti di riorganizzazione sovracomunale delle strutture, dei servizi e delle funzioni;

Ritenuto che le modalità ed i criteri per l’attuazione degli interventi finora previsti, già stabiliti con la delibera n. 354 del 17 marzo 2003, debbano essere oggetto di aggiornamento, al fine di rendere più efficace l’intervento della Regione a sostegno dei progetti di riorganizzazione, con particolare riferimento alla necessità di concentrare le risorse regionali sia ai fini del completamento della realizzazione degli assetti istituzionali previsti nella l.r. n. 21/2012, con la costituzione di Unioni di Comuni corrispondenti alle dimensioni territoriali ottimali previste dalle disposizioni regionali, sia alla fusione di Comuni, sia infine ai fini dell’ampliamento o del miglioramento di servizi e/o funzioni già gestiti in forma associata dalle Unioni di Comuni;

Ritenuto opportuno confermare il termine per la presentazione delle domande, già stabilito dalla delibera n. 354/2003, per il 15 maggio di ogni anno. Per il solo anno 2014 il termine di scadenza è fissato per il 1° luglio;

Ritenuto pertanto di procedere a definire nuovi criteri e modalità per l’erogazione dei contributi previsti dall’art. 27 della l.r. n. 21/2012 citato, indicati nell’allegato A alla presente deliberazione;

Richiamati:

– il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e in particolare l’art. 26, comma 1;

– la propria delibera n. 1621 dell’11 novembre 2013 “Indirizzi interpretativi per l’applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs 14 marzo 2013, n. 33” e la propria delibera n. 68 del 27 gennaio 2014 “Approvazione del Programma triennale per la Trasparenza e l’Integrità 2014-2016”;

Viste:

– la l.r. 15 novembre 2001 n. 40 "Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle ll.rr. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4";

– la l.r. 26 novembre 2001 n. 43 “Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” ed in particolare l’art. 37, comma 4;

Vista, inoltre, la propria deliberazione n. 2416 del 29 dicembre 2008 avente ad oggetto “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche;

Acquisito il parere espresso dal Consiglio delle Autonomie locali ai sensi dell’art. 6 della l.r. n. 13/2009, nella seduta del 17 aprile 2014;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta della Vice Presidente - Assessore a “Finanze. Europa. Cooperazione con il sistema delle autonomie. Valorizzazione della montagna. Regolazione dei Servizi Pubblici Locali. Semplificazione e Trasparenza. Politiche per la sicurezza.”, Simonetta Saliera;

A voti unanimi e palesi

delibera

a) di approvare i nuovi criteri e le modalità per l'erogazione dei contributi previsti dall'art. 27 della l.r. n. 21/2012 nel testo allegato (A), che costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto;

b) di dare atto che alla concessione dei contributi, all’assunzione dei relativi impegni di spesa e alla liquidazione in applicazione della normativa regionale vigente, previo espletamento della relativa istruttoria, provvederà il dirigente del Servizio Affari Istituzionali e Autonomie Locali. Le risorse necessarie saranno rese annualmente disponibili con legge regionale di approvazione del bilancio di competenza e successive variazioni, nel corrispondente capitolo di bilancio n. 03203 "Contributi agli Enti Locali per il concorso alle spese di elaborazione di progetti di riorganizzazione sovracomunale delle strutture dei servizi e delle funzioni (artt. 17 e 28 l.r. 26 aprile 2001, n. 11 abrogata; art. 27, l.r. 21 dicembre 2012, n. 21)";

c) di dare atto che, secondo quanto previsto dall’art. 26, comma 1, del D.Lgs n. 33/2013 e sulla base degli indirizzi interpretativi contenuti nelle proprie deliberazioni nn. 1621/2013 e 68/2014, il presente atto è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi previsti;

d) di pubblicare integralmente il presente atto, comprensivo degli allegati, parti integranti e sostanziali della presente deliberazione, sul BURERT (Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna telematico).

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it