E-R | BUR

n.12 del 18.01.2012 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Costruzione strada di quartiere in proseguimento di Via Roma da Via Stoccolma a Via Giubasco. Lotti n. 4-5, limitatamente al tratto Via Oliveti/Via Costantinopoli (compresa la rotatoria) - Decreto di esproprio

Con decreto Rep. n. 67 del 3/1/2012 è stata disposta l’espropriazione a favore del Comune di Rimini, C.F. p. IVA 00304260409, delle aree sotto indicate, occorrenti alla realizzazione dell’opera pubblica: “Costruzione strada di quartiere in proseguimento di Via Roma da Via Stoccolma a Via Giubasco. Lotti n. 4-5”, limitatamente al tratto Via Oliveti/Via Costantinopoli (compresa la rotatoria) con trasferimento del diritto di proprietà in capo al predetto Comune, beneficiario dell’esproprio, sotto condizione sospensiva che il decreto sia eseguito, ai sensi dell’art. 23, comma 1, lettere g) e h), DPR 8/6/2001, n. 327, mediante l’immissione in possesso, con redazione dei verbali di cui all’art. 24 del citato DPR.

Comune censuario: Rimini

Ditta 8:

- Renzi Gianfranco, usufruttuario 1/1

- Renzi Roberto, nuda proprietà 1/1

Area in esproprio individuata al Catasto Fabbricati al foglio 124 mappale 2431 (già mappale 872/parte) di mq. 48 - area urbana.

Confinante con: stessa proprietà, Viale Costantinopoli, Via Losanna, salvo altri.

Si prende atto del verbale della conferenza dei Direttori del Comune di Rimini del 5/12/2011, acquisito agli atti con prot. n. 182412 del 13/12/2011, nel quale viene stabilito di procedere con l’attuazione, al momento, di uno stralcio funzionale del progetto relativo al tratto Via Oliveti/Via Costantinopoli (compresa la rotatoria).

Si evidenzia che la Ditta sopra citata non ha accettato l’indennità di esproprio e la stessa è stata debitamente depositata a suo nome, e/o in conto degli aventi causa, presso la Ragioneria Territoriale dello Stato di Forlì.

Si evidenzia che:

- le proprietà interessate hanno la facoltà di accettare l’indennità provvisoria di esproprio, con le maggiorazioni previste dall’art. 45, comma 2, DPR 327/01, fino alla data di esecuzione del presente decreto;

- nel caso in cui non accettasse l’indennità provvisoria di esproprio entro tale data, verrà richiesto, alla Commissione provinciale competente, di voler quantificare l’indennità definitiva.

Si chiarisce che nei confronti delle proprietà che hanno ritenuto di accettare l’indennità di esproprio e comunque delle Ditte non comprese nel tratto Via Oliveti/Via Costantinopoli, e dei beni a queste ascritti, si provvederà alla decretazione di esproprio con separati provvedimenti.

Si dà atto che le aree occorrenti alla realizzazione dell’opera in oggetto sono state correttamente individuate a seguito dei frazionamenti catastali.

Si dà atto che ai fini della realizzazione dell’opera in considerazione non si sono verificati i presupposti per la determinazione urgente dell’indennità provvisoria di esproprio, né è stato emanato il decreto di “occupazione d’urgenza preordinata all’espropriazione”.

Si stabilisce che il presente provvedimento sarà a cura dell’U.O. Ufficio per le Espropriazioni, notificato ai destinatari interessati, nonché registrato, trascritto e successivamente volturato presso i competenti uffici.

Si avvisa che:

- ai sensi dell’art. 23, comma 5 del DPR 8/6/2001, n. 327, il terzo interessato potrà proporre opposizioni contro l’indennità di esproprio entro 30 giorni successivi alla presente pubblicazione. Decorso tale termine, in assenza di impugnazioni, anche per il terzo l’indennità di esproprio resta fissa ed invariabile nella misura della somma corrisposta;

- avverso il decreto di esproprio può essere proposta impugnativa secondo le disposizioni, di cui all’art. 53, DPR 8/6/2001, n. 327.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it