E-R | BUR

n.45 del 24.02.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Autostrada A14 Bologna-Bari-Taranto. Ampliamento e ristrutturazione Area di Servizio Santerno Est. Comune di Solarolo. Avviso di deposito della documentazione di cui agli artt. 9 e 16 della L. R. n. 37/2002 Regione Emilia-Romagna, modificata con L.R. n. 10/2003: Espropriazioni per pubblica utilità

Premesso

- che ai sensi della Convenzione Unica stipulata in data 12/10/2007 ed approvata con legge n. 101 del 6/6/2008, novativa e sostitutiva della Convenzione n. 230 del 4/8/1997 e successivi atti aggiuntivi, Autostrade per l’Italia S.p.A. è concessionaria per la costruzione e l’esercizio dell’autostrada A14 Bologna-Bari-Taranto;

- che, in conformità a quanto previsto dall’art. 6 comma 8 del D.P.R. 327/2001 e s. m. i., vista la circolare ANAS S.p.A. n. 7487 del 20/10/2003 e la delega ANAS S.p.A. n. 2157 del 26/4/2004, Autostrade per l’Italia S.p.A., in qualità di concessionario, è stata delegata a svolgere le attività al riguardo previste dagli artt. 15 e 16 del D.P.R. 327/2001 e s. m. i.;

- che la Regione Emilia-Romagna, con legge n. 37 del 19/12/2002 modificata con legge n. 10 del 3/6/2003, ha dettato le disposizioni regionali in materia di espropri.

Tutto ciò premesso Autostrade per l’Italia S.p.A. con sede legale in Via A. Bergamini n. 50 - 00159 Roma comunica, ai sensi degli artt. 9 e 16 della sopra citata legge, l’avvio del procedimento diretto all’apposizione del vincolo espropriativo ed all’approvazione del progetto esecutivo dell’opera di cui trattasi;

-­ che, ai sensi e per gli effetti dell’art. 11 comma 2 e dell’art. 16 comma 1 della sopra citata legge, è depositato:

  • il progetto completo di tutti gli elaborati, presso la propria Unità Espropri in Via A. Bergamini n. 50 - 00159 Roma;
  • il progetto con gli elaborati essenziali (Relazione tecnico - descrittiva, Planimetria stato di fatto, Planimetria di progetto, Sezioni tipo, Piani particellari ed Elenco ditte da espropriare e/o occupare e/o asservire), presso la segreteria del Comune sopra indicato.

Si precisa che il vincolo espropriativo deriverà ai sensi dell’art. 11 comma 1 della sopra citata legge, dagli esiti finali di una conferenza di servizi ovvero di una intesa o di altro atto comunque denominato.

L’approvazione del progetto esecutivo comporterà la dichiarazione di pubblica utilità dell’opera.

Tutti gli atti della procedura espropriativa sono disposti nei confronti dei soggetti risultanti proprietari secondo i registri catastali di seguito riportati:

Comune di Solarolo:

- Cicognani Alfeo nato a Solarolo il 4/3/1944 - Mamini Teresa nata a Faenza il 10/3/1949 Fg. 27 Mapp. 85

- Margotti Ivo nato a Solarolo il 21/2/1947 Fg. 27 Mapp. 187

- Morini Domenica nata a Solarolo il 23/4/1932 Fg. 27 Mapp. 237

- Raccagni Giovanni nato a Solarolo il 18/11/1931 Fg. 27 Mapp. 185, 186

- Toni Iolanda nata a Solarolo il 24/1/1948 Fg. 27 Mapp. 184.

La durata del deposito è di sessanta giorni decorrenti dal 24/2/2016, giorno di pubblicazione del presente avviso sul quotidiano “Il Resto del Carlino Edizione Ravenna” e sui siti informatici della Regione Emilia-Romagna (http://bur.regione.emilia-romagna.it) e di Autostrade per l’Italia S.p.A. (www.autostrade.it).

In tale periodo coloro ai quali, pur non essendo proprietari, possa derivare un pregiudizio diretto dall’atto che comporta la dichiarazione di pubblica utilità, possono presentare osservazioni in forma scritta a mezzo raccomandata A. R. inviandole ad Autostrade per l’Italia S.p.A. - Via A. Bergamini n.50 - 00159 Roma.

Il presente avviso annulla e sostituisce il precedente di pari oggetto pubblicato in data 7/10/2015.

Responsabile del Procedimento Espropriativo è il Dott. Ing. Carlo Miconi - DINV/SGT/EPR.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it