E-R | BUR

n.246 del 02.08.2018 (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione del Piano triennale 2018-2020 di edilizia scolastica della Regione Emilia-Romagna, ai sensi del D.L. 104/2013 del Decreto Interministeriale 03.01.2018 e della DGR 385-2018

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Visto il Decreto Legge 12 settembre 2013, n. 104 convertito con modificazioni dalla Legge 8 novembre 2013 n. 128, e ss.mm. recante misure urgenti in materia di istruzione, università e ricerca ed in particolare il comma 1 dell’art. 10 che prevede che, al fine di favorire interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico di immobili di proprietà pubblica adibiti all’istruzione scolastica e all’alta formazione artistica musicale e coreutica, e di immobili adibiti ad alloggi e residenza per studenti universitari, di proprietà degli enti locali, nonché la costruzione di nuovi edifici scolastici pubblici e la realizzazione di palestre scolastiche nelle scuole o di interventi volti al miglioramento delle palestre scolastiche esistenti per la programmazione triennale, le Regioni interessate possano essere autorizzate dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, d’intesa con il Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a stipulare appositi mutui trentennali con oneri di ammortamento a totale carico dello Stato con la Banca Europea degli Investimenti, con la Banca di sviluppo del Consiglio d’Europa, con la Cassa depositi e prestiti SpA e con i soggetti autorizzati all’esercizio dell’attività bancaria ai sensi del D.Lgs. 1/9/1993, n. 385;

Visti inoltre:

- il Decreto Interministeriale del 3/1/2018 pubblicato nella G.U. del 4/4/2018, adottato ai sensi del comma 1 dell’art. 10 del D.L. 104/2013, che definisce le tipologie di interventi, le modalità e i criteri per la definizione dei piani regionali triennali di edilizia scolastica redatti sulla base delle richieste presentate dagli enti locali, e rimanda a successivi decreti l’autorizzazione alla stipula dei mutui da parte delle Regioni;

- la Legge 11 gennaio 1996, n. 23, recante “Norme per l’edilizia scolastica”;

- la Legge Regionale n. 13/2015 ed in particolare l’art. 51 che attribuisce alle Province e alla Città metropolitana di Bologna la competenza in materia di programmazione dell’edilizia scolastica sulla base degli indirizzi della Regione;

Vista in particolare la propria deliberazione n. 385 del 19/03/2018 con la quale si recepiscono i principi, i criteri e le priorità del decreto interministeriale del 3 gennaio 2018, si introducono elementi di priorità ed elementi aggiuntivi al fine di tenere conto delle specificità regionali in modo da consentire alle Province e Città metropolitana di Bologna di esercitare le proprie competenze di programmazione territoriale in un quadro regionale unitario e coerente;

Dato atto in particolare che con la propria sopra citata deliberazione n. 385/2018 si è disposto che le Province e la Città Metropolitana di Bologna:

- dovranno attivare le procedure per la predisposizione della programmazione 2018/2020 e pertanto per la redazione dei piani triennali graduati in ordine di priorità utilizzando i criteri indicati nel Decreto Interministeriale di cui sopra, oltre ai principi previsti nello stesso atto che tengono conto delle specificità regionali;

- dovranno trasmettere alla Regione Emilia-Romagna entro 95 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto interministeriale sopracitato i piani triennali, approvati dall’organo competente al fine di consentire l’inoltro da parte della Regione al Ministero nel rispetto dei tempi previsti;

Preso atto che le Province e la Città Metropolitana hanno attivato e concluso le procedure previste nel rispetto di quanto previsto dalla propria citata deliberazione n. 385/2018 e i Piani triennali, sono stati trasmessi nei tempi stabiliti al Servizio Programmazione delle politiche dell'istruzione, della formazione, del lavoro e della conoscenza ed ivi trattenuti agli atti;

Dato atto in particolare che il Piano regionale, che rappresenta il fabbisogno espresso dai territori per il triennio 2018-2019-2020, comprende complessivamente n. 683 interventi per un investimento totale pari a 1.045.950.787,44 euro e un fabbisogno finanziario pari a 876.312.212,12 euro;

Ritenuto pertanto necessario:

- approvare, il piano regionale triennale 2018 – 2020 di edilizia scolastica, articolato nelle annualità 2018, 2019 e 2020 suddiviso per Province/Città Metropolitana di Bologna di cui rispettivamente agli allegati: 1) per l’annualità 2018, 2) per l’annualità 2019 e 3) per l’annualità 2020;

- trasmettere tale piano al Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca entro il termine del 2/8/2018 previsto dal Decreto Interministeriale del 3 gennaio u.s. e ribadito nella nota prot. 9577 del 16/04/2018 del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca – Direzione Generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per gli adempimenti di competenza;  

Dato atto che a seguito della comunicazione delle risorse disponibili per la Regione Emilia-Romagna con apposito decreto del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca da adottare entro 90 giorni dal decreto di approvazione della programmazione unica nazionale, si provvederà a comunicare l’ammontare spettante a ciascuna Provincia/Città metropolitana di Bologna - ottenuto applicando alle risorse regionali disponibili le percentuali di cui al punto 5) della propria deliberazione n. 385/2018 - e a richiedere alle stesse la individuazione degli interventi da ammettere a finanziamento nel rispetto dei criteri di cui alla sopracitata deliberazione;

Dato atto infine che con proprio successivo provvedimentosarà approvato il Piano regionale degli interventi finanziabili tenuto conto di quanto previsto ai punti 6) “eventuale riattribuzione di risorse al fine di assicurare il finanziamento integrale dell’ultimo intervento di ciascun piano territoriale” e 7) “riequilibrio delle risorse tra i diversi canali di finanziamento” della stessa deliberazione n. 385/2018;

Visti:

- il Decreto Legislativo 14 marzo 2013, n. 33 "Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni" e ss.mm.;

- la propria deliberazione n. 93/2018 "Approvazione Piano triennale di prevenzione della corruzione. Aggiornamento 2018-2020" e successiva integrazione, ed in particolare l'Allegato B) "Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.lgs n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2018-2020";

Richiamate le proprie deliberazioni:

- n. 2416/2008 "Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull'esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera n. 450/2007" e ss.mm. per quanto applicabile;

- n. 270/2016 "Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con Delibera 2189/2015";

- n. 622/2016 "Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con Delibera 2189/2015";

- n. 1107/2016 "Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con Delibera 2189/2015";

- n. 87/2017 "Assunzione dei vincitori delle selezioni pubbliche per il conferimento di incarichi dirigenziali, ai sensi dell'art. 18 della L.R. 43/2001, presso la Direzione Generale economia della conoscenza, del lavoro e dell'impresa";

- n. 468/2017 "Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna";

- n. 1059/2018 “Approvazione degli incarichi dirigenziali rinnovati e conferiti nell'ambito delle Direzioni generali, Agenzie e Istituti e nomina del Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza (RPCT), del Responsabile dell'Anagrafe per la Stazione Appaltante (RASA) e del Responsabile della Protezione dei Dati (DPO)”;

Richiamate inoltre le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della propria deliberazione n. 468/2017;

Richiamata altresì la determinazione dirigenziale n. 1174/
2017 recante "Conferimento di incarichi dirigenziali presso la Direzione Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell'Impresa";

Dato atto che il responsabile del procedimento ha dichiarato di non trovarsi in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi; 

Dato atto dei pareri allegati;

Su proposta dell’Assessore competente per materia;

A voti unanimi e palesi

delibera 

Sulla base di quanto espresso in premessa che qui si intende integralmente richiamato:

1. di dare atto che:

- le Province e la Città Metropolitana di Bologna hanno attivato e concluso le procedure previste nel rispetto di quanto previsto dalla propria deliberazione n. 385/2018, richiamata in premessa e i Piani triennali, sono stati trasmessi nei tempi stabiliti al Servizio Programmazione delle politiche dell'istruzione, della formazione, del lavoro e della conoscenza ed ivi trattenuti agli atti;

- il Piano regionale, che rappresenta il fabbisogno espresso dai territori per il triennio 2018-2019-2020, comprende complessivamente n. 683 interventi per un investimento totale pari a 1.045.950.787,44 euro e un fabbisogno finanziario pari a 876.312.212,12 euro;

2. di approvare il Piano regionale triennale 2018 – 2020 di edilizia scolastica, articolato nelle annualità 2018, 2019 e 2020 suddiviso per Province/Città Metropolitana di Bologna di cui rispettivamente agli allegati 1) per l’annualità 2018, 2) per l’annualità 2019 e 3) per l’annualità 2020 parti integrantie sostanziali del presente provvedimento; 

3. di dare atto che a seguito della comunicazione delle risorse disponibili per la Regione Emilia-Romagna con apposito decreto del Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca da adottare entro 90 giorni dal decreto di approvazione della programmazione unica nazionale, si provvederà a comunicare l’ammontare spettante a ciascuna Provincia/Città metropolitana di Bologna ottenuto applicando alle risorse disponibili le percentuali di cui al punto 5) della propria deliberazione n. 385/2018 e a richiedere alle stesse la individuazione degli interventi da ammettere a finanziamento nel rispetto dei criteri di cui alla propria deliberazione n. 385/2018 più volte citata;

4. di stabilire che con proprio successivo provvedimento sarà approvato il Piano regionale degli interventi finanziabili sulla base degli interventi individuati dalle Province/Città metropolitana di Bologna e tenuto conto di quanto previsto ai punti 6) “eventuale riattribuzione di risorse al fine di assicurare il finanziamento integrale dell’ultimo intervento di ciascun piano territoriale” e 7) “riequilibrio delle risorse tra i diversi canali di finanziamento” della propria deliberazione n. 385/2018;

5. di trasmettere il presente atto comprensivo degli allegati parti integranti e sostanziali 1), 2) e 3) al Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e per conoscenza al Ministero dell’Economia e delle Finanze e al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti entro il 2 agosto 2018, termine fissato dall’art. 2 comma 1 del decreto interministeriale citato in premessa, e ribadito nella nota prot. 9577 del 16/04/2018 del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca – Direzione Generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per gli adempimenti di competenza;

6. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna;

7. di dare atto infine che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative e amministrative richiamate in parte narrativa.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it