E-R | BUR

n.295 del 05.10.2016 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedura in materia di Valutazione di impatto ambientale L.R. 18 Maggio 1999, n. 9. Titolo II - Procedura di verifica (screening) relativa alla realizzazione dell'impianto di recupero calore e produzione energia elettrica dai fumi derivanti dalla cottura del clinker, da realizzarsi nel cementificio di Piacenza in Via Caorsana n. 14

L'autorità competente Regione Emilia-Romagna – Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale avvisa che, ai sensi del Titolo II della L.R. 18 maggio 1999, n. 9, sono stati depositati, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, gli elaborati progettuali per l'effettuazione della procedura di verifica (screening), relativa al progetto di seguito indicato.

  • Denominazione progetto: i mpianto di recupero calore e produzione energia elettrica dai fumi derivanti dalla cottura del clinker;
  • Proponente: ditta Industria Cementi Giovanni Rossi S.p.A.;
  • Localizzato: in provincia di Piacenza;
  • Localizzato: nel comune di Piacenza – Via Caorsana n. 14.

Il progetto appartiene alla categoria B.2. 68) come modifica di un impianto di cui alla categoria B.2. 24) dell'allegato B.2 alla L.R. n. 9/1999 e s.m.i..

Il progetto riguarda la realizzazione di un impianto di recupero calore dai fumi provenienti dal processo di cottura del clinker. Attualmente i gas vengono parzialmente utilizzati per essiccare le materie prime; la parte rimanente subisce un processo di raffreddamento tramite acqua in un’apposita torre per poter essere trattata nel filtro a maniche prima di venire immessa in atmosfera. Ad interventi effettuati i fumi non attraverseranno la torre di condizionamento ma verranno inviati ad uno scambiatore per il recupero del calore. Lo scambiatore sarà composto da due stadi: il primo sarà asservito al riscaldamento dell’olio diatermico destinato a ridurre il consumo di metano mentre il secondo permetterà il recupero di calore tramite un fluido organico in pressione che verrà fatto espandere in una turbina accoppiata ad un generatore di potenza nominale pari a 2400 kW. Tale energia (pari a circa 9.250 MWh all’anno) verrà autoconsumata per il processo produttivo.

Lo studio ambientale preliminare e il relativo progetto preliminare, prescritti per l’effettuazione della procedura di verifica (screening), sono depositati per 45 giorni naturali consecutivi dalla data di pubblicazione del presente avviso nel BURERT.

Tali elaborati sono inoltre disponibili nel Portale web Ambiente della Regione Emilia-Romagna ( https://serviziambiente.regione.emilia-romagna.it/viavas).

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati presso le seguenti sedi:

  • Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione Sostenibilità Ambientale - Viale della Fiera n. 8, Bologna;
  • Comune di Piacenza – sede di Via Beverora n. 57, Piacenza.

Entro lo stesso termine di 45 giorni chiunque, ai sensi dell’art. 9, comma 4 della L.R. 9/1999 può presentare osservazioni all’Autorità competente Regione Emilia-Romagna al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: vipsa@postacert.regione.emilia-romagna.it.

Le osservazioni devono essere presentate anche alla competente Struttura Autorizzazioni e Concessioni dell’ARPAE al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: “aoopc@cert.arpa.emr.it”.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it