E-R | BUR

n.170 del 23.11.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Procedure in materia di impatto ambientale L.R. 18 maggio 1999, n. 9 come integrata ai sensi del DLgs 3 aprile 2006, n. 152 come modificato dal Dlgs 16 gennaio 2008 n. 4 endoprocedimento di autorizzazione unica per costruzione ed esercizio degli elettrodotti facenti parte dalla rete nazionale di trasporto dell’energia elettrica Decreto Legge 29 agosto 2003, n. 239 convertito con modificazioni e successive modifiche - Procedure di variazione agli strumenti urbanistici L.R. 18 maggio 1999, n. 9 come modificata dalla L.R. 16 novembre 2000 n. 35 - Procedura espropriativa L.R. 19 dicembre 2002, n. 37, e successive modifiche e integrazioni – Decreto Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n. 327 s.m.i. - Riassetto rete elettrica nazionale nell’area tra Colunga e Ferrara elettrodotti a 132 kV: Colunga-Altedo; Altedo-Ferrara Sud; Ferrara Sud-Centro Energia nei comuni di Castenaso, Budrio, Minerbio, Baricella e Malalbergo in provincia di Bologna e nei comuni di Poggio Renatico e Ferrara in provincia di Ferrara

L’Autorità competente: Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione sostenibilità ambientale avvisa che ai sensi del Titolo III della Legge regionale 18 maggio 1999, n. 9 come modificata dalla Legge regionale 16 novembre 2000, n. 35, del DPR n. 327 dell’8 giugno 2001 s.m.i. e della L.R. 37/02 sono stati depositati, per la libera consultazione da parte dei soggetti interessati, il SIA ed il progetto definitivo prescritti per l’effettuazione della procedura di VIA, relativi a:

  • progetto denominato: riassetto rete elettrica nazionale nell’area tra Colunga e Ferrara Elettrodotti a 132 kV: Colunga-Altedo; Altedo-Ferrara Sud; Ferrara Sud-Centro Energia
  • localizzazione: comuni di Baricella, Budrio, Castenaso, Malalbergo e Minerbio in provincia di Bologna e comuni di Ferrara e Poggio Renatico in provincia di Ferrara
  • Proponente: TERNA Area Operativa Trasmissione di Firenze Lungarno Cristoforo Colombo 54 Firenze

- Il progetto rientra ai sensi del combinato disposto dell’art. 6, comma 6, lettera a) del DLgs 152/06 s.m.i. e dell’ “Allegato III – progetti di competenza delle Regioni” lettera z) tra le opere da assoggettare a valutazione di impatto ambientale.

- La Regione Emilia-Romagna è l’autorità competente per la procedura di VIA secondo il contenuto dell’art. 5, punto 1 comma b) della L.R. 9/99 smi;

la richiesta di procedura di valutazione impatto ambientale viene effettuata ai sensi della L.R. 9/99 smi come integrata ai sensi del DLgs 152/06 s.m.i.

- La documentazione di cui trattasi è stata depositata anche alla Provincia di Bologna e alla Provincia di Ferrara nonché ai citati Comuni interessati;

- Secondo il disposto dell’art. 24 commi 1 e 2 del Decreto legislativo 152/06 smi e della Legge regionale 9/99 s.m.i. art. 14 è previsto, quale modalità di partecipazione, una comunicazione a mezzo stampa su quotidiano e pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione.

Il progetto prevede la realizzazione di circa 18,5 km di elettrodotti a 132 kV, di cui 16 km in linea aerea e 2,5 km di elettrodotti in cavi interrati; la demolizione di 63,1 km circa di elettrodotti aerei e il declassamento dalla tensione di 220 kV a 132 kV di 29,3 km circa di elettrodotto aereo esistente; le opere da realizzare, oggetto della procedura di VIA, sono mirate al miglioramento della trasmissione di energia elettrica e all’affidabilità della Rete di Trasmissione Nazionale fra Ferrara e Bologna, con interventi sulla direttrice di trasmissione a 132 kV tra la Stazione elettrica “Colunga” nel comune di Castenaso (BO) e la stazione elettrica “Ferrara Focomorto” nel comune di Ferrara (FE);

La tipologia degli interventi sommariamente descritti non comporta di norma particolare impatto sul territorio salvo che eventualmente per l’aspetto paesaggistico legato alla presenza dei sostegni e dei conduttori elettrici che, nella specie, sono stati oggetto comunque di attente ed approfondite valutazioni al fine di una collocazione, per quanto possibile, meno invasiva

I soggetti interessati possono prendere visione degli elaborati depositati presso:

  •  Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione impatto e Promozione sostenibilità ambientale, Via della Fiera, 8 - 40127 Bologna
  •  Provincia di Bologna - Unità Operativa Valutazione impatto ambientale, Via San Felice n. 25 - 40122 Bologna
  •  Provincia di Ferrara - Ufficio Valutazione complesse, Corso Isonzo n. 105/a - 44121 Ferrara
  •  Comune di Baricella, Via Roma n. 76 - 40052 Baricella
  •  Comune di Budrio, Via Filopanti n. 11 - 40054 Budrio
  •  Comune di Castenaso, Piazza Bassi n. 1 - 40055 Castenaso
  •  Comune di Malalbergo, Piazza Unità d’Italia n. 2 - 40051 Malalbergo
  •  Comune di Minerbio, Via Garibaldi n. 44 - 40061 Minerbio
  •  Comune di Ferrara, Piazza Municipio n. 2 - 44121 Ferrara
  •  Comune di Poggio Renatico, Piazza Castello n. 1- 44028 Poggio Renatico
  •  Terna - Area Operativa Trasmissione di Firenze, Lungarno C. Colombo n. 54 - 50136 Firenze.

Si comunica che ai sensi dell’art. 24, comma 4 del DLgs 152/06 e L.R. 9/99 s.m.i., entro il termine di 60 giorni dalla presente pubblicazione, chiunque abbia interesse può prendere visione del progetto e del relativo studio ambientale e presentare proprie osservazioni a:

  • Regione Emilia-Romagna - Servizio Valutazione Impatto e Promozione sostenibilità ambientale, Viale della Fiera n. 8 - 40127 Bologna.

Avvisa inoltre che ai sensi del D.L. 239/03 come convertito e successivamente modificato, l’esito positivo dell’endoprocedimento di Valutazione di Impatto Ambientale per le opere in argomento, costituirà parte integrante e condizione necessaria per Autorizzazione Unica rilasciata dal Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministero dell’Ambiente del Territorio e del Mare comprendente la dichiarazione di pubblica utilità, indifferibilità ed urgenza delle opere, dichiarazione di inamovibilità delle stesse, apposizione del vincolo preordinato all’esproprio dei beni interessati conformemente al DPR 327/01 smi e con effetto di variante urbanistica.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it