E-R | BUR

n. 8 del 19.01.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Prosecuzione di interventi di cui alle delibere di Giunta regionale 1036/09 e 2250/09 in materia di sostegno dei lavoratori colpiti dalla crisi e di altre fasce deboli per l'accesso alle prestazioni sanitarie

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamate:

- la L.R. 23 dicembre 2004, n. 29 “Norme generali sull’organizzazione e il funzionamento del Servizio Sanitario Regionale” e successive modifiche;

- la deliberazione dell’Assemblea legislativa regionale 175/08 di approvazione del “Piano Sociale e Sanitario 2008-2010;

Richiamate, inoltre, la proprie deliberazioni n. 1036 del 20 luglio 2009 ed, in particolare, l’Allegato B “Interventi in materia di sostegno dei lavoratori colpiti dalla crisi e di altre fasce deboli per l’accesso alle prestazioni sanitarie” e n. 2250 del 28 dicembre 2009;

Considerato che gli interventi per l’accesso alle prestazioni sanitarie di cui all’Allegato B della DGR 1036/09, proseguiti poi con l’approvazione della DGR 2250/09, aventi carattere di straordinarietà, hanno scadenza al 31 dicembre 2010;

Tenuto conto che è stato quantificato nella DGR1036/09 l’onere a carico del SSR, relativamente alle azioni previste dall’Allegato B di cui alla DGR soprarichiamata, in complessivi euro 2.000.000,00 di cui:

  • Euro 1.500.000,00, quale somma stimata per il mancato gettito del ticket per le prestazioni specialistiche ambulatoriali, prevista sulla base dell’attuale andamento dell’assistenza specialistica ambulatoriale;
  • Euro 500.000,00, quale tetto di spesa complessivo regionale per la spesa per i farmaci in fascia C, compresi nei Prontuari Aziendali e in distribuzione diretta con modalità definite dalle singole Aziende USL, alle famiglie indigenti in carico/individuate dai Servizi Sociali dei Comuni.

Considerato che, ai fini di valutare l’andamento del provvedimento, sono stati raccolti i dati, con riferimento al periodo 1 agosto 2009-30 giugno 2010, relativi a:

  • numero delle persone che hanno usufruito dell’esenzione dal ticket per le prestazioni specialistiche ambulatoriali;
  • numero delle prestazioni effettuate;
  • importo totale del mancato gettito del ticket;
  • spesa farmaci in fascia C compresi nei Prontuari Aziendali e in distribuzione diretta per le famiglie indigenti.

Rilevato che l’analisi dei dati raccolti ha evidenziato quanto segue:

  • Numero persone che hanno usufruito dell’esenzione dal ticket per le prestazioni specialistiche ambulatoriali: DGR 1036/09 dati 1/8 - 31/12 2009: n. 11.295 - DGR 2250/09 dati 1/1 – 30/6 2010: n. 16.161
  • Numero prestazioni effettuate: DGR 1036/09 dati 1/8 - 31/12 2009: n. 50.157 - DGR 2250/09 dati 1/1 – 30/6 2010: n. 92.161
  • Importo totale del mancato gettito del ticket: DGR 1036/09 dati 1/8 - 31/12 2009: Euro 279.573,77 - DGR 2250/09 dati 1/1 – 30/6 2010: Euro 600.595,15
  • Spesa farmaci in fascia C compresi nei Prontuari Aziendali e in distribuzione diretta per le famiglie indigenti: DGR 1036/09 dati 1/8 - 31/12 2009: Euro 11.995,07 - DGR 2250/09 dati 1/1 – 30/6 2010: Euro 13.837,47

tenuto conto che, da quanto sopra esposto, risulta che complessivamente, nel periodo 1 agosto 2009–30 giugno 2010, il numero totale delle persone che ha usufruito dell’esenzione dal ticket per le prestazioni specialistiche ambulatoriali è pari a 27.456, per un importo totale del mancato gettito del ticket di Euro 880.168,92 e una spesa per i farmaci in fascia C di Euro 25.832,54; 

considerato che la Regione Emilia–Romagna ha ribadito priorità e impegni per contrastare gli effetti recenti della politica nazionale nell’ambito del bilancio di previsione 2011 e che, pertanto, perdurano le condizioni di crisi che hanno ancora un forte impatto sulla popolazione;

dato atto del parere allegato;

su proposta dell’Assessore alle Politiche per la Salute Carlo Lusenti;

 a voti unanimi e palesi

delibera:

per le motivazioni espresse in premessa, che qui si intendono integralmente riportate:

1) di approvare la prosecuzione degli interventi di cui alle DGR 1036/09 e 2250/09, in materia di sostegno dei lavoratori colpiti dalla crisi di altre fasce deboli per l’accesso alle prestazioni sanitarie;

2) di stabilire che l’esecutività delle disposizioni regionali sopraindicate, aventi carattere di straordinarietà, continuano a restare in vigore oltre il 31 dicembre 2010 ed hanno scadenza al 31 dicembre 2011, al fine di sostenere le famiglie e le fasce più deboli e, quindi, più esposte agli effetti della crisi nella fruizione delle prestazioni sanitarie;

3) di confermare in ogni sua restante parte quanto previsto nell’Allegato B della DGR 1036/09;

4) di dare atto che l’onere relativo agli interventi di cui trattasi, già quantificati in complessivi euro 2.000.000,00, è a carico del SSR e trova copertura finanziaria a carico del Capitolo 51708, in relazione alle disponibilità previste nel Bilancio per l’esercizio finanziario 2011 e nel Bilancio pluriennale 2011-2013;

5) che il presente atto sarà pubblicato nel BURERT.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it