E-R | BUR

n.64 del 10.03.2016 (Parte seconda)

XHTML preview

Avviso per la presentazione di progetti relativi ad attività di spettacolo dal vivo per il triennio 2016-2018 ai sensi della L.R. 13/99 "Norme in materia di spettacolo" e ss.mm. e di residenze artistiche per gli anni 2016-2017 previste dall'art.45 del Decreto del Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo del 1 luglio 2014

 LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamati:

  • la L.R. n. 13/1999 "Norme in materia di spettacolo" e ss.mm.;
  • il Programma regionale in materia di spettacolo (L.R. 13/99) - Finalità, obiettivi, azioni prioritarie e indirizzi di attuazione per il triennio 2016-2018, approvato con deliberazione dell’Assemblea legislativa n. 59 del 2 febbraio 2016;

- la L.R. n. 22/2015 “Disposizioni collegate alla legge regionale di stabilità 2016”;

- la L.R. n. 23/2015 "Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2016-2018 (legge di stabilità regionale 2016);

- la L.R. n. 24/2015 "Bilancio di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018";

- la propria deliberazione n. 2259/2015 “Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del Bilancio finanziario gestionale di previsione della Regione Emilia-Romagna 2016-2018” che dispone a favore dell'attuazione della L.R. n. 13/1999 risorse complessive per un importo pari a € 11.595.000,00;

  • la propria deliberazione n. 193 del 15.02.2016 con cui è stato approvato lo schema di convenzione con la Fondazione Teatro Comunale di Bologna secondo quanto previsto al paragrafo n. 4.3.2 del Programma regionale in materia di spettacolo citato ed assegnata e concessa la somma di euro 3.000.000,00 quale concorso regionale ai costi dell'attività previste nella convenzione medesima;

Considerato che il Programma regionale per lo spettacolo, nell'ambito della lett. A) “Gli interventi regionali mediante concorso alle spese correnti di soggetti pubblici e privati” al punto 7. “Le procedure di attuazione”, prevede che la Giunta regionale approvi l’Avviso per la presentazione dei progetti triennali 2016-2018 e del programma annuale per il 2016 da parte dei soggetti pubblici e privati che intendono richiedere un contributo alle spese correnti per attività di spettacolo, definendo le misure e i criteri di concessione del contributo stesso, nonché i casi di decadenza, revoca e riduzione;

Visti:

  • il Decreto del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo del 1 luglio 2014, ed in particolare l’art. 45 “Residenze” che prevede la stipula di specifici Accordi di Programma con le Regioni per progetti relativi all’insediamento, alla promozione e allo sviluppo del sistema delle residenze artistiche, quali esperienze di rinnovamento di processi creativi, della mobilità, del confronto artistico nazionale e internazionale, di incremento dell’accesso e di qualificazione della domanda;
  • l’Intesa tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sancita in data 18 dicembre 2014 dalla Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, che prevede per il triennio 2015-2017 la sottoscrizione di un solo Accordo di Programma interregionale, ne definisce le finalità ed obiettivi, oltre alle modalità attuative per la sua sottoscrizione e stabilisce che le Regioni sottopongano al Ministero un progetto triennale sulle Residenze da cofinanziare con fondi regionali e statali; inoltre l’Intesa prevede che le attività definite nell’Accordo di Programma siano cofinanziate su base annuale nella misura della copertura del disavanzo per una quota pari al 40% a carico dello Stato e al 60% a carico delle Regioni. Le Regioni assegnano i contributi alle Residenze secondo la loro normativa di settore;
  • l’Accordo di Programma valido per il triennio 2015-2017 sottoscritto tra MiBACT, Regione Emilia-Romagna ed altre Regioni e Province Autonome, repertoriato al n. RPI/2015/166, per l’attuazione del Progetto interregionale triennale sulle Residenze ad esso allegato;
  • la lettera dell’Assessore alla Cultura, Politiche per la legalità e Politiche giovanili del 21/12/2015 prot. n.882005 con cui è stata confermata l’adesione della Regione Emilia-Romagna al Progetto interregionale anche per l’annualità 2016 e la lettera del dirigente del Servizio Cultura, Sport e Giovani del 1/02/2016 prot. n.52726 con cui è stato inviato al MiBACT lo Schema di Programma di attività per l’anno 2016 in ottemperanza di quanto previsto all'articolo 3, comma 2 dell’Accordo di programma citato;

Ritenuto pertanto opportuno, per l’attuazione del Progetto Interregionale citato, individuare i soggetti titolari di residenza, le attività di residenza con esso coerenti e il concorso regionale ai costi relativi da proporre al cofinanziamento statale contestualmente all’attuazione del Programma regionale dello spettacolo ai sensi della L.R. n. 13/99 “Norme in materia di spettacolo” e ss.mm. per l'anno 2016 e 2017, in coerenza con l’arco temporale di validità dell’Accordo di Programma Regioni-MiBACT citato, in quanto le attività di residenza artistica rientrano tra gli obiettivi (punto 1.1.1, lettera d)) e le azioni prioritarie (punto 2.1, lettera c)) del Programma medesimo;

Visto l'”Avviso per la presentazione di progetti relativi ad attività di spettacolo dal vivo per gli anni 2016-2018 ai sensi della L.R. 13/99 "Norme in materia di spettacolo” e ss.mm. e di Residenze artistiche per gli anni 2016-2017 previste dall’art. 45 del Decreto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo del 1 luglio 2014", predisposto dal Servizio competente e riportato nell'allegato A) che costituisce parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

Visti inoltre:

  • il Regolamento (UE) n. 651/2014 della Commissione del 17 giugno 2014, che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato interno in applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato;
  • le Linee guida delle Regioni e delle Province Autonome per l'attuazione del Regolamento (UE) n. 651/2014 approvate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome in data 19 febbraio 2015;
  • le Linee guida delle Regioni e delle Province Autonome per l'applicazione delle disposizioni in materia di aiuti di Stato alla cultura e alla conservazione del patrimonio del Regolamento (UE) n. 651/2014 del 17 giugno 2014, approvate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome in data 25 marzo 2015;

Considerato che, anche alla luce del costante monitoraggio delle attività di spettacolo effettuato dalla Regione grazie al proprio Osservatorio, i contributi di cui al presente bando:

- non attirano domanda o capitali nella regione interessata e non ostacolano lo stabilimento di imprese di altri Stati membri;

- i beni/servizi che beneficiano del sostegno pubblico sono destinati al mercato locale o sono caratterizzati da una zona di attrazione limitata dal punto di vista geografico o possiedono un’incidenza sui mercati e sui consumatori degli Stati membri certamente marginale;

e pertanto, non incidendo sugli scambi tra paesi membri, non si configurano come aiuti di Stato;

Visti altresì:

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 "Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni" e s.m.i.;

- la propria deliberazione n. 66/2016 concernente “Approvazione del Piano Triennale di prevenzione della corruzione e del Programma per la Trasparenza e l’Integrità. Aggiornamenti 2016-2018”;

Dato atto che secondo quanto previsto dal citato D.Lgs. n. 33/2013, nonché sulla base degli indirizzi interpretativi ed adempimenti contenuti nelle sopra citata deliberazione n. 66/2016, il presente provvedimento è soggetto agli obblighi di pubblicazione ivi contemplati;

Richiamate:

  • La L.R. n. 43/2001 e ss.mm.;
  • le proprie deliberazioni n. 1057/2006, n. 1663/2006, n. 2416/2008 e ss. mm., n. 1377/2010 così come rettificata dalla deliberazione n. 1950/2010, n. 1642/2011, n. 866/2015 e n. 2148/2015;

Dato atto del parere allegato

Su proposta dell'Assessore competente;

A voti unanimi e palesi

delibera:

1) di approvare, stante quanto indicato nelle premesse e che qui si intende integralmente riportato, l'”Avviso per la presentazione di progetti relativi ad attività di spettacolo dal vivo per gli anni 2016-2018 ai sensi della L.R. 13/99 "Norme in materia di spettacolo” e ss.mm. e di Residenze artistiche per gli anni 2016-2017 previste dall’art. 45 del Decreto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo del 1 luglio 2014", riportato nell'allegato A) che costituisce parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

2) di stabilire che il Nucleo di valutazione di cui al paragrafo 5.1 dell'Avviso di cui all'Allegato A) sarà nominato con successivo atto del Dirigente regionale competente, che col medesimo provvedimento stabilirà le regole e le modalità del suo funzionamento;

3) di autorizzare il Dirigente regionale competente ad apportare eventuali modifiche o integrazioni che si rendessero necessarie od opportune nella modulistica allegata all’Avviso di cui al punto precedente;

4) di provvedere agli obblighi di pubblicazione previsti dal sopracitato D.Lgs. n. 33/2013 e dalla propria deliberazione n. 66/2016;

5) di pubblicare l'Avviso di cui al precedente punto 1) sul Bollettino Ufficiale Telematico e sul Portale E-R della Regione: http://cultura.regione.emilia-romagna.it/entra-in-regione sezione Patrocini e Contributi – Modulistica e nel sito URP regionale http://www.regione.emilia-romagna.it/urp/ sezione Bandi e Modulistica.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it