E-R | BUR

n.344 del 27.12.2017 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Attribuzione risorse a UNIONCAMERE Emilia-Romagna per la realizzazione dell'Osservatorio dell'artigianato in attuazione della D.G.R. n. 1690/2017

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Visti:

- la L.R. 15 novembre 2001, n. 40 "Ordinamento contabile della Regione Emilia-Romagna, abrogazione delle L.R. 6 luglio 1977, n. 31 e 27 marzo 1972, n. 4" per quanto applicabile;

- la L.R. 26/11/2001, n. 43 e succ. mod.;

- la D.G.R. n. 2416 del 29.12.2008 recante "INDIRIZZI IN ORDINE ALLE RELAZIONI ORGANIZZATIVE E FUNZIONALI TRA LE STRUTTURE E SULL’ESERCIZIO DELLE FUNZIONI DIRIGENZIALI. ADEMPIMENTI CONSEGUENTI ALLA 999/2008. ADEGUAMENTO E AGGIORNAMENTO DELLA DELIBERA N. 450/2007.” e ss.mm., per quanto applicabile;

- la L.R. n. 1/2010 e s.m. recante “Norme per la tutela, la promozione, lo sviluppo e la valorizzazione dell’artigianato” ed in particolare l’Art.9;

- la D.G.R. n.1569 del 16/10/2017 avente ad oggetto “CONVENZIONE QUADRO TRA REGIONE ED UNIONE REGIONALE DELLE CAMERE DI COMMERCIO DELL'EMILIA-ROMAGNA SU ESERCIZIO FUNZIONI DELEGATE INERENTI L'ALBO DELLE IMPRESE ARTIGIANE DELLE CAMERE DI COMMERCIO, INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA - ANNI 2018 E 2019; 

- la D.G.R. n.1690 del 30/10/2017 recante “Approvazione schema di convenzione quadro con l’Unione regionale delle camere di Commercio dell’Emilia-Romagna per la realizzazione dell’Osservatorio dell’Artigianato come previsto dall’Art.9 N. 1/2010, ai sensi dell’Art. della L. 241/1990;

Preso atto che nella delibera n.1690 del 30/10/2017 si stabilisce di:

- attivare, sulla base di uno specifico rapporto convenzionale, una collaborazione istituzionale ai sensi dell’art. 15 della citata Legge 241/1990 e ss.mm. con Unione Regionale delle Camere di Commercio dell'Emilia-Romagna per la realizzazione dell’Osservatorio regionale per l’Artigianato, poiché si basa su forti sinergie tra le attività di studi e ricerca economica svolti da Unioncamere Emilia-Romagna anche in tema di valorizzazione dell’artigianato e il monitoraggio degli andamenti del settore nei finanziamenti europei gestiti dalla Regione Emilia-Romagna;

- approvare lo schema di convenzione per la realizzazione dell’Osservatorio regionale per l’artigianato che contiene le modalità di funzionamento dell’Osservatorio, il suo contenuto e gli aspetti finanziari;

- riconoscere la somma complessiva di Euro 25.000,00 a favore di Unione Regionale delle Camere di Commercio dell'Emilia-Romagna, quale copertura parziale delle spese relative alle attività da svolgere;

- provvedere con successivo atto alla formalizzazione dell’impegno di spesa relativo all’onere finanziario a carico della Regione;

Considerato quindi che:

- il costo complessivo per il funzionamento dell’Osservatorio regionale dell’Artigianato per l’anno 2017 è di 25.000,00 euro per la produzione delle analisi congiunturali annuali e trimestrali e 10.000,00 euro per la produzione di un primo approfondimento qualitativo da effettuare nel 2018, per un totale 35.000,00 euro; 

- Unioncamere Emilia-Romagna metterà a disposizione proprie risorse, quantificate in € 10.000,00 consistenti in risorse umane, tecnologia, servizi di logistica (spese di funzionamento); 

- l’onere complessivo a carico del bilancio della Regione è pari a 25.000,00 euro e che tale somma è allocata nel pertinente capitolo di spesa n. U22261 “Spese per prestazioni professionali e specialistiche per le attività di Osservatorio regionale dell’artigianato attuate anche in convenzione con Enti Istituzioni e associazioni competenti in materia di artigianato (Art.9, L.R.9 Febbraio2010 n.1)”, come segue: 

• 20.000,00 euro a valere sul bilancio finanziario gestionale 2017-2019, anno di previsione 2017;

• 5.000,00 euro a valere sul bilancio finanziario 2017-2019, anno di previsione 2018; 

- che per quanto attiene all’informazione antimafia rilasciata ai sensi del D.Lgs n. 159/2011 avente ad oggetto “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13/08/2010 n. 136” e ss.mm.ii., ed in particolare l’art. 83, comma 3, lettera e) il quale stabilisce che la documentazione antimafia è richiesta per i provvedimenti, gli atti, i contratti e le erogazioni il cui valore complessivo superi i 150.000,00;

- che è stato acquisito e trattenuto agli atti dello scrivente servizio il DURC avente regolare validità;

Ritenuto pertanto di:

- impegnare le risorse per l’Osservatorio dell’Artigianato così come previsto nell’articolato della Convenzione approvata con delibera di giunta regionale n. 1690/2017, così suddivise: 

- € 20.000,00 a valere sul bilancio finanziario gestionale 2017-2019 anno di previsione 2017;

- € 5.000,00 a valere sul bilancio finanziario 2017-2019 anno di previsione 2018; 

Vista la determinazione dirigenziale n. 19527 del 29/11/2017 ad oggetto “Variazione di bilancio ai sensi dell’art. 51, c. 4, Dlgs. 118/2011 – Variazione compensativa tra capitoli di spesa del medesimo macroaggregato”;

Ritenuto di poter procedere pertanto ad attribuire le risorse a favore di Unione Regionale delle Camere di Commercio dell'Emilia-Romagna, per la realizzazione dell’Osservatorio Regionale dell’Artigianato, per un importo complessivo di euro 25.000,00 come stabilito dalla deliberazione di giunta regionale n. 1690/2017;

Ritenuto, in relazione a quanto stabilito all’Art.5 della Convenzione approvata con D.G.R. n.1690/2017, alle modalità gestionali delle procedure medesime, trattandosi di compartecipazione a spese di gesti

one e funzionamanto dell’Osservatorio, che ricorrono gli elementi di cui al D.lgs. 118/2011 e che pertanto gli impegni di spesa possano essere assunti con il presente atto;

Preso atto che la procedura dei conseguenti pagamenti che saranno disposti in attuazione del presente atto è relativamente all'anno 2017 compatibile con le prescrizioni previste dall'art.56, comma 6, del citato D.Lgs. n.118/2011 e ss.mm, e che analoga attestazione dovrà essere resa nei successivi provvedimenti nelle quali si articolerà la procedura di spesa per l’anno 2018;

Visti:

- la legge 13 agosto 2010, n. 136 avente ad oggetto “Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia” e successive modifiche;

- la determinazione dell’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture del 7 luglio 2011, n. 4 recante “Linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari ai sensi dell’art.3 della legge 13 agosto 2010, n. 136” e successive modifiche;

- il D.lgs. 14 marzo 2013, n. 33 avente ad oggetto "Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni" e successive modifiche;

- il D.Lgs 23 giugno 2011, n.118 Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42 e ss.mm.ii;

- la D.G.R. 468 del 10/4/2017 avente ad oggetto “Il sistema dei controlli interni nella Regione Emilia-Romagna”;

- la D.G.R. 486 del 10/4/2017 ad oggetto “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal D.Lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2017-2019”;

- la D.G.R. n. 477/2017;

Richiamati:

- la D.G.R. n. 2189 del 21/12/2015 avente ad oggetto “Linee di indirizzo per la riorganizzazione della macchina amministrativa regionale”;

- la D.G.R. n. 56 del 25/1/2016 avente ad oggetto “Affidamento degli incarichi di Direttore generale della Giunta regionale, ai sensi dell’art.43 della L.R.43/2001”;

- la D.G.R. n. 270 del 29 febbraio 2016 “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con deliberazione 2189/2015”;

- la D.G.R. n. 622 del 28/4/2016 avente ad oggetto “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera n.2189/2015”;

- la determinazione del Direttore generale n. 7288 del 29/04/2016 avente ad oggetto “Assetto organizzativo della Direzione generale “Economia della conoscenza, del lavoro e dell’impresa” in attuazione della D.G.R. n.622/2016. Conferimento di incarichi dirigenziali in scadenza al 30/4/2016”;

- la D.G.R. n. 702 del 16/5/2016, avente ad oggetto “Approvazione incarichi dirigenziali conferiti nell’ambito delle Direzioni generali – Agenzie – Istituto e nomina dei Responsabili della prevenzione della corruzione, della trasparenza e dell’accesso civico, della sicurezza del trattamento dei dati personali e dell’anagrafe per la stazione appaltante”;

- la D.G.R. n. 1107 dell'11/7/2016, avente ad oggetto “Integrazione delle declaratorie delle strutture organizzative della Giunta regionale a seguito dell'implementazione della seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera n. 2189/2015”;

- la D.G.R. n. 1681 del 17/10/2016, avente ad oggetto “Indirizzi per la prosecuzione della riorganizzazione della macchina amministrativa regionale avviata con delibera n. 2189/2015”;

- la D.G.R. n. 89 del 30/1/2017 avente ad oggetto “APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE 2017-2019”;

Viste:

- la L.R. 23 dicembre 2016, n. 25, recante “DISPOSIZIONI COLLEGATE ALLA LEGGE REGIONALE DI STABILITA' PER IL 2017”;

- la L.R. 23 dicembre 2016, n. 26, recante “DISPOSIZIONI PER LA FORMAZIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2017-2019 (LEGGE DI STABILITA' REGIONALE 2017)”;

- la L.R. 23 dicembre 2016, n. 27, recante "BILANCIO DI PREVISIONE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 2017-2019” e successive modifiche;

- la D.G.R n. 2338 del 21/12/2016, avente ad oggetto “Approvazione del documento tecnico di accompagnamento e del bilancio finanziario gestionale di previsione della REGIONE EMILIA-ROMAGNA 2017-2019” e successive modifiche;

- LEGGE REGIONALE 1 AGOSTO 2017, N.18 “DISPOSIZIONI COLLEGATE ALLA LEGGE DI ASSESTAMENTO E PRIMA VARIAZIONE GENERALE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 2017-2019”

- LEGGE REGIONALE 1 AGOSTO 2017, N.19 “ASSESTAMENTO E PRIMA VARIAZIONE GENERALE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA 2017-2019”

Dato atto dei pareri allegati;

determina:

per le motivazioni e con le precisazioni in premessa enunciate e che si intendono integralmente riprodotte, di:

1. attribuire le risorse, sulla base della Convenzione approvata con delibera di giunta regionale n.1690/2017, a favore di Unione Regionale delle Camere di Commercio dell'Emilia-Romagna, per la realizzazione dell’Osservatorio Regionale dell’Artigianato, un importo complessivo di euro 25.000,00; 

2. impegnare la somma complessiva di Euro 25.000,00 come segue: 

- euro 20.000,00 registrata al n. impegno 6107 sul capitolo n. U22261 “Spese per prestazioni professionali e specialistiche per le attività di Osservatorio regionale dell’artigianato attuate anche in convenzione con Enti Istituzioni e associazioni competenti in materia di artigianato (Art.9, L.R.9 Febbraio2010 n.1)” del bilancio finanziario gestionale 2017 - 2019 anno di previsione 2017, che presenta la necessaria disponibilità approvato con D.G.R. n. 2338/2016 e successive modifiche; 

- Euro 5.000,00 registrata al n. impegno 917 sul capitolo n. U22261 “Spese per prestazioni professionali e specialistiche per le attività di Osservatorio regionale dell’artigianato attuate anche in convenzione con Enti Istituzioni e associazioni competenti in materia di artigianato (art.9, L.R.9 febbraio2010 n.1)”) del bilancio finanziario gestionale 2017 – 2019 anno di previsione 2018, che presenta la necessaria disponibilità approvato con D.G.R. n. 2338/2016 e successive modifiche; 

3. dare atto che, in attuazione del D.Lgs. n. 118/2011 e ss.mm.ii., la stringa concernente la codificazione della Transazione elementare, di cui agli artt. 5 e 6 del D. Lgs. 118/2011 e ss.mm.ii ed all'allegato 7 al medesimo D. Lgs., risulta essere la seguente: 

Cap. spesa 222261 - Missione 14 - Programma 01 - Codice economico U.1.03.02.02.999 - COFOG 04.4 - Tran, UE 8 - SIOPE 1030202999 - I: spesa 3 - Gestione ordinaria 3

4. dare atto che alla liquidazione degli importi e alla richiesta di emissione del relativo titolo di pagamento ai sensi del D.Lgs. n. 118/2011 e della Delibera di Giunta n. 2416/2008 e ss. mm., per quanto applicabile, provvederà con propri atti formali il dirigente competente, con le modalità previste dalla Convenzione approvata con D.g.r. 1690/2017;

5. dare atto che, per quanto previsto in materia di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni, si provvederà ai sensi delle disposizioni normative ed amministrative richiamate in parte narrativa; 

6. disporre infine la pubblicazione in forma integrale della presente determinazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna e sul seguente sito internet: http://imprese.regione.emilia-romagna.it/.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it