E-R | BUR

n.8 del 13.01.2015 (Parte Seconda)

XHTML preview

Modifica dell’ordinanza 72 del 4 novembre 2014 “Proroga dell’accordo tra la Regione Emilia-Romagna e la Regione Piemonte per la realizzazione e gestione delle procedure informatiche relative alle ordinanze n. 29/2012, n. 51/2012, n. 86/2012, 66/2013, 119/2013 e rispettive modifiche ed integrazioni”

IL PRESIDENTE

IN QUALITÀ DI COMMISSARIO DELEGATO

ai sensi dell’art. 1 comma 2 del D.L.n.74/2012

convertito con modificazioni dalla Legge n.122/2012

Visti:

- il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21 maggio 2012 recante la dichiarazione dell’eccezionale rischio di compromissione degli interessi primari a causa degli eventi sismici che hanno colpito il territorio delle Regioni Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto, ai sensi dell’art. 3 comma 1 del Decreto legge 4 novembre 2002, n. 245 convertito con modificazioni dall’art. 1 della legge 27 dicembre 2002, n. 286;

- i Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 e 30 maggio con i quali è stato dichiarato lo stato di emergenza in ordine agli eventi sismici che hanno colpito il territorio delle Province di Bologna, Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Mantova, Rovigo, i giorni del 20 e 29 maggio 2012 ed è stata disposta la delega al capo del Dipartimento della Protezione Civile ad emanare ordinanze in deroga ad ogni disposizione vigente e nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento giuridico;

- il Decreto Legge 6 giugno 2012 n. 74, “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici che hanno interessato il territorio delle province di Bologna, Modena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia e Rovigo, il 20 e il 29 maggio 2012” in G.U. n. 131 del 7 giugno 2012 convertito in legge con modificazioni nella Legge 1 agosto 2012,
n. 122;

- il Decreto Legge 12 settembre 2014 n. 133 “Misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del Paese, la semplificazione burocratica, l'emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle cattività produttive”, come convertito dalla L. 11 novembre 2014, n. 164, con il quale lo stato di emergenza viene prorogato al 31 dicembre 2015;

Preso atto che il giorno 29 dicembre 2014 si è insediato il nuovo Presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini che ricopre da tale data anche le funzioni di Commissario delegato per la realizzazione degli interventi per la ricostruzione, l’assistenza alla popolazione e la ripresa economica dei territori colpiti dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012 secondo il disposto dell’art. 1 del decreto-legge 6 giugno 2012, n. 74, convertito con modificazioni, dalla legge 1 agosto 2012, n. 122;

Richiamato che:

- a seguito degli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012 il commissario delegato ha ritenuto opportuno avvalersi dell’attività avviata con la Regione Piemonte per il trasferimento e riuso della piattaforma “MUDE emergenza terremoto” sul centro servizi RER;

- che a tal fine la Regione Emilia-Romagna con lettera prot. CR.2013.0005020 del 7 marzo 2013 ha trasmesso lo schema di convenzione e la bozza di ordinanza alla Regione Piemonte per concordarne i contenuti e le attività tecniche;

- che la Regione Piemonte con lettera prot. PG 2013.0072077 del 19 marzo 2013 ha condiviso i contenuti riguardanti le attività tecniche;

- in ragione delle richieste e delle intese sopra accennate, nonché nel contesto del già citato protocollo di intesa del 2011, Regione Piemonte e le strutture della Regione Emilia-Romagna che operano a supporto del commissario delegato hanno definito e concordato un intervento di collaborazione dettagliato in un piano di progetto che si è sviluppato a partire sin da settembre 2012;

Richiamata la convenzione approvata con ordinanza n. 74 del 1 luglio 2013 “Approvazione accordo tra la Regione Emilia-Romagna e la Regione Piemonte per la realizzazione e gestione delle procedure informatiche relative alle ordinanze n. 29/2012, n.32/2012, n. 51/2012, n. 86/2012 e rispettive modifiche ed integrazioni”.

Vista l’ordinanza 72 del 4 novembre 2014 con oggetto “Proroga dell’accordo tra la Regione Emilia-Romagna e la Regione Piemonte per la realizzazione e gestione delle procedure informatiche relative alle ordinanze n. 29/2012, n. 51/2012, n. 86/2012, 66/2013, 119/2013 e rispettive modifiche ed integrazioni” con la quale viene prorogata la convenzione in virtù della necessità di proseguire negli anni 2014 e 2015 con lo sviluppo delle attività a supporto dei Comuni del cratere già previste e in corso di svolgimento e di implementare le attività oggetto della convenzione come esplicitato nell’offerta economica della Regione Piemonte acquisita al prot. PG/2014/0328569 del 18/9/2014.

Rilevato che in vari punti della menzionata ordinanza 72 del 4 novembre 2014 sono indicati gli oneri derivanti dall'attuazione della proroga della convenzione e che agli stessi è stata erroneamente aggiunta anche l'Iva;

Rilevato che la Regione Piemonte ha richiesto la possibilità di posticipare la consegna del Modello “Dichiarazione affitti” così come indicato nel punto 4 (comunicazione del 15/12/2014 prot. PG.2014.0497561).

Tutto ciò premesso e considerato

DISPONE

1. di rettificare l’ordinanza 72 del 4 novembre 2014, per le motivazioni indicate in premessa che qui si intendono integralmente richiamate provvedendo a:

a) sostituire l’ultimo capoverso delle premesse con il seguente: Considerato che gli oneri connessi all’effettuazione delle attività previste dal proseguo delle attività di convenzione sopra descritte a carico del Commissario sono quantificati rispettivamente in euro 50.000,00 per le attività di cui al precedente punto 1, in euro 44.000,00 per le attività di cui al precedente punto 2, e in 17.410,00 per le attività di cui al precedente punto 3 per un totale di euro 111.410,00 che trova copertura nell’ambito delle risorse del Fondo per la ricostruzione delle aree colpite dal sisma di cui all’art. 2 del decreto legge n. 74 del 6 giugno 2012, come convertito con modificazioni dalla legge 122 del 1 agosto 2012.”;

b) sostituire al punto 4 le parole “111.410,90 Iva esclusa (135.921,30 Iva inclusa)” con le parole “euro 111.410,00”;

c) eliminare al punto 4 le parole “Iva esclusa” ogni qual volta ricorrano;

d) modificare il termine del 31/12/2014 di cui al punto 4, secondo capoverso, per quanto attiene la “realizzazione del Modello “Dichiarazione Affitti””, prevedendo la liquidazione dell'importo di € 17.410,00 in aggiunta alla prima tranche dei canoni di servizio annuale 2015 prevista per il 30/6/2015 previa consegna del sopra citato modello;

e) sostituire il punto 5 del dispositivo con il seguente “di dare atto che il complessivo importo di € 111.410,00 trova copertura finanziaria sullo stanziamento previsto dall'art. 2 del D.L. 74/2012 convertito con modificazioni dalla L.122/2012”;

f) confermare in ogni altra sua parte la sopracitata ordinanza 72 del 4 novembre 2014.

La presente ordinanza è pubblicata nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna (BURERT).

Bologna, 13 gennaio 2015

Il Commissario Delegato

Stefano Bonaccini

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it