E-R | BUR

n.387 del 27.11.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

POR FESR 2014-2020 - Asse 1 Attività 1.4.1. "Bando per il sostegno alla creazione e al consolidamento di start up innovative - Anno 2019" approvato con D.G.R. 854/2019 - Posticipo termini fine istruttoria/valutazione progetti presentati

IL DIRIGENTE FIRMATARIO

Visti:

- il Regolamento n. 1303/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 dicembre 2013, recante disposizioni comuni sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo, sul Fondo di coesione, sul Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale e sul Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca compresi nel quadro strategico comune e disposizioni generali sul Fondo europeo di sviluppo regionale, sul Fondo sociale europeo e sul Fondo di coesione, relativo al periodo della nuova programmazione 2014-2020 che abroga il regolamento (CE) n. 1083/2006, ed in particolare l’art.47, comma 1, in cui si stabilisce che per ciascun Programma Operativo, lo Stato membro istituisce un Comitato di Sorveglianza, entro tre mesi dalla data di notifica della decisione di approvazione del Programma Operativo medesimo;

- il Regolamento delegato (UE) n. 240/2014 della Commissione del 7 gennaio 2014 recante un codice europeo di condotta sul partenariato nell’ambito dei fondi strutturali e d'investimento europei, e in particolare l’art.10 “Norme che disciplinano la composizione del comitato di sorveglianza”;

- il Programma Operativo Regionale FESR Emilia-Romagna 2014/2020, approvato con Decisione di Esecuzione della Commissione Europea C(2015) 928 del 12 febbraio 2015;

- la propria deliberazione n.179 del 27/2/2015 recante “Presa d'atto del Programma Operativo FESR Emilia-Romagna 2014-2020 e nomina dell’autorità di gestione”;

- la deliberazione di Giunta Regionale n. 854 del 31/5/2019, avente ad oggetto “POR FESR 2014-2020. APPROVAZIONE “BANDO PER IL SOSTEGNO ALLA CREAZIONE E AL CONSOLIDAMENTO DELLE START UP INNOVATIVE – ANNO 2019” IN ATTUAZIONE DELL'ATTIVITÀ 1.4.1”, (in seguito denominato semplicemente “bando”); 

Considerato: 

- che al punto 2 del dispositivo della sopracitata DGR n.854/2019, si demanda al dirigente competente per materia l’individuazione, sulla base dei risultati della valutazione, dei beneficiari del contributo;

- che, come previsto dall’art.12 dell’ALLEGATO 1 della sopracitata DGR n.854/2019, le domande sono state presentate dal 8 luglio all’11 ottobre 2019 e il numero di domande pervenute nella CALL UNICA risulta pari a n. 74;

- che si è verificata la comcomitanza di presentazione e valutazione delle domande di un bando con caratteristiche simili (Ordinanza n. 6/2019) e non è stato possibile nominare il Nucleo di valutazione;

- che, dato anche il numero delle domande, la valutazione richiede tempi congrui di esame; 

- che all’art.12 dell’ALLEGATO 1 alla sopracitata DGR n.854/2019, viene indicato nel 11/11/2019 il termine istruttorio per i progetti della CALL UNICA prevista; 

Ritenuto pertanto necessario modificare la scadenza dei termini di istruttoria e valutazione delle domande presentate, posticipando tale data dal 11 novembre 2019 al 20 dicembre 2019; 

Viste:

- la L.R. n. 43 del 26 novembre 2001 "Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna" e succ. mod.;

- la DGR n. 2416/2008 recante: “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e ss.mm, per quanto applicabile;

- la DGR n. 468/2017 avente ad oggetto “IL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI NELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA”;

- la DGR n. n. 270/2016 avente ad oggetto “Attuazione prima fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- la DGR n. 622/2016 avente ad oggetto “Attuazione seconda fase della riorganizzazione avviata con delibera 2189/2015”;

- la DGR n. 1107/2016 avente ad oggetto: “INTEGRAZIONE DELLE DECLARATORIE DELLE STRUTTURE ORGANIZZATIVE DELLA GIUNTA REGIONALE A SEGUITO DELL'IMPLEMENTAZIONE DELLA SECONDA FASE DELLA RIORGANIZZAZIONE AVVIATA CON DELIBERA 2189/2015”;

- la DGR n. 1059/2018 ad oggetto: “APPROVAZIONE DEGLI INCARICHI DIRIGENZIALI RINNOVATI E CONFERITI NELL'AMBITO DELLE DIREZIONI GENERALI, AGENZIE E ISTITUTI E NOMINA DEL RESPONSABILE DELLA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELLA TRASPARENZA (RPCT), DEL RESPONSABILE DELL'ANAGRAFE PER LA STAZIONE APPALTANTE (RASA) E DEL RESPONSABILE DELLA PROTEZIONE DEI DATI (DPO)”;

- la determinazione del dirigente n. 19680/2019 avente ad oggetto “Conferimento dell’incarico dirigenziale di responsabile del Servizio “Ricerca, Innovazione, Energia ed Economia sostenibile” presso la Direzione generale Economia della conoscenza, del lavoro e dell’impresa”; 

Richiamati: 

- il D.Lgs. 14 marzo 2013, n.33 recante “Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni” e succ. mod. ed in particolare l’art.26;

- la DGR n. 122 del 28 gennaio 2019 “APPROVAZIONE PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE 2019 -2021” ed in particolare l’allegato D “Direttiva di indirizzi interpretativi per l'applicazione degli obblighi di pubblicazione previsti dal d.lgs. n. 33 del 2013. Attuazione del piano triennale di prevenzione della corruzione 2019-2021;

- la DGR n.1786/2018 “Linee guida per l’applicazione del D.Lgs. n.39 del 2013, dell’art.35 bis del D.Lgs. n.165 del 2001 e gli artt. 6 e 13 del D.P.R. n.62 del 2013 nell’ordinamento regionale;

- la DGR n. 1123/2018 “Attuazione Regolamento (UE) 2016/679: definizione di competenze e responsabilità in materia di protezione dei dati personali, abrogazione appendice 5 della delibera di Giunta regionale n. 2416/2008 e ss.mm.ii.”; 

Richiamate inoltre le circolari del Capo di Gabinetto del Presidente della Giunta regionale PG/2017/0660476 del 13 ottobre 2017 e PG/2017/0779385 del 21 dicembre 2017 relative ad indicazioni procedurali per rendere operativo il sistema dei controlli interni predisposte in attuazione della deliberazione G.R. n. 468/2017”; 

Richiamata altresì la deliberazione di Giunta regionale n.227/2015 “Programmazione Fondi SIE 2014-2020: Approvazione del Piano di rafforzamento amministrativo (PRA)”; 

Attestato che il sottoscritto dirigente, responsabile del procedimento, non si trova in situazione di conflitto, anche potenziale, di interessi;

Attestata la regolarità amministrativa del presente atto

determina: 

1. di posticipare, per le motivazioni indicate in premessa che qui si intendono integralmente riportate, la scadenza del termine di istruttoria e valutazione dei progetti presentati nella CALL UNICA del bando (08 luglio 2019 - 11 ottobre 2019) alla data del 20 dicembre 2019;

2. di pubblicare la presente deliberazione nel Bollettino Ufficiale Telematico della Regione Emilia-Romagna e sul sito http://fesr.regione.emilia-romagna.it/;

3. di provvedere agli obblighi di pubblicazione previsti dall’art. 26 comma 2 del D. Lgs. n. 33/2013 e alle ulteriori pubblicazioni previste dal Piano Triennale di prevenzione della corruzione ai sensi dell’art. 7 bis comma 3 del medesimo D.Lgs.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it