E-R | BUR

n.266 del 21.10.2015 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Esproprio ex art. 22 DPR 327/01, a favore del Demanio Pubblico dello Stato - Ramo Strade, Proprietario - ANAS S.p.A. Concessionario, di aree necessarie per la realizzazione di una rotatoria per la messa in sicurezza dell'intersezione fra la S.S.16 “Adriatica”, la SS67 “Tosco Romagnola” e la S.C. “Via Ravegnana” nel comune di Ravenna

Si rende noto che, con decreto dell'Autorità Espropriante n. 2 del 9/10/2015, di cui si riporta il seguente estratto, è stato disposto quanto segue:

- di espropriare ex art. 22 del DPR 327/01, a favore del Demanio Pubblico dello Stato - Ramo Strade - Proprietario - ANAS S.p.A. - Concessionario, le seguenti aree necessarie per la realizzazione dell’intervento di sistemazione, mediante una rotatoria, dell'intersezione a raso tra la S.S. n. 16 “Adriatica”, la S.S. n. 67 “Tosco-Romagnola” e la S.C. Via Ravegnana:

1) Ditta proprietaria secondo i registri catastali: Gatta Gianguido (prop. 5/24), Gatta Giordano (prop. 5/24), Silvestri Anna Maria (prop. 4/24), Silvestri Francesco (prop.5/36), Silvestri Marina (prop. 5/36), Silvestri Mauro (prop. 5/36)

Area oggetto di esproprio: CF Ravenna - Sezione Ravenna - Foglio 157 - Mappale 246 (ex map.94), di mq. 71

2) Ditta proprietaria secondo i registri catastali: Fortugno Grazia (usufruttuaria al 5/100), Lorusso Domenico Massimiliano, (prop. al 50%) Lorusso Luana Daniela (prop. al 50%), Lorusso Michele (usufruttuario al 5/100)

Area oggetto di esproprio: C.F. Ravenna - Sezione Ravenna - Foglio 157 - Mappale 245 (ex map. 164) di mq. 360

3) Ditta proprietaria secondo i registri catastali: Mengozzi Marisa (prop. al 50%), Mengozzi Valter (prop. al 50%)

Area oggetto di esproprio: C.T Ravenna - Sezione Ravenna - Foglio 157 - Mappale 248 (ex map. 72) di mq. 28

- il passaggio del diritto di proprietà degli immobili sopra elencati in capo al Demanio Pubblico dello Stato - Ramo Strade sotto la condizione sospensiva che il decreto di esproprio sia notificato ai proprietari e successivamente eseguito mediante immissione in possesso;

- che l’esecuzione del decreto abbia luogo con il verbale di immissione in possesso, entro il termine perentorio di 2 anni;

- di notificare il decreto di esproprio nelle forme degli atti processuali civili alle ditte proprietarie, almeno 7 giorni prima della data di immissione in possesso, invitandole a comunicare, entro 30 giorni da questa, se condividono la determinazione urgente dell’indennità;

- di dichiarare che il presente decreto è emanato in regime di efficacia della dichiarazione di pubblica utilità e che il vincolo preordinato all’esproprio è stato apposto con deliberazione di Giunta Provinciale n. 101 del 17/6/2015, nell'ambito della procedura di valutazione di impatto ambientale ai sensi della L.R. n. 9/99;

- di avvertire che contro il presente decreto è possibile presentare ricorso al TAR Emilia-Romagna nel termine di sessanta giorni dalla data di notifica, o di avvenuta conoscenza dello stesso, oppure ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni dalla medesima data.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it