E-R | BUR

n.327 del 16.10.2019 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

RISOLUZIONE - Oggetto n. 7530 - Risoluzione per sollecitare il Governo ad istituire un tavolo nazionale con i rappresentanti di tutte le Regioni ove hanno sede stabilimenti del Gruppo FCA a fine di stabilire una strategia nazionale per l'automotive e di salvaguardare e rilanciare i siti produttivi del gruppo. A firma dei Consiglieri: Calvano, Caliandro, Rontini, Lori, Mumolo, Bagnari, Boschini, Cardinali, Taruffi, Bessi, Campedelli, Torri, Ravaioli, Prodi, Poli, Molinari, Sabattini, Serri

L’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna

Premesso che

recentemente si è svolto un incontro, convocato in Regione dall’Assessore alle attività produttive Palma Costi, presenti gli Amministratori ed i rappresentanti istituzionali dei Comuni di Modena, Cento e della Città Metropolitana di Bologna, territori in cui sono presenti stabilimenti del gruppo FCA, ed i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, in vista degli incontri che si terranno a Torino a fine novembre sulla presentazione del piano industriale; incontro necessario per conoscere le prospettive degli stabilimenti emiliani del gruppo FCA, in particolare Maserati, VM Motori e di Magneti Marelli oggetto di cessione.

Evidenziato che

l’incontro era molto atteso sia dai lavoratori della Maserati (azienda nella quale vi è un’area progettazione in espansione ed un’area produttiva invece in sofferenza, con aumento costante dell’utilizzo degli ammortizzatori sociali), che dai lavoratori della VM Motori di Cento, azienda che è entrata a far parte del gruppo FCA nel 2013 e che attualmente vede 821 lavoratori (su 1200) con contratto di solidarietà, come da quelli della Magneti Marelli per l’assenza di un piano industriale post vendita;

per la VM nel primo semestre del 2019 è previsto il lancio del nuovo motore V6, che verrà inizialmente montato sul pick-up Ram, destinato al mercato americano, ma ciò non pare dare una prospettiva stabile alla produzione a fronte comunque dell’incertezza sul futuro dei motori diesel;

i Sindaci presenti all’incontro hanno condiviso la proposta di istituzione di un tavolo di confronto regionale, dato che il gruppo FCA conta in Regione circa 8700 dipendenti ed un rilevante indotto occupazionale.

Rilevato che

mentre la cessione di Magneti Marelli alla giapponese Calsonic Kansei, fornitore leader a livello globale nell’automotive, avvenuta entro una serie di garanzie richieste ed ottenute, sembra stabilizzare le prospettive lavorative e produttive dei due stabilimenti regionali, l’annuncio del tanto atteso piano industriale 2020-23 per Maserati - che vede la messa sul mercato di 10 nuovi modelli - lascia sperare nell’uscita dall’immobilismo che in questi anni ha portato ad un forte calo delle vendite in tutta Europa;

se, su Maserati, occorre dunque monitorare il passaggio in atto dalla vecchia alla nuova produzione, affinché non porti a lungaggini e tempi morti che sarebbero scontati in primo luogo dai lavoratori, su VM Motori occorre invece richiedere al Gruppo FCA un impegno di medio e lungo periodo, che ad oggi manca, per riconvertire lo stabilimento regionale dalla produzione di motori diesel alle nuove tecnologie meno inquinanti, a partire dai motori elettrici.

Considerato che

in Emilia-Romagna, quello dell’automotive da sempre un settore strategico per l’elevato grado di competenze professionali esistenti e lo sarà sempre più nei prossimi anni, a fronte dei rilevanti cambiamenti tecnologici e di innovazione che interesseranno progettazione e produzione: il futuro della mobilità è legato, infatti, allo sviluppo di motori sempre più ecocompatibili ed alla guida assistita;

la Regione Emilia-Romagna ha già richiesto al Ministro dello Sviluppo economico di convocare un incontro nazionale tra i vertici di FCA, le organizzazioni sindacali e i rappresentanti di tutte le Regioni ove hanno sede stabilimenti del Gruppo FCA.

Tutto ciò premesso e considerato

sollecita

il Parlamento ed il Governo a sostenere i piani industriali diretti allo sviluppo della produzione di autoveicoli elettrici, per una rapida riconversione del comparto dell’automotive, valorizzando le specificità presenti nella nostra regione;

il Governo ad istituire un tavolo nazionale con i rappresentanti di tutte le Regioni ove hanno sede stabilimenti del Gruppo FCA al fine di stabilire una strategia nazionale per l’automotive e di salvaguardare e rilanciare i siti produttivi del gruppo FCA.

Impegna la Giunta

a sostenere con forza programmi diretti alla ricerca e allo sviluppo della produzione nella nostra regione di autoveicoli elettrici e della loro componentistica, con l’obiettivo di favorire la possibilità per il tessuto produttivo regionale di svolgere un ruolo guida nel processo di riconversione della produzione automobilistica e della relativa filiera (batterie, power train, etc.), in piena sintonia con le strategie europee in materia e rendendo compatibili e coerenti economia ed ecologia.

Approvata a maggioranza dei presenti nella seduta pomeridiana dell’1 ottobre 2019

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it