E-R | BUR

n. 75 del 03.06.2010 periodico (Parte Terza)

XHTML preview

Bando di asta pubblica per l'affitto di locali di proprietà del Comune di Pianoro adibiti a ristorante in Via del Sasso n. 1, frazione di Pian di Macina

In esecuzione della delibera del Consiglio comunale n. 2 del 03/02/2010, e alla determinazione del Funzionario coordinatore dell’Area Assetto del Territorio e del Patrimonio n. 138 del 20/05/2010, si stabilisce di procedere alla locazione, in valorizzazione ai sensi dell’art. 58 della Legge 6 agosto 2008, n. 133, dell’immobile sito in frazione Pian di Macina Via del Sasso n. 1 adibito a ristorante (estremi catastali: Foglio 35 particella 45 sub 11). Allo scopo, con la presente procedura, s’intende individuare un soggetto - avente i requisiti professionali per lo svolgimento dell’attività di pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e bevande - il quale prenda in affitto i locali di cui trattasi e si assuma l’onere della loro ristrutturazione secondo il progetto definitivo predisposto dalla Stazione appaltante (titolo equipollente al permesso di costruire n. 115/2009).

Tutto ciò premesso, si rende noto che il giorno 06/07/2010 alle ore 10.00, presso il Municipio del Comune di Pianoro, avrà luogo l’asta pubblica, secondo il criterio - di cui agli artt. 73 lett. c) e 76 del R.D. 827 del 23.05.1924 - delle offerte segrete pari o in rialzo rispetto al prezzo posto a base d’asta - per l’affidamento in locazione dell’immobile di proprietà comunale ai patti e condizioni di seguito precisati.

Descrizione dei locali

I locali oggetto del presente bando sono adibiti a Ristorante e sono siti in Via del Sasso 1 frazione Pian di Macina; il Comune di Pianoro è proprietario dell’immobile così contraddistinto al Catasto: C.C. Pianoro; Foglio 35; Particella 45, Sub 11 dati N.C.E.U. Cat. C/1 – Classe 3 consistenza mq. 664 lorda.

La superficie a disposizione per l’attività di somministrazione di alimenti e bevande è così composta:

- locali al piano terra dell’immobile di mq 265 ca, composti da sale da pranzo, ingresso, cucina, sguatteria, depositi e magazzini, locali di servizio, servizi igienici, CT oltre a mq. 177 composti di terrazza scoperta e portici;

- locali al primo piano dell’immobile di mq. 173 ca, composti di: sale da pranzo, disimpegni servizi igienici e deposito oltre a terrazza scoperta di mq. 49 ca;

- oltre a area esterna di circa mq 650, sia pavimentata che con aiuole verdi.

Canone annuo a base d’asta

II canone di affitto a base d’asta, comprensivo dell’area esterna sopra richiamata, è determinato in Euro 5.161,00, (cinquemilacentosessantuno/00) mensili. Nel canone sopra indicato non sono comprese le spese per i lavori di ristrutturazione dei locali che ammontano a Euro 244.200,00 oltre a Iva di legge e spese tecniche come specificato nel progetto definitivo depositato in visione presso l’Ufficio Tecnico Lavori Pubblici.

Durata della locazione

La locazione, ai sensi dell’art. 27 e 28 della legge 27.07.1978, n. 392, avrà la durata di anni 6 (sei) rinnovabili tacitamente, dal 01/08/2010 (indicativamente) al 30/07/2016, con rinuncia da parte del locatore alla disdetta e/o diniego alla rinnovazione alla prima scadenza e alla seconda in quanto la locazione prevede lavori di ristrutturazione e messa a norma degli impianti.

Requisiti per l’ammissione alla gara

Sono ammessi a partecipare alla gara i soggetti che hanno i requisiti di ordine generale per poter contrarre con la pubblica amministrazione di cui all’art. 38 DLgs 163/2006 in proprio o costituiti da imprese con idoneità individuale di cui alle lettere a), b) e c) dell’art. 34, comma 1 del DLgs n. 163/06, oppure da imprese con idoneità pluri-soggettiva di cui alle lettere d) e) f) e f.bis) dell’art. 34, comma 1 del DLgs n. 163/06, oppure da imprese che intendano riunirsi o consorziarsi ai sensi degli artt. 36 e 37 del DLgs 163/06 aventi inoltre i requisiti di ordine professionale specifici per lo svolgimento dell’attività di pubblico esercizio di somministrazione di alimenti e bevande.

Documenti di gara

La documentazione di gara potrà essere visionata e ritirata presso l’Ufficio Lavori Pubblici nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00, previo appuntamento: tel. 051 / 6529127 – fax. 051 / 6529145 – e-mail lavori.pubblici@comune.pianoro.bo.it oppure è possibile scaricarla dal sito istituzionale www.comune.pianoro.bo.it. Si precisa che non verrà effettuato il servizio di fax.

Il progetto dei lavori è in visione presso il medesimo ufficio e con le modalità già precisate.

Condizioni per partecipare e modalità di presentazione dell’offerta

I soggetti interessati possono richiedere informazioni presso gli Uffici del Comune di Pianoro Servizio Lavori Pubblici presso cui è depositata tutta la documentazione tecnica disponibile relativa all’edificio.

Le domande in originale devono, a pena di inammissibilità a istruttoria, pervenire al protocollo del Comune di Pianoro entro le ore 12:00 del 05 luglio 2010.

Il recapito del plico rimarrà ad esclusivo rischio del mittente. Oltre il termine fissato non sarà accettata alcuna offerta anche se sostitutiva di offerta precedente.

Le domande possono essere inviate - entro il termine perentorio stabilito - a mezzo raccomandata a mezzo raccomandata del servizio postale, oppure mediante agenzia di recapito autorizzata, o consegnate a mano, all’Ufficio Protocollo dell’Ente, presso la sede del Comune di Pianoro in Piazza dei Martiri 1, 40065 Pianoro (BO), aperto al pubblico dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12.30 e il mercoledì pomeriggio dalle 15.00 alle 17.30.

Il plico, chiuso, sigillato opportunamente e controfirmato su tutti i lembi di chiusura, dovrà contenere sull’esterno, pena la mancata presa in considerazione, il nominativo e l’indirizzo dell’impresa offerente (o del consorzio, o, in caso di associazione temporanea di imprese, costituita o costituenda, il nominativo di tutte le imprese che formano l’ATI) con indicazione del numero di fax di recapito e la seguente dicitura:

“Non aprire. Contiene offerta per l’affitto di locali adibiti a ristorante in Via del Sasso n. 1”.

Detto plico dovrà contenere, pena la esclusione dalla procedura, due buste denominate A e B predisposte come segue:

Busta A: documentazione amministrativa

a) Domanda di partecipazione in bollo (Euro 14,62) e dichiarazioni sostitutive rese ai sensi del DPR n. 445/2000, redatta secondo il modello Allegato B firmata dal legale rappresentante dell’impresa (o del consorzio) o da procuratore (in tale caso occorre allegare la relativa procura); nel caso in cui l’offerta sia presentata da un raggruppamento temporaneo di imprese, la domanda, pena l’esclusione, dovrà essere sottoscritta da tutte le imprese costituenti l’associazione. La domanda, sempre a pena di esclusione dalla procedura, dovrà essere corredata da copia del documento di identità, in corso di validità, dei sottoscrittori.

Busta B: offerta economica

a) offerta redatta secondo il modello Allegato C debitamente sottoscritta, con indicato l’aumento, in cifre e lettere, del canone offerto rispetto a quello fissato per la gara; qualora nell’offerta vi sia discordanza fra il prezzo indicato in lettere e quello indicato in cifre, sarà ritenuta valida quella in lettere;

b) impegno a fare eseguire i lavori secondo il progetto predisposto dal Comune di Pianoro da parte di impresa o imprese aventi i requisiti di ordine generale per poter contrarre con la pubblica amministrazione di cui all’art. 38 DLgs 163/2006 (compreso la regolarità nel pagamento di imposte e tasse e dei contributi previdenziali e assicurativi) e di ordine tecnico adeguato alle lavorazioni da eseguire e impegno a fare stipulare dall’impresa esecutrice una polizza nella forma “Contractors All Risks (C.A.R.).

Altre informazioni e condizioni

1) L’Amministrazione comunale si riserva di procedere all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida. L’aggiudicazione verrà effettuata nei confronti dell’offerente che avrà presentato l’offerta migliore pari o in rialzo rispetto all’importo posto a base di gara. La procedura di aggiudicazione sarà retta da una apposita Commissione di gara.

2) L’aggiudicazione definitiva verrà effettuata con determinazione del Funzionario coordinatore dell’Area Assetto del Territorio e del Patrimonio.

3) Nel caso di rinuncia del primo aggiudicatario, si procederà all’assegnazione del secondo e così via.

4) L’aggiudicatario dovrà stipulare il contratto di locazione nel termine perentorio di gg. 30 dalla comunicazione di aggiudicazione. Tutte le spese contrattuali, saranno a carico dell’aggiudicatario, mentre le spese di registrazione saranno ripartite in parti uguali.

5) L’aggiudicatario, a titolo di deposito cauzionale della locazione, dovrà versare una caparra pari a tre mensilità entro 60 giorni dalla stipula del contratto di locazione.

Scadenza 5 luglio 2010 ore 12:00

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it