E-R | BUR

n.92 del 22.06.2011 periodico (Parte Seconda)

XHTML preview

Approvazione dello schema di protocollo di collaborazione tra Regione Basilicata e Regione Emilia-Romagna in materia di standard professionali, formativi e di certificazione delle competenze

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

Richiamate:

  • la Decisione n. 2241/2004/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 15 dicembre 2004, relativa ad un quadro comunitario unico per la trasparenza delle qualifiche e delle competenze (Europass);
  • la Direttiva 2005/36/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio relativa al sistema generale di riconoscimento delle qualifiche professionali;

Richiamate inoltre:

  • la Proposta di raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio (COM (2006) 479 final) del 5 settembre 2006, sulla costituzione del Quadro Europeo delle Qualifiche e dei Titoli per l’apprendimento permanente;
  • la Risoluzione 2006/C 168/01 del Consiglio e dei rappresentanti di governi degli Stati Membri, riuniti in sede di Consiglio, sul riconoscimento del valore dell’apprendimento non formale e informale nel settore della gioventù europea;
  • la Proposta di raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio (COM (2008) 180 def.) del 9 aprile 2008, sull’istituzione del sistema europeo di crediti per l’istruzione e la formazione professionale /ECVET);
  • la Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio del 23 aprile 2008 (2008/C 111/01), sulla costituzione del Quadro europeo delle qualifiche per l’apprendimento permanente;

Visto il Parere del Comitato delle Regioni 2007/C 146/12 “Efficienza e equità nei sistemi europei di istruzione e formazione e quadro europeo delle qualifiche e dei titoli per l’apprendimento permanente”;

Viste:

  • la L.R. 30 giugno 2003, n. 12 “Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione tra loro”s.m.;
  • la L.R. 1 agosto 2005, n. 17 “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, sicurezza e regolarità del lavoro”;
  • le tre priorità su cui è basata la “Strategia Europa 2020”: crescita intelligente, sviluppare un’economia basata sulla conoscenza e sull’innovazione; crescita sostenibile, promuovere un’economia più efficiente sotto il profilo delle risorse, più verde e più competitiva; crescita inclusiva, promuovere un’economia con un alto tasso di occupazione, che favorisca la coesione economica, sociale e territoriale;

Richiamate le proprie deliberazioni:

  • n. 936 del 17 maggio 2004 ”Orientamenti, metodologia e struttura per la definizione del Sistema Regionale delle Qualifiche”;
  • n. 1434 del 19 settembre 2005 “Orientamenti, metodologia e struttura per la definizione del sistema regionale di formalizzazione e certificazione delle competenze”
  • n. 530 del 19 aprile 2006 “Il sistema regionale di formalizzazione e certificazione delle competenze”;
  • n. 105 dell’ 1 febbraio 2010 “Revisione alle disposizioni in merito alla programmazione, gestione e controllo delle attività formative e delle politiche attive del lavoro, di cui alla deliberazione della Giunta regionale 11/2/2008, n. 140 e aggiornamento degli standard formativi di cui alla deliberazione della Giunta regionale 14/2/2005, n. 265” e ss.mm.;
  • n. 1372 del 20 settembre 2010 “Adeguamento ed integrazione degli Standard professionali del Repertorio regionale delle Qualifiche”, con la quale si intendono superate le seguenti deliberazioni di approvazione degli standard professionali delle qualifiche: nn. 2212/04, 265/05 – Allegato E, 788/05, 1476/05, 1719/06, 335/07, 1347/07, 1825/08, 141/09, 191/09 – Allegati 2) e 3), 581/09 e 1010/09;
  • n. 1695 del 15 novembre 2010 “Approvazione del documento di correlazione del Sistema regionale delle qualifiche (SRQ) al Quadro europeo delle qualifiche (EQF)”;

Richiamate infine

  • la deliberazione dell’Assemblea Legislativa n. 101 dell’ 1/1/2007 “Approvazione del programma operativo della Regione Emilia-Romagna - Fondo Sociale Europeo 2007/2013 - Obiettivo 2 competitività e occupazione (Proposta della Giunta regionale in data 12 febbraio 2007, n. 159);
  • la decisione di approvazione C(2007)5327 del 26/10/2007 del “Programma Operativo regionale per il Fondo Sociale Europeo 2007/2013 – Ob. 2 Competitività ed Occupazione da parte della Commissione Europea;
  • la deliberazione di Giunta regionale n. 1681 del 12/11/2007 recante “POR FSE Emilia-Romagna obiettivo 2 “Competitività regionale ed occupazione” 2007-2013 Presa d’atto della decisione di approvazione della Commissione Europea ed individuazione dell’Autorità di Gestione e delle relative funzioni e degli Organismi Intermedi”;

Dato atto che la Regione Emilia-Romagna ha portato a compimento il percorso di definizione di un Sistema regionale delle qualifiche (SRQ - DGR 936/04) e di un Sistema Regionale di Formalizzazione e Certificazione delle competenze (SRFC - DGR 1434/05), in attuazione della legislazione regionale di settore (L.R. 12/03) e secondo un metodo di ampia concertazione con le parti sociali, assumendosi l’impegno di adeguarli e metterli in relazione con quanto via via sarebbe stato sancito e definito a livello nazionale ed europeo;

Tenuto conto che il SRQ e il correlato SRFC sono sistemi di standard predefiniti che adottano un approccio per competenze e ne consentono la relativa convalida a prescindere dalle modalità della loro acquisizione - formale, non formale e informale - in linea con gli obiettivi tracciati in tema di trasparenza dei titoli e apprendimento permanente dai Consigli europei svoltisi a Lisbona nel 2000 e a Barcellona nel 2002;

Tenuto conto dell’Intesa tra Governo, Regioni, pubbliche Amministrazioni e Parti sociali del 17 febbraio 2010, sulle “Linee guida per la formazione nel 2010”, nella quale le parti si impegnano a convergere, entro il primo semestre 2011, verso un sistema nazionale di standard professionali e di certificazione delle competenze;

Considerato che, nell’ambito di tale Intesa, le Regioni stanno lavorando ai rispettivi repertori, anche in logica di possibili correlazioni regionali tra i repertori medesimi;

Considerato che nel corso del 2010 si sono tenuti contatti e incontri tra dirigenti e funzionari dell’Assessorato alla Scuola, Formazione Professionale, Università e Ricerca, Lavoro della Regione Emilia-Romagna e del Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura, Sport della Regione Basilicata, che hanno fatto emergere l’opportunità di formalizzare un protocollo di collaborazione tra le due Regioni sui temi profili professionali, standard formativi e certificazione e riconoscimento delle competenze dei cittadini nell’ottica di quanto previsto dalle indicazioni nazionali ed europee sopra citate;

Valutato pertanto opportuno, per le sopraccitate finalità:

  • approvare lo schema di protocollo di collaborazione tra la Regione Emilia-Romagna e la Regione Basilicata di cui all’Allegato A parte integrante del presente atto;
  • di stabilire che alla firma del protocollo stesso provvederà l’Assessore Patrizio Bianchi, cui competono le deleghe “Scuola. Formazione Professionale. Università e Ricerca. Lavoro” alla firma dello stesso;
  • di prevedere che il presente protocollo di collaborazione abbia attuazione dalla data della sua sottoscrizione;

Preso atto che il presente provvedimento non comporta oneri a carico della Regione Emilia-Romagna;

Vista la L.R. 43/01 ”Testo unico in materia di organizzazione e di rapporto di lavoro nella Regione Emilia-Romagna” e ss.mm.;

Richiamate altresì le proprie deliberazioni:

  • n. 1057 del 24/7/2006, recante “Prima fase di riordino delle strutture organizzative della Giunta regionale. Indirizzi in merito alle modalità di integrazione interdirezionale e di gestione delle funzioni trasversali”;
  • 1173/09 recante “Approvazione degli atti di conferimento degli incarichi di livello dirigenziale (decorrenza 1/8/2009)”;
  • n. 1663 del 27/11/2006 recante “Modifiche all’assetto delle Direzioni generali della Giunta e del Gabinetto del Presidente.”;
  • n. 1377 del 20/9/2010 “Revisione dell’assetto organizzativo di alcune Direzioni generali” così come rettificata dalla deliberazione di Giunta regionale 1950/10;
  • n. 2060 del 20 dicembre 2010 “Rinnovo incarichi a Direttori generali della Giunta regionale in scadenza al 31/12/2010;
  • n. 2416/08 recante “Indirizzi in ordine alle relazioni organizzative e funzionali tra le strutture e sull’esercizio delle funzioni dirigenziali. Adempimenti conseguenti alla delibera 999/2008. Adeguamento e aggiornamento della delibera 450/2007” e successive modifiche;

Dato atto del parere allegato;

Su proposta dell’Assessore competente per materia

A voti unanimi e palesi

delibera:

  1. di approvare, per le motivazioni espresse in premessa e qui integralmente richiamate, lo schema di protocollo di collaborazione, tra la Regione Emilia-Romagna e la Regione Basilicata di cui all’Allegato A parte integrante del presente atto;
  2. di stabilire che alla firma dello stesso provvederà – ad approvazione della presente deliberazione – l’Assessore Patrizio Bianchi, cui competono le deleghe “Scuola. Formazione Professionale. Università e Ricerca. Lavoro”;
  3. di stabilire che tale protocollo avrà attuazione dalla data della sua sottoscrizione e che dallo stesso non derivano oneri a carico del bilancio regionale;
  4. di disporre la pubblicazione integrale del presente atto nel Bollettino Ufficiale della Regione Emilia-Romagna.

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it